LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Continua al Senato la giusta guerra ambientalista contro la Sfasciaparchi
01-11-2017
Vittorio Emiliani

Continua al Senato la giusta guerra ambientalista contro la Sfasciaparchi

di Vittorio Emiliani

Al Senato continua la giusta guerra delle opposizioni al disegno di legge definito ormai sfasciaparchi col quale il Pd tenta di svuotare dei suoi contenuti migliori la legge-quadro sulle aree protette Cederna-Ceruti del 1991, con la quale sono stati istituiti in Italia ben 19 nuovi Parchi Nazionali, Una vera rivoluzione verde. Si teme infatti un colpo di mano dell´ultima ora. magari spacchettando la legge Caleo (Pd), infilandone dei pezzi nella legge di stabilità per farli passare con la fiducia.
Sarebbe almeno la seconda volta: un anno fa lo stesso Pd (questa volta quello romano guidato da Lorenza Bonaccorsi, responsabile della Cultura) ha introdotto nella legge finanziaria un emendamento col quale veniva rivoluzionato l´assetto della tutela dell´archeologia romana... Così ha creato le premesse di un assurdo Parco Archeologico Palatino-Colosseo-Domus Aurea pur di sottrarre (ragione altamente scientifica) il cucuzzaro di ben 6o milioni di euro a tutto il resto e anche ai Fori Imperiali ricadenti sotto la Sovrintendenza Capitolina. Respinto tre volte dal presidente della Commissione Bilancio, Boccia, è stato riproposto con oltre 20 firme e approvato, creando con ciò un precedente gravissimo.
I senatori contrari alla legge (M5s, Mdp, SI, ecc.) sono tenuti in costante allarme principalmente dal Gruppo dei Trenta (composto da tecnici di alta qualificazione come Giorgio Boscagli, ex Foreste Casentinesi, e Francesco Mezzatesta, Lipu) su questi punti:
1) i ritocchi avallati alla Camera da Ermete Realacci declassano i Parchi Nazionali ad una specie di mega-Pro Loco imponendo compiti assolutamente estranei alla autentica mission dei Parchi;
2) l´inadeguatezza, in qualità e quantità, degli organici ed elementi strategici quali la sorveglianza, la gestione faunistica vengono del tutto trascurati o trattati in modo incompetente;
3) sottratti allAlbo degli Idonei i profili dei direttori, questi ultimi non avrebbero più alcun vaglio scientifico preliminare: non tanto sul piano dei titoli di studio quanto su quello delle competenze maturate. Peggio ancora per i presidenti già ora di sempre più modesta levatura;
4) le Aree marine Protette verrebbero lasciate in balia di improbabili consorzi locali privi di qualsiasi competenza specifica;
5) dalla Commissione Ambiente (meno male!) della Camera è uscita una scappatoia per la prosecuzione delle ricerche di idrocarburi nelle aree protette;
6) il Parco Nazionale del delta del Po rimarrebbe, con la legge Caleo, soltanto un miraggio, una solenne presa in giro. E pensare che è una delle ormai rarissime aree ancora verdi sull´Adriatico, certo la più estesa.
I Parchi Nazionali - magari spezzettati alla maniera dello Stelvio (in tre parti) - non possono diventare l´ennesimo carrozzone al servizio della piccola politica locale, tante poltroncine da far occupare al piccolo riciclaggio dei partiti di governo e loro fiancheggiatori. Va ricordato che fu Silvio Berlusconi a promettere la divisione in tre parti del Parco Nazionale dello Stelvio (Lombardia, Province Autonome di Trento e Bozano) per ottenere in cambio i voti dei parlamentari della SVP. A volte ritornano. Allegria.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news