LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Distruzione di beni archeologici a Pignataro Interamna (FR)
19-10-2013
Fulvio Fiorentini - Ermanno Amedei

al MIBACT:
c.a. Sopr.za per i Beni Archeologici del Lazio

e p.c.
- al CR - Lazio di Italia Nostra Onlus
- alla Sez. Ciociaria di Italia Nostra Onlus
- a PATRIMONIOSOS


Lo scrivente Fulvio Fiorentini, Segret. Amm.vo della Sez. prov.le di Viterbo di Italia Nostra Onlus (leg. ric. DPR 1111/1958),
nato a Roma il 12.11.1974, residente in Via Attilio Bonanni n. 7, CAP 01033, Civita Castellana (VT),

RIGIRA per competenza quanto ricevuto, per le opportune verifiche ed indagini, ai sensi del D.Lgs. 42/2004 e smi, dell'art. 733 C.P. e delle altre norme vigenti, circa il danneggiamento di beni archeologici nel comune di Pignataro Interamna (FR), meglio descritto di seguito.

Distinti saluti.

Civita Castellana, 13.10.2013

In fede: Fulvio Fiorentini
(S.A. IN-VT)



La storia zappata. A Pignataro arano un campo in area archeologica e distruggono mosaici, vasellami e muri romani


La storia zappata. A Pignataro arano un campo in area archeologica e distruggono mosaici, vasellami e muri romani

Segnala articolo Stampa questa pagina A | A
Pignataro Interamna (Fr)
13 ottobre 2013 ore 18:00

A Pignataro Interamna hanno zappato la storia. Quello che oggi un distesa di terra destinata ad agricoltura, un tempo era presidio di civilt con ville, teatri e luoghi di culto. Sotto meno di mezzo metro di terra, sono celati tesori che altri vengono a scoprire, come l'universit di Cambridge che, a poca distanza dal campo coltivato, hanno riportato alla luce un anfiteatro. Ma la nostra attenzione si soffermata sul campo, dove i lavori agricoli, effettuati ad una profondit maggiore di quanto consentito dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici, hanno arrecato pesanti danni alle strutture interrate della citt romana di Interamna Lirenas. In questi giorni chi frequenta il sito ha potuto constatare che, a causa del vomere spinto troppo in profondit, diversi blocchi sono stati letteralmente sradicati dai muri. In un caso venuto anche alla luce un muro lungo circa quattro metri e un grosso pezzo di mosaico. La foto cronaca mette tristezza, e testimonia come l'immenso patrimonio archeologico sia stato purtroppo sminuzzato e trasformato in pochi frammenti. Piante di grano cresceranno tra pezzi di mosaico, vasellame tritato, pezzi di storia andati distrutti per sempre. Gi l'anno scorso un sopralluogo di tecnici del ministero verbalizzarono la stessa situazione; furono ulteriormente informati i proprietari dei campi di non effettuare arature a scasso. Ma l'esito di quelle buone intenzioni non stato quello sperato. Ci troviamo nell'area di una citt romana importantissima che si contendeva la Valle Latina con Aquinum e Casinum; oggi l'area della citt a destinazione agricola e soprattutto al di fuori dei circuiti ufficiali del turismo archeologico. A tale motivo va imputata l'assenza di attenzioni e controllo da parte di chi, purtroppo, deve necessariamente svolgere le proprie attivit di vigilanza in altri contesti di pari importanza. Sarebbe da suggerire a chi effettua i lavori agricoli nell'area interessata dai rinvenimenti di usare un p di buon senso ed evitare di affondare il vomere dove millenni di storia giacciono in attesa di pi corretti rinvenimenti.
Ermanno Amedei



news

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

15-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 OTTOBRE 2017

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

Archivio news