LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LETTERA APERTA ALLA MINISTRA ON. GIOVANNA MELANDRI
16-02-2007
Chiara Migliorini Fantechi

Firenze, 10 febbraio 2007

Gent.ma Ministra Melandri,

scrivo a nome delle Guide turistiche laureate che fanno parte dell’ANGT per porLe alcuni interrogativi in merito all’apertura indiscriminata alla professione di Guida turistica, facendo anche riferimento alla Sua intervista apparsa sul Messaggero qualche giorno fa. Come premessa vorrei ricordarLe come la nostra professione non sia contingentata ma “libera”, in quanto è prevista l’iscrizione in albi ed elenchi regionali o provinciali.
Dal nuovo decreto invece risulta che tutti i laureati in lettere con indirizzo in storia dell’arte,
archeologia e lauree equipollenti potranno accedere alla professione di Guida turistica senza
sottoporsi ad esame alcuno: la cosa ci rende decisamente perplessi perché, proprio noi laureati, sappiamo bene che le sole conoscenze storico-artistiche o archeologiche non sono sufficienti per poter espletare al meglio questa professione. I requisiti necessari sono molteplici: si va dalla esatta conoscenza delle lingue parlate (e non ci risulta che la legge preveda alcun tipo di verifica in merito) alle tecniche di comunicazione e all’approfondita conoscenza del territorio.
Ci chiediamo poi che mercato ci potrà essere per questi giovani, laureati sì, ma totalmente inesperti e mancanti di adeguata preparazione, all’interno di una professione che sta diventando sempre più complessa ed in alcune località decisamente sovraffollata, con professionisti che non raggiungono il minimo vitale per il sostentamento della famiglia (non tutte le realtà sono uguali a quelle delle grandi città turistiche); senza dire dei problemi
enormi che emergeranno nel momento in cui i laureati del resto d’Europa arriveranno in Italia, non più come accompagnatori ma come guide a tutti gli effetti. E pensare che se io, con la mia laurea e la mia licenza di Guida turistica italiana, in un altro Stato membro volessi effettuare prestazione di servizi, dovrei dimostrare di essere guida e seguire la prassi prevista
dalle direttive europee per il riconoscimento del mio titolo.
Vorrei far presente che non siamo contrarie all’ingresso di giovani laureati nel mondo delle Guide turistiche, anzi, in quanto noi stesse laureate, siamo convinte che la laurea possa essere titolo preferenziale. L’ANGT come associazione professionale ha chiesto alle autorità governative e al Parlamento, fino dal 1993, di stabilire quale titolo di accesso all’esame di
abilitazione per la professione di Guida turistica, tutte le lauree umanistiche e in
architettura. Siamo però anche convinte che ci voglia una verifica, sotto forma di esame, di tutte le conoscenze che servono per la professione, così come accade per altre professioni: tutti i laureati in giurisprudenza possono fare l’avvocato, ma solo dopo aver seguito un iter specifico. Ci chiediamo perché questo non debba accadere per le Guide turistiche. In fin
dei conti è anche, o forse soprattutto, tramite noi che gli stranieri conoscono il nostro paese. Noi non siamo “accompagnatori” turistici, professione diversa dalla nostra: noi siamo il filtro che permette al visitatore straniero di “capire” il nostro mondo e la nostra cultura. Noi tutti, Guide turistiche laureate, persone italiane o straniere abilitate in Italia, diamo una immagine dei beni culturali e ambientali dell’Italia e delle sue tradizioni e cultura, del passato e del presente, e vogliamo continuare a fare la nostra professione al meglio, con serietà, professionalità e preparazione adeguata.

RingraziandoLa per la Sua cortese attenzione,
Chiara Migliorini Fantechi
Guide turistiche laureate ANGT



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news