LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LETTERA PER SOSTENERE LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DEL MUSEO DELLA SHOAH NELL'AREA DI VILLA TORLONIA, A ROMA
10-09-2014
Paolo Coen

In altra sede PatrimonioSOS ha reso nota la proposta di mutare la sede del futuro Museo della Shoah di Roma. Tale cambiamento stato gi deplorato dall'Ordine Nazionale degli Architetti: qualora divenisse operativo, esso infatti pregiudicherebbe la messa in opera del progetto originario, destinato a sorgere nei prossimi due o tre anni in un'area di Villa Torlonia, su disegno degli architetti Luca Zevi e Giorgio Tamburini. La presente lettera di sostegno si unisce alla prima, facendo leva piuttosto sulle ragioni della storia dell'arte e delle discipline del Museo, come pure sul comune impegno verso una una moderna educazione alla cittadinanza.
Al link sottostante possibile firmare per aderire a questo appello.

________________________________________________________________

Al Presidente della Repubblica Italiana - Prof. Giorgio Napolitano



e per dovere di conoscenza:



Al Presidente del Consiglio dei Ministri Dott. Matteo Renzi



Al Ministro per i Beni e le Attivit Culturali e per il Turismo Dott. Dario Franceschini



Al Sindaco di Roma Prof. Ignazio Marino






LETTERA PER SOSTENERE LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DEL MUSEO DELLA SHOAH NELL'AREA DI VILLA TORLONIA, A ROMA





La memoria della Shoah costituisce un valore basilare della civilt moderna. Per certi aspetti pu addirittura considerarsi il valore per antonomasia. La stessa Unione Europea lha assunto a fondamento della propria esistenza. Nulla perci di strano se lesposizione installata nel 2012 in piazza Altiero Spinelli, a Bruxelles, per celebrare il conferimento allUnione del Premio Nobel per la Pace inizia con una gigantografia del cancello di Auschwitz: perch esattamente ad Auschwitz, non altrove, ha avuto principio lEuropa di oggi, quellEuropa che per oltre sei decenni ha contribuito allavanzamento della pace e della riconciliazione, della democrazia e dei diritti umani, per tornare alla motivazione del Premio.



LItalia tradizionalmente fra i principali interpreti di tale valore. Il Paese, che dal 2000 pu far leva su un apposito strumento legislativo - la Legge 211, o Legge della Memoria - ha profuso molti sforzi in questa direzione: sforzi che, particolarmente sensibili ed efficaci nel mondo della Scuola e dellUniversit, stanno indirizzando le generazioni dei pi giovani verso uno spirito di cittadinanza attiva e realmente condivisa.



Fin dal 1949, e ancor pi spesso dopo il crollo del Muro di Berlino, un congruo numero di nazioni individua nel Museo uno strumento essenziale per custodire, ricercare e trasmettere la memoria della Shoah. Istituzioni del genere sorgono oggi a Gerusalemme come a Washington, a Berlino come a Parigi, a Los Angeles come a Londra. E attenzione: sono organismi vivi e in piena efficienza, frequentati ogni anno da milioni di persone e particolarmente da giovani in et scolare.



Dal 2004 anche lItalia, su iniziativa del Comune di Roma, ha deciso di dotarsi di un proprio Museo della Shoah. Disegnato dallarchitetto Luca Zevi e dallarchitetto Giorgio Tamburini, ledificio ubicato in un lotto di terreno limitrofo a Villa Torlonia, negli ultimi anni peraltro divenuta un importante polo museale della citt. Il Comune ha acquistato il lotto attraverso una permuta immobiliare, finanziato la progettazione e ottenuto un mutuo dalla Cassa Depositi e Prestiti per lintero costo della costruzione. Tutto insomma pronto perch entro due o al massimo tre anni anche Roma e insieme a Roma, sintende, lItalia nella sua integrit finalmente si doti di uno strumento rivelatosi altrove di rara efficacia nel diffondere la memoria e nel contempo arginare pericolosi fenomeni come lantisemitismo, il razzismo e i negazionismo.



Le cronache recenti danno ora notizia di una pericolosa deviazione da questo percorso. In sintesi, lamentando i ritardi nel tradurre il progetto in opera concreta e nellurgenza del ricorrere del settantesimo anniversario della liberazione di Auschwitz nel 2015, alcuni propongono di realizzare il Museo della Shoah in una sede alternativa, individuata in uno spazio dellEUR finora adibito a tuttaltra funzione.



Altri, specie nel mondo degli architetti, hanno gi deplorato questa proposta, che metterebbe in discussione la stessa realizzazione di un Museo della Shoah in Italia.

In questa sede e sulla base di quanto si premesso vale piuttosto rammentare che la mancata realizzazione del Museo della Shoah nellarea di Villa Torlonia si tradurrebbe per il Paese non solo in unoccasione persa, ma anche in un passo falso nel lungo cammino verso una moderna educazione alla cittadinanza.



Per tali ragioni chi firma questa lettera si rivolge a Lei, Gentile Presidente, perch faccia propria la causa della realizzazione del Museo della Shoah nellarea di Villa Torlonia secondo il progetto originario; perch imprima una decisa accelerazione al processo di realizzazione dellopera; perch per il 27 gennaio 2015 promuova una mostra temporanea fondata sui materiali del Museo della Shoah e sul progetto del Museo stesso, nellattesa che venga ultimato.



Con stima e fiducia immutate,




Paolo Coen, Universit della Calabria, Rete Universitaria per il Giorno della Memoria














http://firmiamo.it/museo-della-shoah-di-roma


news

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

20-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2017

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

Archivio news