LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

2007-12-01 - Sardara
Cultura - Al via la certificazione internazionale di qualità HERITY dei beni culturali in Sardegna: il comune di Sardara all’avanguardia

COMUNICATO STAMPA



Presentazione
Sabato 1 dicembre 2007 ore 10.30
Sardara – Centro di Aggregazione Sociale
Via Oristano, 54

Sardara, 23 novembre - La certificazione di Qualità della Gestione dei Beni Culturali HERITY (dall’unione di due termini inglesi HERITAGE e QUALITY) sbarca in Sardegna. L’organismo internazionale, Presieduto dal Cardinal Francesco Marchisano, ha ricevuto la richiesta da parte del Comune di Sardara (Medio Campidano) di valutare lo stato dell’arte di 5 siti di interesse culturale: il sito archeologico di Sant’Anastasia con annessa chiesa, la Chiesa della Beata Vergine Assunta, la Chiesa di S. Antonio, la Chiesa di S. Gregorio e il Museo Civico Archeologico.

L’obiettivo della certificazione è quello di valutare il livello raggiunto relativamente a 4 criteri:
- la percezione del valore culturale;
- lo stato di mantenimento, conservazione e restauro;
- l’informazione trasmessa al visitatore;
- la qualità dell’accoglienza e dei servizi offerti.

Il tutto reso visibile da un bersaglio diviso in 4 quadranti affisso all’entrata del sito culturale, ciascuno per ogni criterio sopra indicato, in cui sono rappresentati con un punteggio da un minimo di 1 a un massimo di 5 i valori raggiunti per ogni criterio utilizzato.

Risultato dell’operazione è da un lato una migliore informazione al pubblico, che evita così delusioni. Dall’altro un rapporto tecnico ai responsabili della conduzione del bene culturale. Già applicato in Italia, dai piccoli ecomusei del Piemonte a famosi monumenti dei siti del Patrimonio Mondiale come Roma, il sistema approda con questa eperienza pilota in Sardegna, isola che ha più di un motivo per ben figurare.

“Il nostro obiettivo è quello di riconoscere alla Sardegna il ruolo che le spetta di regione culturale a tutto tondo – dichiara Maurizio Quagliuolo, Segretario Generale di HERITY. La Sardegna non è solo splendidi paesaggi e mare incontaminato, ma splendidi monumenti e rare scoperte spesso poco conosciuti al grande pubblico”.

Paolo Scarpellini, direttore regionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, condivide l'iniziativa poiché "la elevata qualità delle condizioni di conservazione e di fruizione dei luoghi di interesse culturale (innumerevoli e diffusi sull’intero territorio regionale) è sempre stato un obiettivo prioritario e strategico dell’azione svolta dalla mia amministrazione, ritenendolo un requisito essenziale per una effettiva ed efficace salvaguardia dei beni e dei siti, e per una loro corretta e garbata valorizzazione".

Dal canto suo Roberto Caddeo, assessore alla Programmazione - Finanze - Bilancio - Beni Culturali di Sardara ha dichiarato: "è un'occasione da non perdere. Sardara è ormai matura per affrontare il discorso sulla qualità dei beni culturali. Attraverso tale certificazione, da un lato si migliora l’informazione al pubblico e dall’altro si migliorano le conoscenze dei soggetti responsabili coinvolti nella gestione del bene culturale. La certificazione di qualità HERITY, insomma, rappresenta lo strumento ideale per offrire dei servizi sempre più vicini alle aspettative degli utenti allo scopo di incrementare il numero dei visitatori del nostro patrimonio culturale".

Per Giuseppe Garau, Presidente della Cooperativa Villa Abbas, gestore dei siti e degli itinerari, ha dichiarato: "la Certificazione Internazionale HERITY rappresenta un momento importante sia per Sardara che per la Sardegna, in quanto consente di fare un bilancio sulle iniziative svolte in questi anni anche, da chi gestisce e promuove i beni culturali come nuova fonte di sviluppo socio economico e di crescita della qualità della vita".

Parteciperanno alla conferenza stampa Fulvio Tocco Presidente della Provincia del Medio Campidano e Rossella Pinna Assessore alla Cultura, valutatori HERITY italiani, francesi e spagnoli. E’ attesa la presenza del Presidente della Regione Autonoma Sardegna Renato Soru.


Ufficio Stampa HERITY
Pietro Briganò
334.1306930


Si prega di dare notizia dei passaggi stampa, audio e video, onde non commettere omissioni nella successiva rassegna stampa. Grazie!


 

 

 

DRI Ente Interregionale
Via Emanuele Filiberto, 17
00185 ROMA ITALY
Tel/Fax +39.(0)6.7049.7920



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news