LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LETTERA APERTA ALLA MINISTRA ON. GIOVANNA MELANDRI
16-02-2007
Chiara Migliorini Fantechi

Firenze, 10 febbraio 2007

Gent.ma Ministra Melandri,

scrivo a nome delle Guide turistiche laureate che fanno parte dellANGT per porLe alcuni interrogativi in merito allapertura indiscriminata alla professione di Guida turistica, facendo anche riferimento alla Sua intervista apparsa sul Messaggero qualche giorno fa. Come premessa vorrei ricordarLe come la nostra professione non sia contingentata ma libera, in quanto prevista liscrizione in albi ed elenchi regionali o provinciali.
Dal nuovo decreto invece risulta che tutti i laureati in lettere con indirizzo in storia dellarte,
archeologia e lauree equipollenti potranno accedere alla professione di Guida turistica senza
sottoporsi ad esame alcuno: la cosa ci rende decisamente perplessi perch, proprio noi laureati, sappiamo bene che le sole conoscenze storico-artistiche o archeologiche non sono sufficienti per poter espletare al meglio questa professione. I requisiti necessari sono molteplici: si va dalla esatta conoscenza delle lingue parlate (e non ci risulta che la legge preveda alcun tipo di verifica in merito) alle tecniche di comunicazione e allapprofondita conoscenza del territorio.
Ci chiediamo poi che mercato ci potr essere per questi giovani, laureati s, ma totalmente inesperti e mancanti di adeguata preparazione, allinterno di una professione che sta diventando sempre pi complessa ed in alcune localit decisamente sovraffollata, con professionisti che non raggiungono il minimo vitale per il sostentamento della famiglia (non tutte le realt sono uguali a quelle delle grandi citt turistiche); senza dire dei problemi
enormi che emergeranno nel momento in cui i laureati del resto dEuropa arriveranno in Italia, non pi come accompagnatori ma come guide a tutti gli effetti. E pensare che se io, con la mia laurea e la mia licenza di Guida turistica italiana, in un altro Stato membro volessi effettuare prestazione di servizi, dovrei dimostrare di essere guida e seguire la prassi prevista
dalle direttive europee per il riconoscimento del mio titolo.
Vorrei far presente che non siamo contrarie allingresso di giovani laureati nel mondo delle Guide turistiche, anzi, in quanto noi stesse laureate, siamo convinte che la laurea possa essere titolo preferenziale. LANGT come associazione professionale ha chiesto alle autorit governative e al Parlamento, fino dal 1993, di stabilire quale titolo di accesso allesame di
abilitazione per la professione di Guida turistica, tutte le lauree umanistiche e in
architettura. Siamo per anche convinte che ci voglia una verifica, sotto forma di esame, di tutte le conoscenze che servono per la professione, cos come accade per altre professioni: tutti i laureati in giurisprudenza possono fare lavvocato, ma solo dopo aver seguito un iter specifico. Ci chiediamo perch questo non debba accadere per le Guide turistiche. In fin
dei conti anche, o forse soprattutto, tramite noi che gli stranieri conoscono il nostro paese. Noi non siamo accompagnatori turistici, professione diversa dalla nostra: noi siamo il filtro che permette al visitatore straniero di capire il nostro mondo e la nostra cultura. Noi tutti, Guide turistiche laureate, persone italiane o straniere abilitate in Italia, diamo una immagine dei beni culturali e ambientali dellItalia e delle sue tradizioni e cultura, del passato e del presente, e vogliamo continuare a fare la nostra professione al meglio, con seriet, professionalit e preparazione adeguata.

RingraziandoLa per la Sua cortese attenzione,
Chiara Migliorini Fantechi
Guide turistiche laureate ANGT



news

20-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news