LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Qualche cosa si muove all'Aquila
04-01-2012
Luciano Pellegrini

La basilica di San Bernardino da Siena riconosciuta come uno dei più grandi monumenti abruzzesi che il terremotodel 6 aprile del 2009 ne ha gravemente danneggiato l'abside ed il campanile,è uno dei tre cantieri di restauro avviatonel centro storico .
Gli altri due cantieri sono la chiesa di San Biagio d’Amiternum e l'oratorio di San Giuseppe dei Minimi,il cui restauro è stato adottato dal povero e generosoKazakistan.

La dittaICIET Engineering srlspecializzata nelrestauro e alla conservazione del patrimonio monumentale, sta restaurando la basilica che fino al terremoto custodiva le spoglie mortali di San Bernardino da Siena.
Il campanile ha riportato il crollo totale della copertura e di tre dei quattro lati della cella campanaria,danneggiando gravemente tutta la zona sottostante, mentre la cupola presentava un quadro di screpolature di rilevante entità con lesioni passanti fino alla finestra del tamburo ed oltre.
In seguito al terremoto del 1703 l'interno della basilica realizzato con tre navate ed a croce latina, della lunghezza di circa cento metri, venne completamente ricostruito in stile barocco. Nel 1724 Ferdinando Mosca di PescocostanzoAQrealizzòlo splendido soffitto in legnoche venne dipinto da Girolamo Cenatiempo.
Quest'ultimo è anche l'autore degli affreschi nella cappella che ospita il mausoleo. Nel 1773 Donato Rocco di Ciccio realizzò l'altare maggiore.

San Bernardino, nato a Massa Marittima l'8 settembre 1380 e morto all'Aquila il 20 maggio 1944 è molto venerato in città.
Fu un predicatore appartenente all' Ordine dei Frati Minori.
Nel 1444, pur essendo molto malato, su invito del vescovoAmico Agnifili,si recò a L'Aquila, anche per tentare di riconciliare due fazioni che in città si affrontavano apertamente e qui morì il 20 Maggio.
Si racconta che la bara continuò a gocciolare sangue fino a quando le due fazioni non si furono riappacificate.

La Sovrintendenza ai beni culturali ha deciso di aprire alle visite questa basilica.
Su appuntamento, chiunque può salire sulle impalcature e assistere ai restauri.
Originale è stata l'esperienza di arrivare al soffitto a circa 25 metri dal suolo con un montacarichi, azionato da una addetta.
Mentre salivi affacciandoti vedevi sotto di te l'interno della basilica rimpicciolirsi e impacchettata dai tubi.
Entrati nel locale dove diversi addetti stanno restaurando i dipinti è stata unabella emozione vederli così vicini, quasi toccarli e godere della loro bellezza.

Questa basilica è molto amata e venerata dagli aquilani anche per un altro motivo.
Da questa basilica escono i simboli della processione del venerdì santo accompagnate dalle struggenti note del 50 salmo biblico, una supplica composta da Davide in esilio a Dio per chiedergli la misericordia per la debolezza dell'uomo
E' un canto di dolorecomposto da un musicista teatinoe maestro di cappella Saverio Selecchy.

Terminata la visita sono entrato in un bar. Mi ha fatto riflettere una riflessione fatta dal giovane barista con il quale mi sono intrattenuto a scambiare alcune impressioni.
A cosa serve, mi ha chiesto, ristrutturare le chiese con un impegno finanziario non indifferente, quando non esiste più un tessuto sociale che può utilizzarlo come luogo di culto o di passatempo? Vero!
Un'altra cosa che ho notato in questo bar, piccolo ma situato nel centro storico e nonostante con qualche “ acciacco” da terremoto, è uno dei pochi aperti, la promozione di ciò che offre.
Il bar è frequentato da giovani e la loro scelta si indirizza su bevande abbastanza alcoliche:la Tequila-ilMojito – l'amarissimo Assenzio dal sapore di anice.
Liquori ad alta gradazione alcolica il cui costo non è proprio da studente...3 euro...6 mila lire!

Nel frattempo la città è sempre più invasa dalle vetture. I mezzi di trasporto pubblico sono semivuoti.Dove andranno tutte queste vetture con una sola persona?
Ho chiesto alla gente che incontravo se era vero quello che vedevo.
La risposta è stata affermativa e giustificata dal fatto che gli aquilani abitando nei MAP o nelle C.A.S.E. non avendo ancora il problema di pagare le tasse ed altro, con i soldi che risparmiano preferiscono acquistare vetture nuove e gironzolare per la città per passare il tempo.

Il sindaco Cialente ed il governatore Chiodi a fine anno 2011 sono andati a Roma achiedere soldial presidente del consiglio Monti per la ricostruzione, 190 milioni circa, ma ne hanno ottenuti solo 30, con la proroga di tutti i contratti di lavoro e la copertura delle spese dell’emergenza per tre mesi.
Come al mercato delle vacche si sta barattando la cifra e si spera che possa arrivare a 50 milioni

Sempre per tenere sveglia la cittadinanza e le istituzioni c'è lo smaltimento delle macerie che è a rischio.
La cava utilizzata è quella della ex Teges situata in località Pontignone, vicino a Paganica.
C'è una pronuncia del TAR che potrebbe bloccare la procedura su ricorso della ditta che gestiva il sito.
Quindi altro problema non di poco conto per far restare ferma la città.

Ma circolanovoci di popolo” vox populi...”su misteriose agenzie immobiliari pronte ad acquistare case.
Verranno abbattute quelle terremotate e ricostruite?Ci sarà speculazione?

Fra pochi mesi si voterà per l'elezione del sindaco. Aspettiamo di conoscere i contendenti e cosa proporranno.
Sarà la volta buona affinché qualcosa si muova?

Luciano Pellegrini

Le foto su questo link
https://picasaweb.google.com/110720412816253523394/SanBernardinoDaSiena#



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news