LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VILLA BORGHESE NEL CAOS? LA SOLUZIONE DA GOVERNO E COMUNE: UNA FONDAZIONE. VA IN SCENA LA COMMEDIA PER ROMA 2020
07-04-2011
Andrea Costa

Ecco la Compagnia “di Giro” pronta a consegnare Villa Borghese ai privati



Un brutto Pesce d’aprile giunge per la Villa Borghese di Roma… dal Sindaco immobilista e immobiliare Alemanno e dai sedicenti “difensori” della Villa. Vengono annunciati, ancora una volta, eventi incompatibili con la tutela del bene storico: occupazioni con spalti e tensostrutture, eventi, aperitivi e show sportivi.

Come in ogni “emergenza” italiana che si rispetti, non mancano le strumentalizzazioni. Ecco farsi largo, tra gli autorevoli “amici” istituzionali della Villa, tutti rigorosamente della stessa casacca politica e probabilmente atterrati dal pianeta Marte, l’idea di trasformare la Villa storica in una Fondazione. Idea non nuova e ritenuta salvifica dallo stesso Sindaco Alemanno a cui chiediamo ragioni, semmai sar in grado di fornircele.

Appare non privo di comicit, che in questa commedia delle ipocrisie, tutte le parti, dal Sindaco finanche al Sottosegretario ai Beni culturali, “tifino” insieme perch la Villa Borghese, bene pubblico lasciato loro in propriet e custodia, gli venga portato via di sotto al naso, in favore di una Fondazione che vedrebbe partecipare privati, banche, costruttori edili, Fondazioni bancarie e chiss cos’altro. Situazione davvero paradossale che manifesta, se non altro, ed una volta in pi, l’inadeguatezza del Sindaco Alemanno nella non gestione della Villa Borghese e nella reiterazione di eventi a forte impatto, di natura prettamente mercantile; peraltro esclusi proprio da lui, fino a qualche mese fa.

Al Sottosegretario Giro, dovrebbbe essere invece riconosciuta la coerenza. Gi tra i grandi "favorevoli" al parcheggio per il Pincio, intervistato dalla giornalista Beatrice Nencha in un articolo uscito su "Libero" il 28 agosto del 2008, cos descriveva l'agenda per il futuro dei beni culturali romani: Istituire "una Fondazione dei Fori e di altri monumenti, creando una nuova cornice giuridica che possa renderne appetibile la gestione alle fondazioni bancarie, che si sono rese gi disponibili". Chiaro come il sole.

Dopo la "cabaletta" tra Sindaco e Ministero, ecco giungere per il terzetto finale, l’ex-Assessore Croppi, responsabile politico fino a ieri, insieme alla giunta Alemanno, di tutto il divertimentificio autorizzato nella Villa, e ora “preoccupato” ed “in ansia” per le sorti dei giardini. Tutti sorprendentemente muti di fronte alle proprie responsabilit e, anzich provvedere alla assunzione urgente di personale e di guardiani, concordi invece nell’ invocare l’intervento di investitori privati. Una politica in linea con la privatizzazione dei beni culturali solo teoricamente esclusa dal Governo Berlusconi ma, di fatto, realizzabile dal tipo di forma giuridica proposta dal Sottosegretario Giro, insieme a tutta la sua allegra “compagnia”.

Andrea Costa



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news