LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La legge di tutela del paesaggio: un contributo dalle Pro loco del Veneto
14-02-2007
Fernando Tomasello

Fernando Tomasello Vice Presidente UNPLI Veneto, Responsabile Dipartimento Cultura, Territorio Innovazione dellUNPLI


Il 10 e 11 febbraio scorsi allisola di S. Servolo si tenuto il corso di formazione per i 150 Volontari del Veneto e del Friuli Venezia Giulia che stanno prestando il Servizio Civile presso le diverse strutture regionali dellUNPLI (Unione Nazionale Pro loco dItalia). Il contributo che ho portato sul ruolo delle Pro Loco nella tutela e valorizzazione del Bene Culturale da tempo uno dei temi centrali nellattivit dellUNPLI, connaturato al fatto stesso di essere Pro Loco: associazioni che per spirito costitutivo sono a favore del territorio ed esprimono la propria vocazione nella sensibilit verso la salvaguardia di tutte le forme in cui il territorio stesso e la sua cultura si manifestano. Frutto di questa consapevolezza stata listituzione da parte dellUNPLI Nazionale del Dipartimento Cultura Territorio e Innovazione di cui sono responsabile, il cui obiettivo la valorizzazione di esperienze significative legate a questo tema. Nella stessa direzione va anche il Protocollo di Collaborazione sottoscritto tra il Ministero dei Beni e Attivit Culturali e le Pro Loco, che identifica le associazioni locali come protagoniste del proprio territorio. Su questa linea poi nato nel laboratorio sperimentale del Veneto una stretta collaborazione tra lUNPLI e la Sovrintendenza ai Beni Architettonici e il Paesaggio del Veneto Orientale: prima testimonianza concreta stata ledizione pilota di Tradizione. Devozione. Ambizione. Concorso per il Restauro dellArchitettura, che per il 2007 stato esteso a tutto il territorio nazionale. Lintesa tra UNPLI e Sovrintendenza tuttora al centro di una sorta di road show che stiamo portando avanti su tutto il territorio nazionale: il 29 ottobre scorso in Sicilia il convegno di studio Turismo e beni culturali, il 10 e 11 febbraio lappuntamento di S. Servolo e il prossimo 10 marzo a Genova lincontro tra il Sovrintendente per il Beni Architettonici della Liguria e del Veneto Orientale a Villa Pallavicini, sede dellUNPLI Liguria.
Quello della tutela e valorizzazione del territorio un tema particolarmente attuale in relazione allavvio da parte della Regione Veneto del Piano Paesaggistico previsto dal Codice Urbani. Una scelta che mette il paesaggio al centro della pianificazione del territorio e che mira a coniugarne lo sviluppo (economico, produttivo e infrastrutturale) con la necessit di tutelare lambiente tradizionale e di riqualificarne i segni distintivi. La Convenzione Europea del Paesaggio definisce infatti il paesaggio come una determinata parte di territorio, cos come percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall'azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni. Il primo strumento per arrivare a definire il concetto di paesaggio quindi la conoscenza e, di conseguenza, lascolto nei confronti di chi nel territorio vive ed opera. Dovremo essere noi bravi - ha affermato sulla stampa Americo Restucci, ordinario di Storia dellArchitettura allo IUAV di Venezia e membro della Commissione di esperti individuata dalla Regione - a coinvolgere le piccole comunit, a far loro toccare con mano le caratteristiche di un paesaggio che si perso nella mera logica dello sviluppo. E se questo, come ha dichiarato Restucci, non pu avvenire al di fuori del dialogo con tutti i gradini istituzionali, noi Pro Loco siamo qui per dare il nostro contributo, anche allinterno dellOsservatorio che verr istituito, con il bagaglio di conoscenza e con la forza del nostro radicamento sul territorio: un compito che si affianca sempre pi a quello delle istituzioni pubbliche. Le Pro Loco potrebbero cos esercitare un ruolo di coscienza critica, attraverso unazione concreta di confronto nelle scelte delle politiche di sviluppo e di garanzia tra la continuit culturale e il mutamento sociale. La conoscenza della storia e dellidentit di un luogo sono indispensabili per operare scelte progettuali il pi possibile condivise: in questo senso le Pro Loco sono anche il termometro di un territorio, oltre che la sua memoria storica.
Il patto stretto con la Sovrintendenza gi un passo concreto in questo senso. E, se da una parte la Sovrintendenza ha gi al suo attivo - dintesa con la Regione Veneto, la Provincia di Belluno e il Comune di Feltre - un "progetto-pilota" per la salvaguardia dei valori paesaggistici e ambientali del territorio di Feltre, credo che anche lUNPLI possa mettere a disposizione la propria esperienza in questo settore per interpretare nella maniera pi profonda la vocazione del territorio, senza bloccarne il progresso.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news