LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2004-11-27 - Viterbo
Convegno: Agor di pietra: metodi e metodologie di conservazione e tutela attiva dei luoghi storici

Arci Nuova Associazione Comitato Provinciale di Viterbo

Convegno nazionale
Agor di pietra: "metodi e metodologie di conservazione e tutela attiva dei luoghi storici"
L'arci Viterbo organizza per il giorno sabato 27 novembre il convegno nazionale Agor di Pietra, la cui finalit principale un intervento di approfondimento scientifico e progettuale sui centri storici di origine medievale al fine di:
- preservarne la memoria e ricostruirne l'identit all'interno della storia europea.
- Definire percorsi per una nuova fruizione degli stessi da parte dei cittadini e dei visitatori.
Il convegno si inserisce a titolo di momento decisivo di raccordo delle esperienze maturate dall'ente organizzatore e dai soggetti chiamati a intervenire; e come momento di confronto sull'argomento analizzato con un approccio scientifico sotto i suoi diversi aspetti: storico; urbanistico; socio - culturale; economico - legislativo; artistico.
Il progetto di Convegno, movendosi dalla dialettica "spazi-luoghi", nasce dalla necessit di definire percorsi di recupero degli spazi antichi, come dimensione e proposta di riutilizzo sociale degli stessi. In particolare discutere della possibilit di utilizzare la proposta culturale per attuare in situ vie possibili di fruizione attiva; e delle ipotesi di cambiamento di rotta realizzate e possibili, rispetto a quella gi avviata in tante citt italiane ed europee, dove i centri storici sono stati abbandonati, spogliati del loro peculiare tessuto sociale e ridotti a mute vetrine di un turismo "mordi e fuggi" poco proficuo.
Intende perseguire i seguenti obiettivi:
- diffusione di prassi innovative di fruizione degli spazi storici;
- trasformazione nell'immaginario collettivo degli "spazi-contenitori" dei centri storici coinvolti nel progetto in "luoghi": entit culturali immateriali generate dalla memoria, dalla storia, e dal vissuto degli uomini.
- valorizzazione del territorio della Tuscia.
L'idea fondamentale del progetto individuata nelle potenzialit del patrimonio artistico culturale delle citt con centri storici di origine medievali.
Citt che sono costruite con pietre e materiali autoctoni, e che conservano ancora memorie di vita e il portato di culture artigianali, artistiche, di relazioni sociali, le cui tracce, oggi, in molte altre citt difficilmente si riescono a "leggere".
Principalmente la piazza; ma non solo, le porte cittadine e le mura, le vie, il mercato, il sagrato della chiesa, l'ospedale, gli orti, i giardini etc. Luoghi nei quali si trovava il vero cuore pulsante della vita cittadina, alimentato costantemente proprio grazie agli scambi, a livello locale, nazionale e internazionale, che andavano a plasmare pi o meno lentamente, la struttura sociale e relazionale cittadina.
La citt e le sue piazze, dove si potevano coltivare arti e mestieri, sapienza e governo della citt stessa; dove si poteva trovare rifugio e allo stesso tempo luogo protetto per gli incontri a vari livelli.
Nella piazza e in questi luoghi di ritrovo i mercanti e i viaggiatori di ogni tipo, erano i portatori di una dimensione extra cittadina, quindi anche e indistricabilmente europea, che incide profondamente nello sviluppo o nelle crisi delle citt medievali.
Il progetto focalizza la propria attenzione su questi spazi come fucine della cultura dello scambio e del confronto; presentandoli nella qualit di "luoghi": in un'ottica che li vede elementi chiave per raccontare e descrivere percorsi di un pi ampio e naturale recupero degli elementi propri della nostra storia come anche delle prospettive che in essa vi si inscrivono.
Il progetto di Convegno si pone come stimolo all'interno di un pi ampio e potenziale intervento di recupero, salvaguardia e valorizzare dei luoghi dei centri storici e medievali, attraverso azioni che ne assicurino la pi ampia fruibilit degli stessi da parte della collettivit per stimolare nei cittadini la percezione degli "spazi" del centro storico in qualit di "luoghi" - beni culturali immateriali.
Il Convegno prevede interventi di architetti, esperti di valorizzazione e pianificazione del territorio, professori universitari, rappresentanti di associazioni e fondazioni di rilievo nazionale impegnate nella promozione culturale.
Con il contributo e il patrocinio di Ministero dei Beni e Attivit Culturali Universit della Tuscia
Con il patrocinio di Regione Lazio Comune di Viterbo
In collaborazione con:
Associazione Universitaria Spatrimonio

PROGRAMMA
Sabato 27 novembre 2004,
Aula magna del rettorato, S. Maria in Gradi (Porta Romana - Viterbo)
Apertura convegno: ore 9:00
Pausa Buffet: ore 13:30
Ripresa dei lavori: ore 15:00
Conclusione Convegno: ore 19:00
Durata interventi 25-30 m.
Interventi del convegno
Saluto del sindaco di Viterbo
Saluto del rettore dell'Universit della Tuscia
Aspetto storico
Prof. Alfio Cortonesi: Universit della Tuscia, facolt dei Beni Culturali, Viterbo: Viterbo e il suo
medioevo tra memoria e oblio. Prof.ssa Anna Modigliani, Universit della Tuscia: spazi, riti e luoghi del Medioevo per capire le
citt oggi.
Aspetto urbanistico
Arch. Pietro Belei, architetto urbanista: cronografia e stratificazione nei centri storici Dott.ssa Roberta Tarquini, Universit della Tuscia, Viterbo: Arte contemporanea nei siti antichi, esempi italiani ed europei
Aspetto socio - culturale
Prof. Paolo Guidicini, Universit di Bologna: i centri storici: tra utopie e senso di appartenenza. Ilda Curti, Fondazione Fitzcarrlado e Direttore The Gate (Torino): La dimensione culturale in un
processo di rigenerazione urbana in un quartiere del centro storico di Torino.
l'esperienza di "The Gate " a Porta Palazzo Maria Luisa Galletto, Progetto Achab: recupero/rifunzionalizzazione per gli spazi culturali (titolo
provvisorio)
Aspetto economi co-legislativo
Prof. Michele Trimarchi, Universit della Tuscia, U.I.L.M: Milano: Progetti culturali e sviluppo
territoriale sostenibile Dott.ssa Anna Maria Buzzi, Dirigente Generale, Ministero per i Beni e le Attivit Culturali: il
nuovo quadro degli incentivi e delle agevolazioni fiscali per gli investimenti nella
cultura
Aspetto artistico
Pinuccio Sciola, artista: le pietre sonore, voci della pietra nella piazza
Francesco Galli, fotografo: tra le citt invisibili e le citt perdute (titolo provvisorio)




news

18-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news