LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2004-09-17 - Villa San Giovanni
Il punto sul Ponte

17 settembre Villa San Giovanni

Il Punto sul Ponte
Confronto aperto tra associazioni e comitati con ammministratori,
parlamentari, politici, esponenti della ricerca e dell'universita', per
discutere di

AGENDA DEGLI IMPEGNI

il quadro concreto delle iniziative, gli impegni prioritari per contrastare
sul piano politico, istituzionale, legale, culturale, civile, ambientale e
umano, i disastri che derivano da quest'opera inutile e presuntuosa;


LA MARCIA DELLO STRETTO

proposte creative e organizzative per una marcia di rilievo internazionale
tra le due sponde dello Stretto;


L'UNITA' ANTIPONTE

un network stabile per tutti coloro che a vario titolo si occupano della
vicenda ponte cercando di contrastare le devastanti politiche di
aggressione del territorio da parte delle amministrazioni centrali e
locali;


LA DIFESA DEL TERRITORIO E DELL'AMBIENTE COME FONTE DI DEMOCRAZIA E
LEGALITA'
PER UNA CITTA' CHE SOFFRE, IL CASO VILLA SAN GIOVANNI


Dibattito pubblico e Conclusioni



*****

La segreteria organizzativa e curata da Anna Giordano, Piero Idone, Angelo
Raso

(a.giordano@wwf.it; pieidone@tin.it; angeraso@tin.it ).

*****

ITALIA NOSTRA LEGAMBIENTE WWF ITALIA


Carissimi/e

le associazioni ambientaliste (Italia Nostra, Legambiente, WWF) nel dare il
loro contributo alla migliore riuscita dell'iniziativa di venerdi' 17
mattina a partire dalle ore 9.30 nella sala dell'Hotel de La Ville di Villa
San Giovanni, ritengono che sia necessario un momento pubblico di
riflessione su come qualificare e coordinare le iniziative di contrasto al
Ponte sullo Stretto di Messina che coinvolga rappresentanti delle
istituzioni, dei partiti, della societa' civile e di mobilitazione nella
cittadina calabrese che oggi vive, dopo le dimissioni del sindaco e della
giunta comunale, una situazione delicatissima della sua vita democratica e civile.

Ci troviamo, infatti, in una nuova fase in cui il Governo sta procedendo
nella sua tabella di marcia ignorando, almeno apparentemente, il malessere
sempe piu' evidente dell'opinione pubblica siciliana e calabrese:
a) il Ponte sullo Stretto di Messina e' stato inserito nel cosiddetto
Corridoio 1 delle nuove reti di trasporto transeuropee;
b) e' stato dato Avviso al pubblico dell'avvio delle procedure autorizzative
ed espropriative
riguardanti la variante ferroviaria di Cannitello;
c) e' stata firmata la convenzione tra Stretto di Messina SpA e FS SpA ed e'
stato pubblicato il bando per la scelta del General Contractor, i cui termini scadono il prossimo 15 settembre;
d) e' stato preannunciato nel DPEF 2005-2008 un finanziamento di 300 milioni
di euro per il risanamento ambientale delle aree urbane di Messina e Villa San
Giovanni.

Ma tutti questi fatti dati per acquisti in realta' sono molto piu' contrastati:
1) la Commissione Europea ha avviato procedura di infrazione sulle procedure VIA previste dal decreto attuativo della Legge Obiettivo;
2) e' stato dato Avviso al pubblico dell'avvio le procedure autorizzative
ed espropriative relative alla variante di Cannitello senza che sia stata
espletata la Valutazione di Impatto Ambientale;
3) le associazioni hanno predisposto e stanno predisponendo sul bando e sulla convenzioni azioni nei confronti delle Autorithy che vigilano sui lavori pubblici e sulla concorrenza e alla Corte dei Conti;
4) la compensazione anticipata dei danni ambientali creati dal ponte e dalle opere connesse avviene in un quadro in cui il Governo centrale non riesce a garantire nemmeno le condizioni minime di legalita'.

Questa azione di contrasto istituzionale e legale si e' sposata con una
mobilitazione crescente, promossa dai coordinamenti "anti ponte" calabrese
e siciliano, cui le associazioni aderiscono, che, tra le tante eccezionali
iniziative svolte, hanno rinnovato anche questa estate con successo l'iniziativa
dei campeggi internazionali di presidio dell'area dello Stretto di Messina con programmi fitti di dibattiti e appuntamenti, che hanno avuto il loro
culmine nella manifestazione di oltre 4 mila persone organizzata il 6 agosto scorso a Messina.

Siccome riteniamo che la nostra azione di contrasto al Ponte sullo Stretto
di Messina e alle opere connesse si debba progressivamente qualificare e
articolare definendo una campagna a piu' lungo respiro, le associazioni
ambientaliste ritengono che il convegno del 17 settembre a Villa San Giovanni debba essere un confronto aperto tra associazioni e comitati con ammministratori, parlamentari, politici, esponenti della ricerca e dell'universita' in cui verranno esaminati, tra gli altri, i seguenti temi:


AGENDA DEGLI IMPEGNI: definizione di un quadro concreto delle iniziative
su cui intende impegnarsi prioritariamente per contrastare sul piano culturale, civile, politico, istituzionale e legale la costruzione del
ponte e delle opere connesse;

LA MARCIA DELLO STRETTO: verifica su come organizzare entro l'anno una
marcia di rilievo nazionale che veda una partecipazione festosa e di massa
tra Messina e Villa San Giovanni;

L'UNITA' ANTIPONTE: valutazione su come dar vita a un network stabile di
tutti coloro che a vario titolo si occupano della vicenda ponte cercando di
contrastare le politiche dei governi centrale e regionali

DEMOCRAZIA E LEGALITA' A VILLA SAN GIOVANNI: condivisione delle iniziative
necessarie per garantire il governo democratico della citta' e scongiurare
l'imposizione di un commissariamento governativo.

Questi temi le associazioni ambientaliste intendono proporre alla
discussione in questa nuova fase dell'impegno comune per contrastare la
realizzazione del Ponte edelle opere ad esso connesse.


Roma, 10 settembre 2004





news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news