LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2007-04-01 - Macerata
CORSO DI FORMAZIONE IN ASSISTENTE ALLA REDAZIONE DI PROGETTI PER IL PROGRESSIVO ADEGUAMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE AGLI STANDARD

Università degli Studi di Macerata
Centro di Eccellenza dedicato allo studio, alla ricerca, alla documentazione e alla didattica in presenza e a distanza sul management degli Istituti museali


Anno Accademico 2006/2007

BANDO DI CONCORSO



Art. 1 - Attivazione
Il Centro di Eccellenza dell’Università degli Studi di Macerata, dedicato allo studio, alla ricerca, alla documentazione ed alla didattica in presenza e a distanza sul management degli Istituti museali, attiva per l’A.A. 2006/2007, ai sensi della L. 341/1990 e del D.M. 270/2004, il Corso di formazione in “Assistente alla redazione di progetti per il progressivo adeguamento dei musei e delle raccolte agli standard”, di durata semestrale.
Al termine del Corso verrà rilasciato, a quanti avranno superato la prova finale, un attestato di frequenza con l’attribuzione complessiva di n. 48 crediti formativi.
La Regione Marche con deliberazione della Giunta Regionale n. 1334 del 17.11.2006 ha previsto, per coloro che conseguiranno l’attestato di frequenza del Corso, l’accreditamento ai fini dell’implementazione del sistema museale regionale.
La Segreteria didattica, organizzativa ed amministrativa del Corso è stabilita presso la sede della Facoltà di Beni Culturali (Corso Cefalonia 70, tel. 0734/228018, fax 0734/217105 e-mail centrodeccellenza@libero.it, call center: lunedì-giovedì - 9.00-13.00).

Art. 2 – Finalità
Il Corso è volto a fornire le conoscenze e le abilità scientifiche e tecniche occorrenti per valutare le condizioni dotazionali e prestazionali di musei e raccolte, per individuare le priorità degli interventi necessari per il progressivo adeguamento agli standard previsti dalla normativa, per sovrintendere alla elaborazione e alla implementazione dei relativi progetti.

Art. 3 - Percorso Formativo
Il percorso formativo prevede insegnamenti frontali (180 ore – 36 cfu), un tirocinio presso i musei locali delle Marche (200 ore – 10 cfu) ed un seminario conclusivo presso il CUEIM – Consorzio Universitario di Economia Industriale e Manageriale (14 ore – 2 cfu).



Insegnamenti settore scientifico-disciplinare ore cfu
Economia e gestione degli istituti culturali SECS-P/08 75 15
Diritto dei beni e degli istituti culturali IUS/10 25 5
Museologia e conservazione degli istituti culturali L-ART/04 40 8
Museografia ICAR/16 30 6
Software per l’autovalutazione ING-INF/05 10 2
Seminario conclusivo presso CUEIM SECS-P/08 14 2
Tirocinio presso i musei locali delle Marche 200 10
Totale 394 48

È inoltre prevista la possibilità di partecipare al Corso a distanza, qualora si verifichino le condizioni previste nel successivo art. 8.

Art. 4 - Staff didattico
Lo staff didattico del Corso sarà coordinato dai docenti dell’Università di Macerata facenti parte del Dipartimento di Beni Culturali di Fermo.
Nel corso dell’attività gli iscritti sono assistiti da tutor.

Art. 5 - Sede, Durata e Frequenza
L’attività didattica in presenza si svolgerà presso la sede di Fermo dell’Università degli Studi di Macerata (Corso Cefalonia 70).
Le lezioni avranno inizio nel mese di aprile 2007 e si terranno, di norma, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 17, secondo il calendario che verrà reso noto anticipatamente presso la sede didattica del Corso.
Per gli iscritti in presenza la frequenza è obbligatoria e non può essere inferiore al 75% dell’impegno orario complessivamente previsto per l’attività didattica in presenza, per il seminario e per il tirocinio.
Per gli iscritti a distanza la frequenza di tutti gli insegnamenti è obbligatoria e verrà verificata sia in base al tracciamento della piattaforma on-line sia in base alle consegne; essa non può essere inferiore al 75% dell’impegno orario complessivamente previsto per l’attività didattica a distanza, per il seminario e per il tirocinio.
Per tutti gli iscritti già occupati nei musei sarà possibile sostituire l’attività di tirocinio con un project work mirato, da realizzare presso la sede di lavoro.

Art. 6 – Titolo conseguibile
La prova finale consiste nella produzione di schede di autovalutazione di musei e in un colloquio volto a verificare le conoscenze acquisite durante il Corso. Tale prova è prevista entro il mese di novembre 2007.
A quanti avranno assolto l’obbligo di frequenza e superato con esito positivo la prova finale verrà rilasciato l’attestato di frequenza al Corso di formazione in “Assistente alla redazione di progetti per il progressivo adeguamento dei musei e delle raccolte agli standard”, con giudizio finale, con votazione espressa in centesimi e con l’attribuzione di n. 48 crediti formativi.


Art. 7 – Condizioni di ammissione
Possono accedere al Corso coloro che sono in possesso di diploma di laurea quadriennale (vecchio ordinamento), di diploma universitario, di laurea triennale o di laurea magistrale ad indirizzo umanistico o economico-aziendale, conseguito presso Università italiane o straniere o coloro che siano in possesso del diploma di scuola media superiore e prestino servizio, a qualunque titolo, presso un museo.
È prevista la riserva di n. 38 posti per coloro che abbiano già frequentato il Corso di alta specializzazione "I musei degli enti locali verso gli standard di qualità", organizzato dalla Regione Marche – Servizio Beni e Attività Culturali e svolto nel 2004-2005.
Al fine di determinare l’ordine di accesso di coloro che non hanno frequentato il Corso di alta specializzazione di cui al precedente paragrafo, una Commissione, appositamente proposta dal Presidente del Centro di Eccellenza, provvederà a stilare una graduatoria di ammissione sulla base dei titoli di studio e dei titoli di servizio, con particolare riguardo alle attività svolte presso i musei e alla tipologia del rapporto di lavoro.
Qualora i posti riservati non venissero totalmente coperti, saranno assegnati secondo l’ordine della graduatoria di ammissione.

Art. 8 – Posti disponibili
Il Corso in presenza sarà attivato solo nel caso in cui sia raggiunto il numero minimo di 30 iscritti.
Potrà essere ammesso al Corso un numero massimo di 50 iscritti.
La modalità didattica a distanza sarà avviata solo in caso di attivazione di quella in presenza e in caso di raggiungimento di almeno 30 iscritti.
Per la partecipazione a distanza non è previsto un limite massimo di iscrizioni.

Art. 9 – Modalità di ammissione
Le domande di ammissione al Corso, compilate in carta semplice, utilizzando il modulo allegato al presente bando, disponibile nel sito dell’Ateneo (www.unimc.it, alla voce Didattica nella pagina Master e Corsi di perfezionamento) ed indirizzate al Magnifico Rettore, dovranno pervenire presso la Segreteria didattica, organizzativa ed amministrativa del Corso (Facoltà di Beni Culturali, Corso Cefalonia 70, tel. 0734/228018, fax 0734/217105, e-mail centrodeccellenza@libero.it), consegnate direttamente (dalle ore 9.00 alle ore 16.00) o spedite per posta, entro e non oltre le ore 16:00 del 9 marzo 2007, pena la mancata accettazione delle stesse. Non fa fede il timbro postale di partenza. Le buste devono portare l’indicazione “Ammissione Corso di formazione in assistente alla redazione di progetti per il progressivo adeguamento dei musei e delle raccolte agli standard”.
La domanda andrà accompagnata dai seguenti documenti in carta semplice:
- curriculum vitae et studiorum;
- certificato di laurea o dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 2 della L.15/1968 e dell’art. 46 del D.P.R. 445/2000, da cui risultino la data di conseguimento, la votazione finale e le votazioni riportate nei singoli esami di profitto;
- certificato di diploma di scuola media superiore e certificazione attestante rapporti di lavoro in atto presso musei o dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 2 della L.15/1968 e dell’art. 46 del D.P.R. 445/2000 (soltanto per coloro che non sono in possesso della laurea);
- altri titoli che il candidato ritenga utile presentare;
- certificato di partecipazione al Corso di alta specializzazione "I musei degli enti locali verso gli standard di qualità" organizzato dalla Regione Marche – Servizio Beni e Attività Culturali, espletato nel 2004-2005 o dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 2 della L.15/1968 e dell’art. 46 del D.P.R. 445/2000.
Dovrà inoltre essere indicato chiaramente se il candidato chiede di essere iscritto alla modalità didattica in presenza o a quella a distanza.

Studenti stranieri
I cittadini comunitari non italiani ovunque residenti e i cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia di cui all’art. 39, co. 5, del decreto legislativo n. 286/1998, come modificato dall’art. 26 della legge 30 luglio 2002, n. 189 “Modifica alla normativa in materia di immigrazione ed asilo”, presentano o spediscono la domanda di iscrizione direttamente all’Università allegando la documentazione prescritta dal bando debitamente corredata di traduzione ufficiale in lingua italiana, (la traduzione deve essere fatta eseguire a cura degli interessati che potranno eventualmente rivolgersi a traduttori locali e dovrà comunque essere confermata dalla rappresentanza italiana competente per territorio, alla quale i candidati potranno rivolgersi per ogni informazione) munita di legalizzazione e di dichiarazione di valore in loro a cura della Rappresentanza italiana competente nel paese al cui ordinamento appartiene l’istituzione che ha rilasciato il titolo.
I cittadini non comunitari residenti all’estero presentano domanda di iscrizione alla Rappresentanza diplomatica italiana del paese di origine o di ultima residenza che ne effettuerà la trasmissione all’Università avendo cura di verificare che il titolo accademico posseduto dall’interessato sia equiparabile per durata e contenuto al titolo accademico richiesto per l’accesso al corso prescelto. L’iscrizione, tuttavia resta subordinata alla valutazione della idoneità del titolo da parte dei competenti Organi Accademici ai soli fini dell’iscrizione ed al superamento dei rispettivi esami di ammissione, ove previsti.
Per ulteriori informazioni consultare la circolare ministeriale n. 658 del MUR del 21 marzo 2005.
Alla domanda dovrà essere altresì allegata un'attestazione di conoscenza della lingua italiana.
L'iscrizione resta tuttavia subordinata alla valutazione da parte degli organi accademici della idoneità del titolo ai soli fini dell'ammissione al Corso.

Art. 10 – Immatricolazione degli ammessi e tassa di iscrizione
La graduatoria dei candidati ammessi al Corso verrà trasmessa all’Ufficio Ricerca Scientifica per gli adempimenti di competenza e pubblicata nel sito dell’Ateneo (www.unimc.it alla voce Didattica nella pagina Master e Corsi di perfezionamento) entro e non oltre il 16 marzo 2007. Tale graduatoria ha valore di comunicazione ufficiale agli interessati, che da quel momento possono provvedere all’immatricolazione.
La tassa di iscrizione (comprensiva del bollo virtuale e di ogni altro onere) va versata in unica rata all’atto dell’immatricolazione ed è determinata in € 2.500,00.
Il versamento va effettuato preferibilmente presso uno sportello della Banca delle Marche, sul Conto di Tesoreria 010250 intestato all’Università degli Studi di Macerata. Qualora si effettui il pagamento tramite bonifico bancario presso un qualsiasi altro Istituto di credito, le coordinate bancarie complete da utilizzare sono: CIN I; ABI 06055; CAB 13401; CONTO 000000018281.
Si raccomanda di citare sempre, oltre al cognome e nome dello studente, il codice del Corso, la causale del versamento (Immatricolazione Corso di formazione in Assistente alla redazione di progetti per il progressivo adeguamento dei musei e delle raccolte agli standard) e l’anno accademico di riferimento (2007 per a.a. 2006/2007).
La domanda di immatricolazione con allegate:
- copia della ricevuta di versamento della tassa di iscrizione;
- due fotografie formato tessera;
- copia di un documento di riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale;
- copia del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno in corso di validità (solo per gli studenti extracomunitari);
dovrà pervenire all’Area Diritto allo Studio - Segreteria Studenti - Ufficio 5 – Corsi post laurea (Via Piave n. 42 – 62100 Macerata), consegnata direttamente agli sportelli o spedita per posta, entro e non oltre le ore 13:00 del 26 marzo 2007. Non fa fede il timbro postale di partenza.
In caso di mancata immatricolazione entro tale termine o di esplicita rinuncia degli aventi diritto, potranno subentrare i candidati idonei secondo l’ordine della graduatoria di ammissione. A questi ultimi sarà data comunicazione scritta con l’avviso del termine per l’iscrizione.

In caso di rinuncia al Corso non è previsto alcun rimborso di quanto versato.


Macerata, gennaio 2007

Per ulteriori informazioni:
Segreteria organizzativa didattica e amministrativa
Facoltà di Beni Culturali
Corso Cefalonia 70
tel. 0734/228018
fax 0734/217105
centrodeccellenza@libero.it
Call Center: lunedì – giovedì - 9.00 - 13.00

Segreteria Studenti e Ufficio Relazioni con il Pubblico
Call Center 0733 2582000
Televideo Rai 3 Marche pag 583

Ufficio Ricerca Scientifica
Piaggia dell’Università n. 11
62100 Macerata
Tel. 0733 258 2882
Fax 0733 258 2677
E-mail: i.domizi@unimc.it





news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news