LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Si avvicina la fine dell'archeologia preventiva?
24-01-2016
Pier Giovanni Guzzo

SI AVVICINA LA FINE DELL'ARCHEOLOGIA PREVENTIVA?
Non si ancora metabolizzato (e come si sarebbe potuto?) il secondo sconquasso del quale ha sofferto il Ministero per i Beni Culturali, ormai chiaramente in liquidazione, che si apprende di un ulteriore, possibile colpo basso. A leggere una bozza di provvedimento sarebbe in discussione l'abrogazione degli articoli 95 e 96 del codice degli appalti (D. Lgs. 163/2006): quelli relativi all'archeologia preventiva. Attivit mai stata gradita a chiunque, fosse pubblico o privato o semiprivato, che avesse volont o necessit di modificare lo stato attuale del territorio nei settori di esso che siano noti come potenzialmente a rischio della conservazione del patrimonio archeologico sepolto. L'elemento che in particolare insospettisce la coincidenza temporale tra la sparizione delle Soprintendenze Archeologia (cos definite in dispregio della grammatica) e la ventilata abrogazione dell'archeologia preventiva. In caso tale abrogazione venisse perfezionata (e, vista l'aria che tira, non c' da essere ottimisti) per la tutela dei beni di interesse archeologico che venissero "casualmente" in luce durante i lavori non pi sottoposti alla procedura dell'archeologia preventiva non rimarrebbe che la vecchia norma della sospensione dei lavori. ma per applicarla occorre che si verifichi una pre-condizione: che, cio, dell'avvenuta messa in luce sia informato un funzionario archeologo, per di pi in grado, superando tagli di risorse, limitazioni ai movimenti, mancanza di mezzi di trasporto, superlavoro, di recarsi sul posto, prendere visione della situazione e riferire della scoperta "di importante interesse". Ma il nuovo Soprintendente unico, ben difficilmente di formazione archeologica, vorr sottoscrivere quell'"importante interesse", per la valutazione del quale non possiede, non per sua colpa, gli strumenti di giudizio necessari? Ammesso che tutto proceda bene fino a qui, come e con quali fondi, in immediata disponibilit, si affronter, nei sessanta giorni di "sospensione temporanea" il necessario scavo archeologico volto a salvaguardare i reperti "di importante interesse" venuti in luce? A Se l'inizio di questo anno 2016, bisestile, stato finora segnato negativamente dal crollo del borse, non meno disastroso stato il corso dei valori culturali. Con la differenza che le prime sono altalenanti per definizione; mentre per i secondi ogni abbassamento prelude, non a rimbalzi, ma a cadute ancora pi profonde. Cos come stiamo assistendo.
PIER GIOVANNI GUZZO



news

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

Archivio news