LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Restauro: soddisfazione per l’approvazione della normativa sugli operatori del settore
02-01-2013
Giovanna Bandini

Il 18 dicembre 2012 dopo il Senato, anche la Commissione Cultura della Camera dei Deputati, in sede legislativa ha approvato definitivamente e all’unanimità il disegno di legge per la ‘Modifica dell’articolo 182 del Codice dei BB.CC.’ per la parte riguardante le qualifiche professionali di restauratore e di collaboratore restauratore di Beni Culturali.
Sono arrivati i pareri favorevoli delle commissioni interessate e, dunque, il provvedimento sarà pubblicato quanto prima sulla Gazzetta Ufficiale. A breve, dovranno essere adottati i decreti attuativi che regoleranno gli aspetti secondari della disciplina, tra cui le linee-guida per l'espletamento della procedura di selezione pubblica e il nuovo bando, ma finalmente si vede ora premiata la determinazione civile e professionale di chi, in questi ultimi 3 anni, si è battuto per cambiare una legge davvero iniqua.
Soddisfazione anche dal mondo della politica; Matteo Orfini, responsabile cultura del Pd e il sen. Andrea Marcucci, primo firmatario del provvedimento al Senato hanno così commentato: “Dopo anni di immobilismo, il Parlamento è finalmente riuscito a modificare le condizioni di accesso alla professione di restauratore. Una nuova legge che interrompe un lungo periodo di stagnazione e che torna a dare dignità a un mestiere fondamentale nel settore dei beni culturali. Il testo prevede una selezione pubblica (valutazione di titoli, di attività svolte, e attribuzione del relativo punteggio), che si concluderà entro il 30 giugno 2015, una prova di idoneità con valore di esame di Stato abilitante, riservata ai collaboratori restauratori e a una serie di profili di studio della durata di almeno cinque anni, la creazione di un registro pubblico del Ministero, suddiviso per settori di competenza. La legge, che coinvolge circa 20 mila persone, definisce così un sistema di qualificazione equilibrato che tiene conto dei diversi percorsi formativi e professionalizzanti delle migliaia di restauratori fino ad oggi privi di un riconoscimento. Di fatto erano stati lasciati fuori migliaia di validi professionisti che con questo provvedimento possono avere invece un equo riconoscimento. Altrettanto importante è l'ingresso riconosciuto ai giovani laureati”.
Per suo verso, Andrea Cipriani – presidente dell’Associazione “La Ragione del Restauro”, organizzazione che si è fatta latrice degli appelli di un’ampia rappresentanza di professionisti, sia interni che esterni al MiBAC, tutti operanti nel campo del restauro – così ha commentato l’esito della modifica di legge: “Nel momento in cui vediamo finalmente riconosciuto il diritto ad un equo riconoscimento dei percorsi formativi degli operatori, la nostra Associazione vuole esprimere un sentito ringraziamento a tutti coloro che si sono distinti, tra gli altri, affinché si potesse giungere a questo grande risultato: il sottosegretario Roberto Cecchi, i senatori Andrea Marcucci e Vittoria Franco, l’onorevole Emanuela Ghizzoni ed in particolare Matteo Orfini e Rita Borioni (Dipartimento Cultura e Informazione del Partito Democratico) che da subito si sono fatti carico delle nostre istanze dimostrando grande attenzione al settore dei Beni Culturali e che, con spirito partecipativo e grande fermezza, sono risultati determinanti affinché si potesse giungere ad una regolamentazione del settore dopo anni di incertezza e caos normativo. Un pensiero particolare va all’avv. Pietro Celli per l’abnegazione e la professionalità che lo contraddistinguono e soprattutto un sentito ringraziamento a tutti i colleghi che hanno creduto in noi e in loro stessi, permettendo all’Associazione di dar voce, in modo diretto e senza intermediari, a chi quotidianamente lavora ‘sul campo’.
Per acquisire la qualifica ci aspetta ancora un po' di strada, visto che dovranno essere adottati i decreti attuativi che regoleranno gli aspetti secondari della disciplina, tra cui le linee-guida per l'espletamento della procedura di selezione pubblica e il nuovo bando, ma finalmente vediamo premiata la nostra determinazione civile e professionale. Ora possiamo guardare con più serenità al nostro futuro consapevoli di quanto abbiamo fatto e possiamo ancora fare”.

Giovanna Bandini



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news