LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Regione Siciliana e Beni Culturali: una vicenda emblematica
09-11-2010
Chiara Caldarella

In Sicilia accade anche questo: dopo un lungo contenzioso giuridico ancora in corso solo cinque su ottantatre vincitori dei concorsi pubblici per Dirigente Tecnico nel ruolo dei Beni Culturali (Storico dell’arte, Archivista, Archeologo, Architetto, Bibliotecario, Biblioteconomo, Chimico, Fisico, Geologo,etc.) banditi nel lontano 2000 sono stati inquadrati nell'area dirigenziale. I rimanenti 78 assunti continuano a prestare servizio come funzionari semplici del comparto non dirigenziale, privati della qualifica tecnica e con un stipendio di gran lunga inferiore (€ 1.028,00 iniziali) rispetto a tutti gli altri funzionari senza titoli specialistici, collocati nella stessa categoria a livelli pi alti in base all'anzianit di servizio, che l'Amministrazione ha reclutato negli anni precedenti tra i diplomati di suola superiore e inferiore. Uno stato di assoluta disparit di trattamento nei confronti dei vincitori di uno stesso concorso da parte di un'amministrazione pubblica che negli anni, in difformit rispetto alle legittime aspettative derivate dal bando, ha perseverato ad aggravare la situazione con un un comportamento spregiudicato e anticostituzionale. Recentemente la Corte di Cassazione per tre ricorrenti ha negato l’inquadramento nell' area dirigenziale, conseguentemente la stessa sentenza sancisce la palese violazione da parte dell’amministrazione regionale che paradossalmente ha per gi inquadrato come dirigenti, non solo 5 colleghi vincitori degli stessi concorsi, ma anche tanti altri privilegiati, entrati anche senza concorso. Con l'applicazione della L.R.10/2000 molti uffici, musei e soprintendenze siciliane sono stati affidati a dirigenti privi dei requisiti specialistici previsti per la carriera ( tant' che un laboratorio di Fisica o un parco archeologico oggi sono guidati da architetti). Inoltre, ad aggravare negli ultimi dieci anni la situazione hanno contribuito continue infornate di personale assunto attraverso leggine, sanatorie e promozioni politiche. La maggior parte dei dipendenti dei Beni Culturali, anche in Sicilia, non distingue “un semaforo dalla colonna traiana” come diceva provocatoriamente Federico Zeri, ma si vuole far pagare a questi tecnici assunti con pubblico concorso (che prevedeva tra i titoli di accesso laurea e specializzazione) il fio del fallimento della Pubblica Amministarzione che non vuole riconoscere in alcun modo professionalit necessarie alla tutela del Patrimonio Artistico espressamente richieste appena qualche anno fa. I vincitori del concorso per Dirigente Tecnico nel ruolo dei Beni Culturali- Regione Sicilia



news

31-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 31 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news