LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il convitato di pietra
16-04-2007
Ercole Noto

Sulla data di riapertura della cattedrale di Noto gi polemica. Il 26 maggio, stando ai dubbi avanzati dal solito Sgarbi, il giorno meno adatto per assicurare la partecipazione al grande evento dei politici nazionali considerato che si alla vigilia della tornata di elezioni amministrative e che in Sicilia si incastra anche con il turno di ballottaggio in 151 comuni, compreso Palermo. Insomma un giorno di ingorghi elettorali. Che senso ha fare intervenire il presidente e vicepresidente del Consiglio e poi costringerli al silenzio per evitare che vengano accusati d strumentalizzare l'evento? Una situazione surreale, da convitato di pietra. Le massime autorit di governo costrette al silenzio durante la grande festa per la riapertura della cattedrale barocca di Noto, riportata al suo antico splendore dopo il crollo della cupola avvenuto il 13 marzo 1996. Stando cos le cose qualcuno prefigura uno slittamento dellevento a data da destinarsi. Ma non tutti sono daccordo. Circa l'opportunit o meno di rinviare l'inaugurazione della Cattedrale di Noto, per presunta violazione delle norme sulla par condicio, l'on. Nicola Bono ha espresso le sue perplessit, sull'interpretazione della norma che, a suo avviso, al contrario, non impone, nella fattispecie, alcun divieto. "Il fatto che il 26 maggio sia il giorno del silenzio elettorale - ha spiegato il deputato di AN - poich la vigilia del voto di ballottaggio in Sicilia e del voto per il primo turno nelle amministrative nel resto d'Italia, non costituisce alcun impedimento, ai fini della legge sulla par condicio, per celebrare l'inaugurazione della Cattedrale di Noto, con la partecipazione degli esponenti del Governo Nazionale e Regionale. La legge, infatti, si limita a disciplinare e garantire la parit di trattamento a tutti i soggetti politici per l'accesso sui mezzi di informazione per la comunicazione politica. Nulla, quindi, vieta ai rappresentanti del Governo di espletare le loro attivit istituzionali, tra cui appunto l'inaugurazione di opere pubbliche, in qualsiasi momento della campagna elettorale, ivi compreso, quindi, non solo il giorno del silenzio, ma anche quello del materiale esercizio del voto". "Affermare pertanto - ha proseguito l'on. Bono - che sarebbe opportuno rinviare l'inaugurazione, perch altrimenti sarebbe impedito agli esponenti del Governo nazionale (e perch non anche a quelli del governo regionale?) di parlare, rischiando di dare vita ad una cerimonia Kafkiana, con tutte le autorit presenti e silenti, un'immagine tanto suggestiva, quanto del tutto irrealistica. Come noto, la data dell'inaugurazione stata decisa unicamente sulla base di valutazioni tecniche, perch stata ritenuta congrua rispetto alla ultimazione dei lavori di pavimentazione. Solo se la previsione sulla ultimazione di tali lavori verr aggiornata ad oltre il 26 maggio, si potr valutare l'ennesimo rinvio dell'inaugurazione, altrimenti non ci sono ragioni perch la Cattedrale non sia restituita ai netini e all'umanit intera entro quella data, con una cerimonia dotata di tutti i requisiti che la valenza dell'avvenimento certamente impone. Chiarito che non ci sono, quindi, ragioni di ordine tecnico-giuridico idonee ad impedire l'inaugurazione, si pu valutare l'aspetto, semmai, dell'opportunit di inaugurare la Cattedrale alla vigilia delle elezioni. Le valutazioni sulla presunta inopportunit, per, appartengono notoriamente ed esclusivamente alla mentalit della Sinistra, e non certo alla Destra, che ha una concezione sacrale delle istituzioni, che, in quanto tali, sono oggettivamente al di sopra delle parti e degli interessi politici. Ritengo quindi non solo corretto, ma un vero e proprio onore, che il Presidente del Consiglio e il Ministro per i Beni e le Attivit Culturali vengano a Noto e parlino in occasione dell'inaugurazione del Tempio di San Nicol, senza temere che ci possa arrecare alcun beneficio elettorale alla loro parte politica. Gli italiani, infatti, sapranno distinguere, dalle immagini che saranno trasmesse nei TG nazionali, la valenza istituzionale di quelle presenze, che peraltro assolutamente nulla hanno fatto per la ricostruz ione della Cattedrale, rispetto a qualsiasi altra questione o possibile ricaduta. Ben venga quindi- ha concluso Bono - l'inaugurazione tanto attesa, per la quale ci siamo impegnati da oltre undici anni, portando avanti un progetto di ricostruzione che oggi un vanto per il nostro territorio e per chi si speso nel tempo, senza risparmio, per questo obiettivo".



news

24-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 agosto 2019

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news