LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Ennesimo crollo anche della credibilit residua di Bondi
09-11-2010
Fulvio Fiorentini

Si era risentito il ministro Bondi per le accuse di incuria degli scavi di Pompei. Era successo solo poche settimane fa mentre annunciava lintenzione di privatizzare il settore della gestione del patrimonio archeologico e artistico del sud Italia in particolare e la creazione di una Fondazione per Pompei. Oggi la conferma che invece la situazione nei preziosissimi scavi drammatica e che non serve fare progetti di dubbia utilit allontanando nel tempo interventi e investimenti indispensabili per la conservazione dei beni archeologi del nostro Paese. Oggi infatti ennesimo crollo. Schola armaturarum iuventis pompeiani, e non si tratta di un crollo parziale ma del franamento dellintero edificio accelerato probabilmente dalle recenti piogge.

Il crollo, secondo primi accertamenti, e avvenuto intorno alle ore 6 ed e stato notato dai custodi appena arrivati al lavoro verso le ore 7.30. Larea al momento e transennata e non e possibile accedere.

La Domus e sulla via principale, via dellAbbondanza, quella maggiormente percorsa dai turisti, in direzione Porta Anfiteatro. Predisposto un percorso alternativo per i tanti turisti.

La casa secondo gli studiosi doveva fungere da sede di una associazione militare e deposito di armature. Lampia sala dove si allenavano i gladiatori era chiusa con un cancello di legno. Su una delle pareti apparivano gli incassi che contenevano delle scaffalature con le armature stesse che furono infatti ritrovate nello scavo.

La decorazione dipinta, persa nel crollo, richiamava al carattere militare delledificio: trofei di armi, foglie di palma, vittorie alate, candelabri con aquila e globi. La casa attualmente non era visitabile internamente, ma si poteva osservare solo dallesterno.

Questo ennesimo caso di dissesto ripropone il tema della tutela del patrimonio culturale e quindi della necessit di disporre di risorse adeguate e di provvedere a quella manutenzione ordinaria che non facciamo pi da almeno mezzo secolo. E quanto afferma Roberto Cecchi, segretario generale del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali in merito al crollo della Schola Armaturarum a Pompei. La cura di un patrimonio delle dimensioni di quello di Pompei aggiunge Cecchi e di quello nazionale non lo si pu affidare ad interventi episodici ed eclatanti. La soluzione la cura quotidiana, come si iniziato a fare per larea archeologica centrale di Roma e per la stessa Pompei.

Lopposizione chiede che il ministro spieghi al parlamento al pi presto cosa stia succedendo in uno dei siti pi importanti del nostro Paese e che si assuma pienamente le responsabilit di quello che avvenuto. Si arriva perfino a chiedere le dimissioni di Bondi, proprio anche alla luce delle recente polemiche e del recente crollo. Una struttura senza soprintendente a tempo pieno e evidentemente abbandonata a se stessa.

Pompei crolla, avverte la Uil, denunciando che il sito non ha un sovrintendente a tempo pieno. La Uil ricorda il segretario aveva gi sporto denuncia alla Procura, e ora la Procura dovrebbe indagare per capire e passare al setaccio tutti gli interventi e loperato legato alle attivit commissariali che per fare gli interventi avr redatto un piano con le emergenze. Cerasoli ricorda anche che il direttore degli scavi Varone aveva segnalato la pericolosit degli scavi tanto che temeva per lincolumit dei visitatori e degli stessi dipendenti. Ora dichiara il segretario Uil si faccia luce su ci che accaduto tenuto conto che vi sono altri aspetti che lasciano perplessi come nel caso della stipula del contratto con la Societ Wind per attivit di videosorveglianza e valorizzazione che tra gli altri caratteri prevedono la collocazione nellarea archeologica di pali alti 4 metri e dei cavidotti, che hanno un effetto ed un impatto visivo micidiale, fatta con estrema leggerezza dal Commissario e che oggi non sembra assolutamente compatibile con la tutela dellarea archeologica. La Uil ricorda anche la recente sentenza del Tar Lazio che ha annullato la gara per la gestione del ristorante per difetti procedurali che dimostrano il pressappochismo nellattivit di aggiudicazione dellappalto. Insomma conclude Cerasoli va fatta chiarezza e vanno individuate responsabilit precise fermo restando che la prima responsabilit di ordine politico poich mentre Roma sta discettando sul modello di governance da realizzare,Pompei continua a registrare crolli, ricordiamo anche la Domus di Polibio ed il Termopolio con un sito che non ha un soprintendente a tempo pieno.

http://www.gliitaliani.it/category/interni/


news

22-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 OTTOBRE 2017

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l\'esperto:INTERVISTA - \"Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati\"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

Archivio news