LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2012-02-29 -
No Tirrenica Day TRA Lazio E Toscana





I Comitati dei Cittadini di area fiorentina sviluppando una collaborazione con i Comitati di area grossetana e maremmana e con Italia Nostra, gi attuata nella importante esperienza delle due leggi regionali di iniziativa popolare sullampliamento del parco della Maremma e sulle modifiche alla legge R. 1/2005, hanno portato il loro contributo ad uniniziativa sulla questione della Tirrenica.



Il 18 Febbraio scorso si svolto a Grosseto un forum di approfondimento, discussione e proposte di iniziative sul progetto SAT per la Tirrenica.

Organizzato da Italia Nostra, presente con il vice Presidente Nazionale Nicola Caracciolo, i responsabili regionali di Toscana e Lazio, Antonio Dalle Mura e Cesare Crova insieme a Michele Scola di Grosseto e Daniela Pasini del Coordinamento Ambientalisti GR, il forum stato dedicato nella sua parte iniziale allanalisi del progetto SAT sia nella sua redazione originaria (Lautostrada costiera del dicembre 2008 con un tracciato interamente in variante di 110 km da Civitavecchia a Grosseto) sia in quella di ripiego recentemente approvata che si va a sovrapporre al tracciato esistente dellAurelia.

I termini della questione sono stati illustrati nei vari aspetti tecnici-progettuali e politici dagli interventi del Prof. Antonio Tamburrino che ha richiamato levoluzione del progetto dal 2008 al 2011, dal Presidente Nazionale di WWF Stefano Leoni che ha parlato dello stravolgimento del territorio che anche nellultima soluzione si produrrebbe e dal prof. Gianni Mattioli che si incentrato sulla devastazione dellambiente attraverso opere di questo tipo, richiamando la necessit di recuperare ununit delle forze ambientaliste contro questo progetto andando a confronti/incontri con le forze politiche e con gli amministratori sul tema di quale sviluppo mettere al centro dellazione di governo.

Varie le ragioni del no a questo progetto e le azioni di contrasto espresse e portate avanti da numerosi comitati delle varie tratte della Tirrenica, tra i quali lavvocato Francesco Fidone che ha illustrato limportante iniziativa del ricorso al Tar di Italia Nostra e di alcuni cittadini contro il progetto definitivo della Tirrenica nel territorio di Tarquinia, il Dott. Luigi Ambrosini, imprenditore agricolo che ha sottolineato loccasione costituita dal ricorso come unopportunit per tutti i cittadini di unirsi e di appoggiare chi ha fatto ricorso contro la Tirrenica.

Le ragioni del no a questa infrastruttura sono state espresse anche da Donatella Raugei,di Massa Marittima, portavoce Imprenditori Agricoli di Agriturismo, Ubaldo Giardelli (Comitato no Sat) , Lamberto Meschinelli, Coordinamento dei comitati contro lAutostrada, Giuliano Parodi Uniti per Suvereto, Massimo Zucconi - Comune dei Cittadini Campiglia Marittima; Mario Bencivenni-Comitato dei cittadini Area Fiorentina, da una rappresentante dellAssociazione Colli e laguna di Orbetello.

Dopo gli interventi di altri esponenti di realt della Maremma e della Versilia, il forum coordinato da Ebe Giacometti (consigliere nazionale di Italia Nostra) e da Marzia Marzoli, ( del Movimento no Coke Alto Lazio), si chiuso allinsegna della condivisione di alcuni punti e iniziative:





1. il nuovo progetto SAT da respingere e contrastare perch anche nella versione ridotta costituisce unopera pericolosa, costosa e devastante e che vede privatizzare un bene comune come la SS Aurelia; perch un progetto che non rispecchia principi veri di trasparenza e di valutazione degli aspetti ambientali ed economico finanziari secondo quanto richiesto anche dalle normative europee; perch oltre a non risolvere i problemi evidenziati dai cittadini e dai territori, li scippa di un bene comune e impone nuove tasse sotto forma di pedaggi che andranno a cadere prima di tutto sugli abitanti dei territori interessati;

2. le risorse comunque pubbliche devono essere utilizzate per la messa in sicurezza dellAurelia e per risolvere, con la condivisione dei cittadini, le criticit locali pi gravi (Orbetello, Tarquinia etc.);

3. la battaglia contro il progetto SAT della Tirrenica deve essere una battaglia non solo locale, ma anche regionale e nazionale come capitolo della battaglia contro il malgoverno e lo sperpero delle risorse che costituisce una delle cause della crisi di sistema che stiamo vivendo;

4. si vadano a realizzare alcune iniziative sul territorio che facciano meglio capire le ragioni del no al progetto Tirrenica SAT e le proposte alternative, a partire da una prima iniziativa di contrasto dellimposizione del pedaggio al tratto gi esistente della superstrada Aurelia

(Rosignano-Grosseto) vera prova generale della introduzione del pedaggio in tutta la rete delle strade a scorrimento veloce verso la quale ormai sembra deciso il governo regionale della Toscana





Insomma una giornata importante e molto utile per proseguire nella battaglia in difesa del paesaggio e delleconomia della maremma tosco-laziale e per dire no alla sua distruzione e basta allo spreco per le grandi opere truffaldine come lautostrada Tirrenica.








news

19-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 19 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news