LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Regione Siciliana e Beni Culturali: una vicenda emblematica
09-11-2010
Chiara Caldarella

In Sicilia accade anche questo: dopo un lungo contenzioso giuridico ancora in corso solo cinque su ottantatre vincitori dei concorsi pubblici per Dirigente Tecnico nel ruolo dei Beni Culturali (Storico dell’arte, Archivista, Archeologo, Architetto, Bibliotecario, Biblioteconomo, Chimico, Fisico, Geologo,etc.) banditi nel lontano 2000 sono stati inquadrati nell'area dirigenziale. I rimanenti 78 assunti continuano a prestare servizio come funzionari semplici del comparto non dirigenziale, privati della qualifica tecnica e con un stipendio di gran lunga inferiore (€ 1.028,00 iniziali) rispetto a tutti gli altri funzionari senza titoli specialistici, collocati nella stessa categoria a livelli pi alti in base all'anzianit di servizio, che l'Amministrazione ha reclutato negli anni precedenti tra i diplomati di suola superiore e inferiore. Uno stato di assoluta disparit di trattamento nei confronti dei vincitori di uno stesso concorso da parte di un'amministrazione pubblica che negli anni, in difformit rispetto alle legittime aspettative derivate dal bando, ha perseverato ad aggravare la situazione con un un comportamento spregiudicato e anticostituzionale. Recentemente la Corte di Cassazione per tre ricorrenti ha negato l’inquadramento nell' area dirigenziale, conseguentemente la stessa sentenza sancisce la palese violazione da parte dell’amministrazione regionale che paradossalmente ha per gi inquadrato come dirigenti, non solo 5 colleghi vincitori degli stessi concorsi, ma anche tanti altri privilegiati, entrati anche senza concorso. Con l'applicazione della L.R.10/2000 molti uffici, musei e soprintendenze siciliane sono stati affidati a dirigenti privi dei requisiti specialistici previsti per la carriera ( tant' che un laboratorio di Fisica o un parco archeologico oggi sono guidati da architetti). Inoltre, ad aggravare negli ultimi dieci anni la situazione hanno contribuito continue infornate di personale assunto attraverso leggine, sanatorie e promozioni politiche. La maggior parte dei dipendenti dei Beni Culturali, anche in Sicilia, non distingue “un semaforo dalla colonna traiana” come diceva provocatoriamente Federico Zeri, ma si vuole far pagare a questi tecnici assunti con pubblico concorso (che prevedeva tra i titoli di accesso laurea e specializzazione) il fio del fallimento della Pubblica Amministarzione che non vuole riconoscere in alcun modo professionalit necessarie alla tutela del Patrimonio Artistico espressamente richieste appena qualche anno fa. I vincitori del concorso per Dirigente Tecnico nel ruolo dei Beni Culturali- Regione Sicilia



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news