LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2010-11-22 - Roma, Associazione Civita Piazza Venezia 11
INTERNET E MONDI DIGITALI. OPPORTUNIT ED ESPERIENZE PER I MUSEI E GLI ARCHIVI DI IMPRESA
Mail alla Redazione del 15-11-2010

COMUNICATO STAMPA

Roma, 22 novembre 2010
Associazione Civita Piazza Venezia 11

Quali sono i vantaggi che Internet e le nuove tecnologie possono arrecare alle aziende e alle amministrazioni che intendono valorizzare il patrimonio costituito dalle collezioni e dagli archivi di impresa?

In che modo gli strumenti tecnologici possono sostenere archivi e musei aziendali in questo progetto?

Quali possibilit ci sono per avviare una fase nuova nella politica di conservazione e di valorizzazione degli archivi d'impresa?

Su questi interrogativi incentrato il dibattito che sar animato dallAssociazione Civita, con il sostegno dellAssociata Data Management S.p.A, uno dei maggiori player italiani ICT nel settore Cultura, in occasione del convegno Internet e mondi digitali. Opportunit ed esperienze per i musei e gli archivi di impresa che si terr il 22 ottobre a partire dalle ore 10,00 presso la Sala Gianfranco Imperatori dellAssociazione Civita.

Lincontro, inserito nellambito della Settimana della Cultura dImpresa di Confindustria (14 23 novembre 2010), costituisce il secondo appuntamento per ricordare Gianfranco Imperatori, per oltre ventanni Segretario Generale dellAssociazione Civita, e riunisce due dei temi a lui pi cari: musei di impresa e nuove tecnologie.

Levento, moderato dal professor Massimo Negri, Direttore European Museum Academy, sar diviso in due momenti: uno dedicato alla discussione delle tematiche generali che possono nascere intorno allargomento ed un altro volto, attraverso il racconto di alcune significative esperienze, alla dimostrazione di alcune soluzioni adottate. Nel patrimonio documentario delle numerose piccole e medie aziende, spesso depositarie di competenze e di tradizioni antiche, si scorge, infatti, una straordinaria opportunit per attivare sinergie all'interno della comunit nella quale l'impresa ha operato e avviare esperienze integrate di valorizzazione delle risorse culturali e di progetti di sviluppo compatibile.

Le imprese rappresentano un sistema culturale con una propria dimensione storica, sociologica ed economica che, insieme con le Istituzioni, concorre alla creazione della cultura nella nostra epoca.
I prodotti, le rassegne stampa, i brevetti, i documenti audiovisivi e tutto ci che nasce dalla quotidianit delloperare, sono le pi vive testimonianze di una cultura del Made in Italy che nasce dallattivit economica ma che riserva significati pi ampi.
Il recupero della memoria storica dellimpresa, la sua conservazione e fruizione possono essere visti da prospettive differenti e con obiettivi diversificati: dalle finalit di marketing (tipiche della brand heritage come elemento qualificante del prodotto aziendale), alla condivisione dei propri valori con la societ, ad una pi matura e diffusa consapevolezza del know how aziendale ad una visione strategica pi ampia in grado di portare valore ai processi aziendali in termini di efficacia ed efficienza, fino ad unofferta di turismo industriale che punta a valorizzare il territorio circostante, indagandone, tra laltro, anche la storia.

Il convegno sar occasione, tra laltro, di approfondire la conoscenza di modelli innovativi in grado di introdurre elementi che possano arrecare effetti positivi in termini di economia aziendale, particolarmente importanti in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando.
Tali modelli, unitamente ad adeguati strumenti tecnologici allavanguardia, supportano limpresa nella strutturazione ed organizzazione del patrimonio storico come sistema culturale vero e proprio portando, inoltre, valore ai processi aziendali in termini di efficacia ed efficienza.
La loro peculiarit risiede proprio nella capacit di sfruttare la memoria storica e culturale coinvolgendo i processi aziendali attivi, quali, tra gli altri, la condivisione del know how dellimpresa, non solo come stimolo allinnovazione e alla creativit interna, ma anche per una maggiore facilit ed efficienza del processo di formazione del personale degli uffici periferici.
La proposta innovativa che ne scaturisce finalizzata al raggiungimento di due obiettivi principali. Da un lato, mira a creare una visione dinsieme della memoria storica e culturale, unopportunit di conoscenza e studio, un approfondimento delluniverso di relazioni che collegano tra loro gli elementi delleccellenza del brand Made in Italy. Dallaltro, fornisce uno strumento per il management finalizzato ad ottimizzare e razionalizzare processi aziendali, coinvolgere tutte le strutture interessate e rafforzare il ruolo di governo centrale.
Una nuova frontiera di eccellenza, quindi, per la conservazione e fruizione del patrimonio aziendale ma anche unefficace strumento al servizio della competitivit dellimpresa.
.

Civita Tra le pi importanti realt private nel settore dei servizi culturali, attiva a livello nazionale che internazionale, Civita fortemente impegnata nella tutela e nella valorizzazione del nostro patrimonio culturale e ambientale, coniugando la valorizzazione del patrimonio con le potenzialit di sviluppo, anche economico, del settore.

Data Management S.p.A. Nata dalla fusione fra marchi storici dellinformatica italiana, con pi di trentanni desperienza applicativa e un know-how davanguardia nelle soluzioni di nuova generazione e nelloutsourcing, Data Management rappresenta un punto di riferimento nel mercato italiano per le soluzioni informatiche ad alto valore aggiunto. Mettendo a fattor comune le diverse esperienze, risorse e competenze ereditate, ricopre una posizione di assoluto rilievo nei sistemi e nei servizi per la gestione della Pubblica Amministrazione Locale e Centrale, della Media Impresa, delle Risorse Umane, delle Utility e delle Istituzioni Culturali.


Ufficio stampa Civita
Barbara Izzo-Arianna Diana
Tel.: +39 06/692050220-258 izzo@civita.it; diana@civita.it
www.civita.it

Ufficio stampa Data Management.
Claudia Poggi
Tel. : +39 06/502631 cpoggi@dtamanagement.it
www.datamanagment.it www.sebina.it





news

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

15-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 DICEMBRE 2017

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

Archivio news