LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2004-06-23 - Roma
Incontro di studio: Giacomo Boni e le istituzioni straniere. Apporti alla formazione delle discipline storico-archeologiche

INCONTRO DI STUDIO: "GIACOMO BONI E LE ISTITUZIONI STRANIERE. APPORTI ALLA FORMAZIONE DELLE DISCIPLINE STORICO-ARCHEOLOGICHE" E LE ATTIVITA’ DELLA FONDAZIONE

Mercoledì 23 giugno alle ore 11.00, presso la sede del Museo Nazionale Romano - Palazzo Altemps - Via di S. Apollinare, 8 - Roma, il Soprintendente Archeologo di Roma Adriano La Regina, Presidente della Fondazione G. Boni-Flora Palatina, la Marchesa Patrizia Santoni Carrelli, madrina della Fondazione G. Boni-Flora Palatina e il Prof. Giancarlo Avena, Consigliere della Fondazione G. BONI-FLORA PALATINA, presenteranno l'incontro di studio "Giacomo Boni e le Istituzioni Straniere. Apporti alla Formazione delle discipline Storico - Archeologiche" e le attività della Fondazione.

Giacomo Boni (1859-1925), uno dei maggiori protagonisti della ricerca storico-archeologica al quale si deve tra l'altro lo scavo del Foro Romano, durante tutto l'arco della sua vita instaurò collaborazioni molto strette e scambi di esperienze scientifiche con studiosi di chiara fama internazionale, anche in virtù di viaggi ed escursioni nelle principali nazioni europee e nell'Africa mediterranea (Libia, Egitto). Fecondi ed intensi risultarono i rapporti con i membri degli Istituti Culturali Stranieri (American Academy, British School, Deutsche Archaeologische Institut, École Française) presenti a Roma e con gli intellettuali che, venendo in città, non mancavano di recarsi nel suo studio al Palatino e visitare sotto la sua guida il Foro Romano.

L'Incontro di Studio si propone di ricostruire questo complesso intreccio di esperienze ed approcci culturali a carattere interdisciplinare attraverso contributi di studiosi italiani e rappresentanti degli stessi Istituti Stranieri che ancora oggi, fattivamente, operano in unisono con le nostre istituzioni statali.

Questa iniziativa rientra tra le attività della Fondazione Giacomo Boni- Flora Palatina che fu istituita il 30 maggio 1930 su iniziativa dell'allora Ministero della Pubblica Istruzione per ottemperare alle volontà testamentarie di G. Boni, finalizzandola in primo luogo alla "manutenzione delle piante del Palatino". La necessità di adeguare le originarie finalità con le esigenze scientifiche e di tutela attuali, ha determinato stesura di un nuovo statuto. Approvato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali il 27 gennaio 1999, la statuto conferma le finalità originarie della Fondazione, individuando tra gli scopi anche quello di incrementare la manutenzione, valorizzazione e fruizione della Flora Monumentale della città di Roma. Dispone inoltre di favorire, in collaborazione con Enti statali, regionali e locali, con Accademie e Istituti di Cultura italiani ed esteri, lo sviluppo di studi scientifici ed attività culturali finalizzati ad una migliore conoscenza storica e tecnica delle vicende e dei problemi relativi all'ambientazione naturalistica dei siti archeologici e monumentali.

Per informazioni:
Patrizia Fortini
Soprintendenza Archeologica di Roma
Tel. 06/48020201 cell 347/8231470




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news