LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2003-05-31 - Palermo
Dalla Fondazione Salvare Palermo: Riconsegna alla Citt del Cippo Itinerario di Piazza Indipendenza

Riconsegna alla Citt del “Cippo Itinerario” di Piazza Indipendenza.




Sabato 31 maggio, alle ore 11.00, il prof. Nino Vicari, Presidente della Fonda-zione “Salvare Palermo”, restituir alla Citt il restaurato Cippo Itinerario di Piazza Indipendenza.
L'opera di restauro durata tre mesi e, grazie a “Salvare Palermo” che si presa carico dell'iniziativa, stata resa possibile dagli sponsor che sono: la Federnat, che ha fatto dono del progetto di restauro. L'Edilizia Whitaker e la Banca Idea, che hanno concretamente reso possibile l'intervento. E l'Ina Assitalia, agenzia generale di Palermo, che ha assicurato il cantiere. Ha diretto i lavori l'architetto Vivi Tinaglia.
Il restauro, realizzato materialmente dagli specialisti dell'impresa Archer srl, ha riguardato sia la risoluzione di alcuni problemi statici, sia la pulitura e il consolidamento delle superfici esterne. Degna di particolare nota anche la riuscita integrazione delle scritte sulle lastre marmoree che rivestono il monumento e che per diversi decenni, fino a tre mesi fa, erano rimaste praticamente illeggibili. Iscrizioni oggi storicamente rilevanti ma di notevole importanza pratica al tempo in cui il monumento fu realizzato. Nel primo trentennio del secolo diciannovesimo, quando regnava Francesco I di Borbone.

Allora, il Piano di Santa Teresa, attuale Piazza Indipendenza, era infatti l'equivalente di un moderno capolinea dal quale partivano le diligenze per tutti i paesi dell'interno e della costa. E il Cippo Itinerario - che sorgeva a pochi metri da una grande postazione dove i cavalli stanchi delle diligenze in transito venivano sostituiti da altri animali ben nutriti e riposati – fu di particolare utilit per i viaggiatori del tempo. In alcune delle lastre marmoree delle quali diciamo,e che il restauro ha reso ora perfettamente leggibili, erano infatti opportunamente indicate le distanze in miglia e in passi tra quel “capolinea” e i paesi raggiungibili con le strade consolari.In particolare con quelle che da qui conducevano a Trapani e a Corleone. Una regale accortezza che, con evidente beneficio degli scambi commerciali nell'Isola, permetteva ai viaggiatori e ad ogni eventuale fruitore delle societ di trasporto pubbliche e private di calcolare la lunghezza, anche in ore, del viaggio da affrontare.



Per “Salvare Palermo” spedisce Lucio Forte. Tf 3476188411.



news

04-06-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 giugno 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news