LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Salviamo il Conventino: non c pi tempo!
20-04-2014
Giovanni Ferrario

Sono passati ormai diversi anni da quando si ventilata lipotesi di recupero del cosiddetto Conventino di via Matteotti a Busto Arsizio. Era il 2009 ma fino ad oggi (e siamo nel 2014!!!) niente si ancora mosso, con leccezione di una parziale e non pi sufficiente messa in sicurezza di parte della facciata. Anche lesito del concorso pubblico del 2011 non ha ancora dato frutti.

Cos il Conventino
Uno dei gioielli architettonici della citt, uno degli edifici pi antichi e rappresentativi dell'architettura storica civile di Busto Arsizio che si mantenuto intatto dal XVII secolo, si trova in condizioni sempre pi precarie ed lasciato alla completa autodistruzione.
Ledificio (in realt non un edificio di natura religiosa, come farebbe supporre il nome con cui generalmente conosciuto, ma abitazione civile signorile delle famiglie Canavesi Bossi), ha unorigine addirittura cinquecentesca riscontrabile nelle cantine voltate, (analoghe a quelle di Palazzo Cicogna) ed in elementi costruttivi caratteristici (la ghiacciaia, colonne, ).
Di una fase successiva (settecentesca) che oggi caratterizza complessivamente l'edificio, sono l'elegante corte colonnata, i soffitti a cassettoni, gli oculi della facciata ed il portale d'ingresso.

Come intervenire
LAmministrazione Comunale, proprietaria esclusiva dellimmobile, dovrebbe avere il dovere di salvaguardare un bene comune patrimonio della citt e farsi promotore al pi presto del restauro e del recupero funzionale delledificio.
A tal proposito, vista lattuale congiuntura economica, sarebbe auspicabile anche lintervento di privati che concorrerebbero cos alla salvaguardia di un bene architettonico importante; non solo semplici benefattori ma anche operatori economici che potrebbero convenzionare lutilizzo degli spazi recuperati con il Comune stesso.
Ma si badi bene: solo un intervento di restauro che conservi dunque loriginalit del manufatto, dei materiali e degli spazi (peraltro gi richiesto da parte di insigni professionisti, studiosi, architetti che mi farebbe piacere potessero intervenire nel dibattito che spero questo testo far sviluppare, oltre alla raccolta firme di migliaia di cittadini) ed una attenta rifunzionalizzazione compatibile con il manufatto permetterebbe di salvaguardare e conservare un pezzo della nostra storia.
Troppo spesso infatti, in contrasto con qualsiasi ipotesi di serio recupero delledificato storico, si continuano ad attuare interventi di completa ricostruzione che cancellano integralmente edifici di valore storico/ambientale, creando solo delle copie senza pi alcun significato (caso emblematico: le medievali case di via Solferino, ignobilmente demolite e in fase di ricostruzione oggi, nel 2014 (!!!) in cemento armato ad imitazione delle originali!!!).
Altre figure, pi recentemente, si sono invece espresse per la demolizione del Conventino: presa di posizione grave a maggior ragione in quanto viene da parte di esponenti della stessa Amministrazione comunale che dovrebbero salvarlo: cancellare il Conventino (oltretutto immobile vincolato) vorrebbe dire privare le generazioni future di parte del patrimonio culturale, storico ed architettonico di tutti noi!!!

Il progressivo stato di degrado
La sola messa in sicurezza (parziale) effettuata da parte del Comune oggi non pi sufficiente: i parziali crolli della copertura stanno provocando infiltrazioni delle acque meteoriche negli ambienti interni, con conseguente infradiciamento delle murature e dei solai in legno, compromettendoli e procurando un continuo peggioramento dello stato di degrado del complesso.
Un altro anno e dunque un altro inverno, altre piogge, altre inclemenze del tempo, senza un intervento urgente e non pi differibile potrebbero provocare danni irreparabili al Conventino!

Busto Arsizio, 17.03.2014

Dott. Arch. Giovanni Ferrario




news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news