LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Medea al Colosseo
11-07-2015
Pier Giovanni Guzzo

Quanti desiderano "godere... la magnifica struttura del monumento (= il Colosseo), dai sotterranei che si svelano a cielo aperto, all'abbraccio della cavea" sono avvertiti. Il comunicato stampa ministeriale che annuncia le tre prossime repliche della Medea (di Seneca, non di Euripide) che si terranno nel Colosseo fissa due importanti notizie. La prima riguarda la destinazione, anche futura, a luogo di spettacoli del Colosseo stesso; la seconda in palese contraddizione con precedenti annunci, anche del Ministro pro tempore in persona, circa il completamento del piano dell'arena. Se, infatti, i "sotterranei che si svelano a cielo aperto" saranno in grado di far "godere" gli spettatori della Medea, per quale motivo si era annunciato di volere il completamento del piano dell'arena e quindi la chiusura alla vista dei "sotterranei" cos che ai prossimi spettatori sar impedito di "godere"? Perch una tale crudele disparit di trattamento, quasi fossero gli sventurati figli della maga rediviva? Ci si augura, almeno, che i costi dei biglietti saranno ribassati rispetto a quelli adesso annunciati. La definitiva destinazione a luogo per spettacoli del Colosseo ribadita anche dal Soprintendente pro tempore. Con un ardito paragone il Soprintendente ricorda come le antiche e sanguinose lotte fra gladiatori si svolgessero nel "grandioso luogo di spettacolo, macchina del consenso" a vantaggio dell'Imperatore: altrettanto egli sicuro avverr da oggi in poi, cos che si potr "cogliere il suo (= del Colosseo) spirito originario". In tal modo veniamo ad apprendere che l'intera operazione, dallo svolgimento di spettacoli alla ricostruzione del piano dell'arena (ma si far?), finalizzata a far rivivere una contemporanea "macchina del consenso", anzich ad un programma di sensibilizzazione e di accrescimento culturali (cio: la famosa valorizzazione). Ovviamente, ci auguriamo che, per assicurare la lodevole e democratica continuit di far "godere" anche i futuri frequentatori degli spettacoli con la visione dei "sotterranei", sia stata accantonata l'ipotesi di ricostruire il piano dell'arena: impresa per la quale sembra finora non siano stati resi noti i risultati degli studi relativi a suo tempo annunciati. La prossima produzione della Medea dimostrer che spettacoli sono possibili anche con un piano non completo. Insistere, invece, per completarlo comporter un sensibile dispendio di risorse: le quali, forse, sarebbero pi utilmente impiegate nel procedere alla salvaguardia dalle infiltrazioni di acqua della non lontana Domus Aurea (cfr. www.archeoroma.beniculturali.it/cantieredomusaurea) che mettono in serio pericolo la conservazione degli affreschi che ancora resistono. Ma, purtroppo, si sa: per qualcuno preferibile un consenso immediato, piuttosto che l'apprezzamento derivante dall'essersi adoperato senza clamore ad ingrate ed oscure attivit di tutela. Gli spettacoli possono attendere, la conservazione dei monumenti storici ed artistici non ammette indugi, pena la loro definitiva perdita. E, una volta che siano distrutti, non ci sar pi possibilit di "valorizzazione": anche se, ne siamo pi che sicuri, si trover sempre il modo di far funzionare una "macchina del consenso".



news

16-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 16 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

Archivio news