LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Replica all'articolo "Saviamo i pantani" - La Sicilia, 2-6-2012
10-08-2012
Francesco Sorge

Desidero segnalare che non date la possibilità/diritto di replica o di commento agli articoli che riprendete dai giornali e pubblicate nel Vostro sito.

Mi riferisco a questo articolo: http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=96294
SICILIA - La cultura si mobilita: «Salviamo i pantani»
Luca Ciliberti - LA SICILIA Sabato 02 Giugno 2012
Questa storia è alquanto bizzarra e chi la racconta non è ben informato. Ho contattato il giornalista de La Sicilia, il "diritto di replica" non esiste per i "non politicizzati"....

La replica di parecchie migliaia di abitanti ed operatori della cosiddetta Contrada Gelsari è la seguente ed è stata ripetutamente inviata alla stampa Siciliana ma pensiamo che fino a che permane questo "regime" non saremo ascoltati eppure siamo cittadini contribuenti come gli altri......
Le nostre case da anni allagate e qualcuno ipotizza di farci regredire ancora di mezzo secolo!

Dalle righe dell’articolo si evince che chi ha fornito l’inverosimile fantasioso racconto, anziché condannare chi ha operato impunemente la “Interruzione del Pubblico Servizio“ auspica incoscientemente il disastro Ecologico ed il dissesto Idrogeologico di un’area abitata da parecchie migliaia di famiglie. Questi pseudo ambientalisti “disconoscono” le varie Leggi Italiane e Regionali che regolano il controllo del territorio attraverso i numerosi Consorzi di Bonifica Siciliani, la L.R. n. 45/95 infatti, definisce i confini degli attuali comprensori di bonifica della Sicilia -art.3-, attribuendo alla Regione l’attività di promozione e di organizzazione della bonifica come mezzo permanente di difesa, conservazione, valorizzazione e tutela del suolo, di utilizzazione e tutela delle acque e di salvaguardia dell’ambiente -art.1 (ed è questa è la grave inadempienza perpetrata dalle Istituzioni Locali e dagli Enti Preposti!)

Si “disconosce” altresì la locazione dei due “ ex” pantani, si ignora che i mappali disponibili presso la Regione Sicilia, ivi compresi i vari P.A.I. (Piano Assetto Idrogeologico)” evidenziano che l’area a ridosso del fiume San Leonardo, nel tratto di costa che comprende i vari villaggi da Gelsari - San Leonardo, Marina, Sabbione fino quasi ad Agnone, è un “Nucleo ad Alta Densità Abitativa” con edifici commerciali, produttivi, residenziali e rurali oltre a Strade provinciali e statali ed aree coltivate” -territorio censito e catastato nel Comune di Augusta e di competenza del Consorzio di Bonifica SR-10 per quanto riguarda il mantenimento dell’assetto Idrogeologico attraverso le Idrovore a tal’uopo installate oltre mezzo secolo orsono. Si omette e/o si ignora che in prossimità dei 2 ex pantani esistono già parecchie aree protette, il Lago Biviere di Lentini, l’Oasi del Simeto etc… ed ancora, si vuole ignorare che in un così vasto comprensorio densamente abitato, in mancanza delle reti fognarie che il Comune di Augusta non ha mai voluto realizzare e, senza la funzionalità dell’impianto Idrovoro di Bonifica, la Flora e la Fauna dell’intera area andrebbe completamente distrutta. Già adesso vediamo piante ed animali morti lungo le strade dei villaggi, noi residenti ed abitanti della zona capiamo che è invece urgente il ripristino funzionale degli impianti di bonifica per scongiurare ulteriori gravi pericoli per l’incolumità e la salute pubblica.

Il mantenimento delle condizioni Idrogeologiche ottimali nella vasta area è fondamentale per la vita dell’uomo ed è complementare alla flora e fauna ma, mi pare, che qualcuno pensa che sarebbe giusto invertire le priorità in “ prima l’animale poi l’uomo”!

Noi cittadini contribuenti vogliamo luce, gas, riscaldamento, reti fognarie, strade pulite e treni che arrivano in orario ma, queste pseudo associazioni antiprogressiste, contestano pervicacemente l’avvio di qualsiasi opera necessaria a far sì che poi ci siano energia ed infrastrutture adeguate per tutti. In Italia, ed in particolare in Sicilia, si dovrebbe «recuperare l'autorevolezza delle Istituzioni» ed impedire a questi “ pseudo ecologisti e qualche pseudo intellettuale” di esercitare questo tipo di terrorismo che ha già fatto e continua a fare male agli Italiani. Questi pseudo ambientalisti politicizzati continuano a frenare lo sviluppo economico ed occupazionale dell’Italia opponendosi a tutto, che si tratti di rifiuti o di energia o bonifiche oppure Tav, di esempi di opere fermate dai «no» ce ne sono ancora oltre 330 in Italia.

07 Agosto 2012
Francesco Sorge

Presidente Comitato “Gelsari – San Leonardo”



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news