LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Ennesimo crollo anche della credibilit residua di Bondi
09-11-2010
Fulvio Fiorentini

Si era risentito il ministro Bondi per le accuse di incuria degli scavi di Pompei. Era successo solo poche settimane fa mentre annunciava lintenzione di privatizzare il settore della gestione del patrimonio archeologico e artistico del sud Italia in particolare e la creazione di una Fondazione per Pompei. Oggi la conferma che invece la situazione nei preziosissimi scavi drammatica e che non serve fare progetti di dubbia utilit allontanando nel tempo interventi e investimenti indispensabili per la conservazione dei beni archeologi del nostro Paese. Oggi infatti ennesimo crollo. Schola armaturarum iuventis pompeiani, e non si tratta di un crollo parziale ma del franamento dellintero edificio accelerato probabilmente dalle recenti piogge.

Il crollo, secondo primi accertamenti, e avvenuto intorno alle ore 6 ed e stato notato dai custodi appena arrivati al lavoro verso le ore 7.30. Larea al momento e transennata e non e possibile accedere.

La Domus e sulla via principale, via dellAbbondanza, quella maggiormente percorsa dai turisti, in direzione Porta Anfiteatro. Predisposto un percorso alternativo per i tanti turisti.

La casa secondo gli studiosi doveva fungere da sede di una associazione militare e deposito di armature. Lampia sala dove si allenavano i gladiatori era chiusa con un cancello di legno. Su una delle pareti apparivano gli incassi che contenevano delle scaffalature con le armature stesse che furono infatti ritrovate nello scavo.

La decorazione dipinta, persa nel crollo, richiamava al carattere militare delledificio: trofei di armi, foglie di palma, vittorie alate, candelabri con aquila e globi. La casa attualmente non era visitabile internamente, ma si poteva osservare solo dallesterno.

Questo ennesimo caso di dissesto ripropone il tema della tutela del patrimonio culturale e quindi della necessit di disporre di risorse adeguate e di provvedere a quella manutenzione ordinaria che non facciamo pi da almeno mezzo secolo. E quanto afferma Roberto Cecchi, segretario generale del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali in merito al crollo della Schola Armaturarum a Pompei. La cura di un patrimonio delle dimensioni di quello di Pompei aggiunge Cecchi e di quello nazionale non lo si pu affidare ad interventi episodici ed eclatanti. La soluzione la cura quotidiana, come si iniziato a fare per larea archeologica centrale di Roma e per la stessa Pompei.

Lopposizione chiede che il ministro spieghi al parlamento al pi presto cosa stia succedendo in uno dei siti pi importanti del nostro Paese e che si assuma pienamente le responsabilit di quello che avvenuto. Si arriva perfino a chiedere le dimissioni di Bondi, proprio anche alla luce delle recente polemiche e del recente crollo. Una struttura senza soprintendente a tempo pieno e evidentemente abbandonata a se stessa.

Pompei crolla, avverte la Uil, denunciando che il sito non ha un sovrintendente a tempo pieno. La Uil ricorda il segretario aveva gi sporto denuncia alla Procura, e ora la Procura dovrebbe indagare per capire e passare al setaccio tutti gli interventi e loperato legato alle attivit commissariali che per fare gli interventi avr redatto un piano con le emergenze. Cerasoli ricorda anche che il direttore degli scavi Varone aveva segnalato la pericolosit degli scavi tanto che temeva per lincolumit dei visitatori e degli stessi dipendenti. Ora dichiara il segretario Uil si faccia luce su ci che accaduto tenuto conto che vi sono altri aspetti che lasciano perplessi come nel caso della stipula del contratto con la Societ Wind per attivit di videosorveglianza e valorizzazione che tra gli altri caratteri prevedono la collocazione nellarea archeologica di pali alti 4 metri e dei cavidotti, che hanno un effetto ed un impatto visivo micidiale, fatta con estrema leggerezza dal Commissario e che oggi non sembra assolutamente compatibile con la tutela dellarea archeologica. La Uil ricorda anche la recente sentenza del Tar Lazio che ha annullato la gara per la gestione del ristorante per difetti procedurali che dimostrano il pressappochismo nellattivit di aggiudicazione dellappalto. Insomma conclude Cerasoli va fatta chiarezza e vanno individuate responsabilit precise fermo restando che la prima responsabilit di ordine politico poich mentre Roma sta discettando sul modello di governance da realizzare,Pompei continua a registrare crolli, ricordiamo anche la Domus di Polibio ed il Termopolio con un sito che non ha un soprintendente a tempo pieno.

http://www.gliitaliani.it/category/interni/


news

24-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news