LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La formazione degli insegnanti di storia dell'arte
27-03-2006
Gerardo Pecci

Il Consiglio Direttivo della Consulta Universitaria Nazionale per la Storia
dell'Arte ha preso una giusta e ferma posizione in ordine alla ventilata ipotesi di
attribuzione alle Accademie di Belle Arti della laurea magistrale per l'insegnamento
della Storia dell'Arte (Classe di concorso A061 - 61/A) negli istituti di
istruzione secondaria di secondo grado. Il documento, trasmesso al CUN, alla CRUI e
alla Conferenza dei Presidi di Lettere, ribadisce con argomentazioni serie e
ineccepibili, la necessit che la formazione degli insegnanti di storia dell'arte
avvenga esclusivamente nell'ambito delle Facolt di Lettere delle Universit e non
anche presso le Accademie di Belle Arti. I quattro punti in cui esso si articola
sono la testimonianza di un'attenzione critica e pedagogico-didattica che mette in
rilievo la necessit di una solida formazione umanistico-letteraria e
storico-artistica per chiunque intenda insegnare una disciplina complessa quale la
storia dell'arte, sia nella sua ampiezza diacronica (dall'antichit ad oggi), sia
sotto il profilo metodologico. Oggi i docenti di storia dell'arte nella scuola
secondaria di secondo grado, nei licei artistici, nei licei classici negli istituti
d'arte e in quelli professionali, provengono da formazioni universitarie diverse,
dalle facolt di lettere e dalle facolt di architettura. E la formazione di ogni
docente naturalmente orientata e improntata a seconda del piano degli studi
seguito durante la propria formazione accademica. I risultati di tale eterogeneit
si evidenziano, poi, nella reale e quotidiana prassi dell'insegnamento, della
diversit degli approcci metodologico-didattici e negli orientamenti verso una
"branca" della disciplina (pittura, architettura o scultura). Mi capitato alcune
volte di incontrare colleghi architetti che non hanno una buona formazione
riguardante, per esempio, la pittura o la scultura o, viceversa, docenti laureati in
lettere che hanno delle difficolt con l'insegnamento della storia
dell'architettura, ecc. Infatti, si data, nel passato, la possibilit di poter
accedere ai concorsi per l'insegnamento della storia dell'arte a chi aveva sostenuto
uno o due esami di storia dell'arte o di storia dell'architettura nelle rispettive
facolt universitarie, spesso senza aver mai sostenuto esami di archeologia e storia
dell'arte greca e romana. Certamente ci ha creato dei problemi anche negli studenti
che sono sensibili "giudici" dei propri professori, evidenziando e riconoscendo la
capacit del professor Tizio di saper spiegare e far amare la pittura, ma non
altrettanto gli aspetti dell'architettura o della scultura, o la capacit del
professor Pinco Pallino di saper ben spiegare l'architettura e meno bene le altre
arti.
Il problema posto dal Consiglio Direttivo della Consulta Universitaria Nazionale per
la storia dell'arte evidenzia, ora, la propria contrariet all'attribuzione alle
Accademie di Belle Arti della laurea magistrale per l'insegnamento della Storia
dell'Arte negli istituti secondari di secondo grado. E fa bene ad essere contrario.
Le Accademie delle Belle Arti sono luoghi deputati all'esercizio e alla formazione
degli "artisti" e non certamente dei docenti di Storia dell'Arte poich, come recita
il punto 3 del documento, "solo le Facolt di lettere e filosofia sono in grado di
assicurare ambiti disciplinari che comprendano la storia dell'arte in tutta la sua
ampiezza diacronica - dall'et classica a quella contemporanea - e nella sua
complessit teorico-metodologica e applicativa." E nel successivo punto 4 ribadisce
che la "ricchezza degli ambiti disciplinari presenti nelle Facolt di lettere e
filosofia la sola in grado di garantire anche un'adeguata formazione di carattere
storico, filosofico e letterario, fondamentale nella preparazione di base degli
insegnanti e indispensabile in vista di quella dimensione interdisciplinare della
didattica, resa necessaria dagli attuali programmi dei licei e degli istituti
secondari di primo e secondo grado." Se, per esempio, le Accademie di Belle Arti,
attraverso i corsi Cobaslid, stanno attualmente operando bene nella formazione degli
insegnanti per la classe di concorso A028 - 28/A Educazione Artistica (nelle Scuole
secondarie di primo grado), in cui emerge l'esigenza dell'operativit,
dell'espressione grafico-pittorica, con cenni di educazione all'arte, non certamente
hanno i mezzi per poter formare i docenti per la classe di concorso 61/A - A061
Storia dell'Arte, che dev'essere riservata esclusivamente alle Facolt di lettere e
filosofia. Oltretutto le Accademie di Belle Arti hanno finalit diverse rispetto
alle Facolt di lettere e filosofia universitarie. Una solida formazione umanistica,
imprescindibile per gli storici dell'arte, la pu dare soltanto l'Universit. Non si
tratta di partigianeria, ma la realt nella scelta culturale e nell'offerta
formativa diversa per natura, strumenti e percorsi formativi che entrambi le
istituzioni propongono. Le Accademie di Belle Arti nonostante abbiano attivati corsi
di storia dell'arte, peraltro indispensabili alla formazione di coloro che vogliono
fare e proporre "arte", non hanno tutti gli strumenti idonei all'elaborazione di un
curricolo di studi omogeneo come quello che attualmente in vigore presso le
Universit degli Studi in cui sono attivi i corsi di laurea magistrale in Storia
dell'Arte (LM89). E poi sappiamo che sono le Universit che attivano percorsi
formativi di alta specializzazione post-laurea in "Storia dell'Arte" e questo
certamente un punto in pi per difendere un patrimonio di conoscenze, esperienze e
capacit didattico-metodologiche che solo nelle universit possibile riscontrare.



news

20-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news