LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

IMBECILLI NON SI NASCE
26-07-2006
Antonio V. GELORMINI

Uno sfregio. E stato definito ripetutamente cos il danno arrecato alla Cattedrale di Trani e in particolare ai due leoni stilofori in pietra, che si trovano ai lati del suo principale portale di bronzo. Offensivo, cattivo e dilaniante, lo sfregio ha provocato rabbia, sdegno e dolore, evidenziati negli innumerevoli commenti sia a caldo che nei giorni successivi alla scoperta del disastro. Lindignazione corale e naturale ha dato corpo agli appellativi pi svariati per qualificare gli ignoti autori dello scempio e tra essi quello di imbecilli rimasto il marchio indelebile unanimemente apposto sulle loro sagome sconosciute. Risentimento spontaneo e fin troppo giustificato. Per sua natura, per, lo sfregio raramente un atto gratuito, spesso la reazione ad una provocazione, la bravata contro unindifferenza, latto inconsulto verso qualcuno o qualcosa che si odia, la manifestazione di uninsofferenza; a volte una minaccia, altre ancora laffermazione di un diritto di potere. Latto vandalico, allora, potrebbe celare anche qualcosaltro. Perch imbecilli non si nasce. E se ci si diventa, forse qualche interrogativo dovremmo porcelo. Forse il caso di chiederci come mai un forte elemento di identit e di appartenenza non pi percepito come tale da una parte non irrilevante della citt. Una citt che forse tende a catturare attenzioni e frequenze forestiere, pi che a coinvolgere nella sua trasformazione la comunit tranese nel suo insieme e nelle sue diversit. Abbiamo letto tanti commenti autorevoli, ma potrebbe risultare interessante ascoltare i pareri dei tranesi dellaffascinante e misterioso dedalo di viuzze o di quelli del porto, uno tra i pi suggestivi della costa pugliese. Certamente non sar il linguaggio della lettera aperta di Raffaele Iorio al Povero imbecille (Gazzettadel Mezzogiorno del 20/7/06) a fare breccia nellinsensibilit assurda dei vandali. Non saranno la nave di pietra che da un millennio salpa verso il nostro avvenire, il palinsesto di pietre e di storia o la forma dello spazio mensurabile, le iconografie bidimensionali, le stereometrie e le simulazioni di tridimensionalit evocata ad attirare lattenzione dei senza baculum, senza bastone, quindi pronti a crollare. Sar il caso di chiedersi quale sostegno abbiamo garantito loro nella rincorsa ai format del Grande Fratello, delle Fattorie o delle Isole dei famosi, dedicandovi intere pagine dei nostri rotocalchi e fiumi di ore di trasmissione nei diversi canali televisivi? Proviamo a verificare quanti ragazzi hanno ancora labitudine a frequentare la parrocchia, a fare il chierichetto negli anni delladolescenza? Un modo come un altro per rapportarsi allo spirito, al rito, al rispetto del sacro e di quelle pietre che sfidano i secoli e che in fondo, poi, senti anche un po tue? Forse e qui il nocciolo della questione. Quanto Trani ancora percepita come proprium, come la citta di tutti i tranesi? E apprezzabile invocare sinergie per stanare limbecillit e il vandalismo ed elevare la cultura del bello nel rispetto delle persone che lhanno saputo produrre e della societ che lo ha ereditato come ricchezza unica ed impareggiabile (S.E. Mons. Picchierri). E anche confortante sapere che si consci che non si tratta solo di un fatto di cronaca nera, ma del risultato di una inconsapevolezza collettiva del valore delle opere darte e della bellezza. Frutto di anni di mancati investimenti nella cultura (Presidente Vendola). Cos come perfino condivisibile la riapertura del Colosseo, proposta da Marcello Veneziani, per vedere come se la caverebbero gli imbecilli a confronto con leoni veri. Ma se continueremo a pensare che imbecilli si nasce, le sorprese potrebbero diventare troppe e rendere vani i lamenti del senno di poi. La rabbia impotente per lennesimo atto vandalico diventi forza e motivo per non aspettare sempre che saccheggino la casa, prima di decidere linstallazione delle porte di ferro o dei sistemi di sorveglianza. La miglior difesa dei nostri patrimoni risiede nella capacit di farli sentire propri ad ogni singola persona delle nostre comunit. La tecnologia aiuta, ma non risolve il problema.

(gelormini@katamail.com)



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news