LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VILLA BORGHESE NEL CAOS? LA SOLUZIONE DA GOVERNO E COMUNE: UNA FONDAZIONE. VA IN SCENA LA COMMEDIA PER ROMA 2020
07-04-2011
Andrea Costa

Ecco la Compagnia “di Giro” pronta a consegnare Villa Borghese ai privati



Un brutto Pesce d’aprile giunge per la Villa Borghese di Roma… dal Sindaco immobilista e immobiliare Alemanno e dai sedicenti “difensori” della Villa. Vengono annunciati, ancora una volta, eventi incompatibili con la tutela del bene storico: occupazioni con spalti e tensostrutture, eventi, aperitivi e show sportivi.

Come in ogni “emergenza” italiana che si rispetti, non mancano le strumentalizzazioni. Ecco farsi largo, tra gli autorevoli “amici” istituzionali della Villa, tutti rigorosamente della stessa casacca politica e probabilmente atterrati dal pianeta Marte, l’idea di trasformare la Villa storica in una Fondazione. Idea non nuova e ritenuta salvifica dallo stesso Sindaco Alemanno a cui chiediamo ragioni, semmai sar in grado di fornircele.

Appare non privo di comicit, che in questa commedia delle ipocrisie, tutte le parti, dal Sindaco finanche al Sottosegretario ai Beni culturali, “tifino” insieme perch la Villa Borghese, bene pubblico lasciato loro in propriet e custodia, gli venga portato via di sotto al naso, in favore di una Fondazione che vedrebbe partecipare privati, banche, costruttori edili, Fondazioni bancarie e chiss cos’altro. Situazione davvero paradossale che manifesta, se non altro, ed una volta in pi, l’inadeguatezza del Sindaco Alemanno nella non gestione della Villa Borghese e nella reiterazione di eventi a forte impatto, di natura prettamente mercantile; peraltro esclusi proprio da lui, fino a qualche mese fa.

Al Sottosegretario Giro, dovrebbbe essere invece riconosciuta la coerenza. Gi tra i grandi "favorevoli" al parcheggio per il Pincio, intervistato dalla giornalista Beatrice Nencha in un articolo uscito su "Libero" il 28 agosto del 2008, cos descriveva l'agenda per il futuro dei beni culturali romani: Istituire "una Fondazione dei Fori e di altri monumenti, creando una nuova cornice giuridica che possa renderne appetibile la gestione alle fondazioni bancarie, che si sono rese gi disponibili". Chiaro come il sole.

Dopo la "cabaletta" tra Sindaco e Ministero, ecco giungere per il terzetto finale, l’ex-Assessore Croppi, responsabile politico fino a ieri, insieme alla giunta Alemanno, di tutto il divertimentificio autorizzato nella Villa, e ora “preoccupato” ed “in ansia” per le sorti dei giardini. Tutti sorprendentemente muti di fronte alle proprie responsabilit e, anzich provvedere alla assunzione urgente di personale e di guardiani, concordi invece nell’ invocare l’intervento di investitori privati. Una politica in linea con la privatizzazione dei beni culturali solo teoricamente esclusa dal Governo Berlusconi ma, di fatto, realizzabile dal tipo di forma giuridica proposta dal Sottosegretario Giro, insieme a tutta la sua allegra “compagnia”.

Andrea Costa



news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news