LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IL PAESAGGIO, UN BENE DI TUTTI
22-04-2006
Antonio V. GELORMINI




Sulle orme dei grandi viaggiatori del tardo Rinascimento, si diffuse agli inizi del Settecento, tra le classi pi agiate del Nord Europa, soprattutto inglesi, la consuetudine di organizzare un lungo itinerario attraverso la nostra Penisola. Era un viaggio alla ricerca delle grandi opere artistiche, delle vestigia archeologiche, delle testimonianze della civilt classica, del clima mediterraneo e dellintero stile di vita dellItalia dellepoca. Ogni uomo di cultura europeo che si rispettasse, in pratica, doveva aver compiuto almeno un soggiorno in Italia. Nonostante le strade dissestate e i pericoli del brigantaggio, questa esperienza culturale ed umana era ritenuta indispensabile alleducazione di un gentiluomo. Questo viaggio, come noto, passato alla storia con il nome di Grand Tour, da cui pi tardi nascer il termine turismo. Tra le affascinanti scoperte di questi speciali viaggiatori, spesso animati da una passione estetica senza pari, vi era sovente la seduzione del paesaggio. Quella che in Sicilia, al tramonto, infiammava limmaginazione poetica di molti artisti. Quella che sul lago di Como dette vita allincipit manzoniano pi famoso. O quella che di fronte a unaurora sul Gargano, fece coniare a Gohete forse lo spot pi bello per la promozione turistica del nostro Paese, quando disse di aver viaggiato nella Terra dove fioriscono i limoni. Ecco come ambiente, paesaggio e qualit della vita da sempre sono valori ricorrenti nellespressione dei bisogni dellindividuo e delle comunit. Oggi misuriamo la qualit dellambiente in livelli di inquinamento o di nocivit per la salute umana. Diciamo che la qualit della vita si misura in termini di accesso al reddito, alloccupazione, alla formazione, alla sanit, oltre che in termini di fruizione di un ambiente pi o meno salubre. Ma come si misura la qualit del paesaggio? E difficile dirlo. La sua definizione tutta su una base di valori strettamente dipendenti dalla percezione di chi osserva. E con i suoi contenuti fortemente dinamici, il bene paesaggio non potr mai essere chiuso nella cornice statica di uno scatto fotografico. Per il turismo il bene paesaggio indubbiamente una risorsa primaria, salvaguardarlo diventa unesigenza fondamentale delleconomia turistica, ma la domanda che deve porsi alla nostra attenzione oggi : qual il paesaggio che vogliamo difendere? Quale identit vogliamo far prevalere? La sconsiderata proliferazione delle pale eoliche arricchisce o deturpa questo nostro paesaggio? Lo smembramento di un plurisecolare complesso monastico, come la distruzione di un castello normanno, arricchiscono o impoveriscono lidentit storica e culturale di una comunit? Sono quesiti-indici per avvertirci che non pi sufficiente schierarsi a favore della salvaguardia del paesaggio, ma necessario, affinch gli obiettivi di tutela vengano realmente raggiunti, definire il paesaggio che vogliamo. Sapere quale identit intendiamo valorizzare: panoramica, eco-sistemica, architettonica, monumentale, storica, artigianale, industriale, agricola, etc. Un punto su cui ogni cittadino dovr rivendicare il suo ruolo di protagonista centrale, attraverso un confronto indispensabile ed un percorso di ascolto, che miri ad accrescere la consapevolezza dellimportanza delle scelte, favorire la partecipazione attiva della comunit, determinare una presenza costante, in grado di condizionare gli organismi di governo delle citt. Leopardi, che di paesaggi aveva uninfinita conoscenza, prima del dolce naufragio disse: il progresso ritrovare ci che avevamo perduto. La nostra grande occasione sar, dunque, la combinazione di tutela e conservazione del patrimonio storico-artistico-culturale con lo sviluppo economico, inteso, pi che mai, come attento recupero delle proprie tradizioni ed occasione di opportunit per i relativi territori. (gelormini@katamail.com)



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news