LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Interrogazione parlamentare: Pompei
24-04-2007
GIOACCHINO ALFANO

Al Ministro per i beni e le attivit culturali. - Per sapere - premesso che: il Ministero per i beni e le attivit culturali interessato da un processo di riordino secondo quanto previsto dal decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248; all'esame del Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici una bozza concernente il riordino del precitato dicastero che all'articolo 16, comma 3, lettera a), annovera tra gli Istituti dotati di autonomia speciale la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei; la Soprintendenza di Pompei venne istituita nel 1981, con Fausto Zevi primo soprintendente; con la legge n. 352 del 1997, la Soprintendenza Archeologica di Pompei stata dotata di autonomia scientifica, organizzativa, amministrativa e finanziaria -: se tale accorpamento tra la Soprintendenza archeologica di Napoli e la Soprintendenza archeologica di Pompei rientri in un piano logico funzionale di rilancio delle due strutture oppure nella necessit di eliminare problemi che si registrano fra alcuni organi direttivi; se tale accorpamento sia stato valutato ai fini delle conseguenze organizzative e funzionali affinch non vi siano ripercussioni nello svolgimento delle attivit dei due istituti; se tale ipotesi in realt non prefiguri una diminuzione del ruolo della Soprintendenza Archeologica autonoma di Pompei con un impoverimento di tutta l'area di Pompei nonch dei siti facenti parte della Soprintendenza archeologica cos come denunciato anche dal sindaco di Pompei a nome di tutta l'amministrazione su Il Mattino dell'8 aprile 2007; se non ritenga il Ministro per i beni e le attivit culturali di risolvere le cause dei problemi indicati sopra rimuovendo i soggetti che ne siano responsabili, lasciando inalterata la struttura che a prescindere dagli uomini che attualmente la governano, pu rappresentare il modello di riferimento delle strutture autonome del Ministero per i beni e le attivit culturali. (4-03325) GIOACCHINO ALFANO. - Al Ministro per i beni e le attivit culturali. - Per sapere - premesso che: il Consiglio dei ministri in data ha approvato in via preliminare lo schema di decreto del Presidente della Repubblica concernente l'istituzione de il Centro per il libro e la lettura; attualmente il predetto decreto del Presidente della Repubblica all'esame della Conferenza Stato-Regioni per l'acquisizione del parere; presso il Centro opera un Osservatorio del libro e della lettura; il Centro pur essendo ufficio dirigenziale di livello non generale prevede lo stesso trattamento economico di un dirigente generale; la gestione del Centro affidata ad un consiglio di amministrazione composto da: a) il Direttore del Centro, che lo presiede; b) il direttore amministrativo; c) un rappresentante della direzione generale per i beni librari e gli istituti culturali; il Centro si avvale di un Consiglio composto da: il presidente; un rappresentante del dipartimento per l'informazione e l'editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri; un rappresentante della direzione generale per la promozione e la cooperazione generale della cultura italiana del Ministero degli affari esteri; un rappresentante della direzione generale promozione degli scambi del Ministero del commercio internazionale; un rappresentante del Ministero della pubblica istruzione; un rappresentante del Ministero dell'universit e della ricerca; un rappresentante del Ministero delle comunicazioni; un rappresentante del Ministero delle politiche europee; un rappresentante del Ministero delle riforme e innovazioni nella pubblica amministrazione; il direttore generale per i beni librari e gli istituti culturali; il direttore del Centro per il libro e la lettura; tre rappresentanti designati dalla conferenza delle regioni e delle province autonome; tre rappresentanti dell'Unione delle province d'Italia; tre rappresentanti dell'associazione nazionale comuni italiani; un rappresentante della SIAE; cinque rappresentanti dell'associazione di categoria degli editori librari pi rappresentativa in ambito nazionale; due rappresentanti dell'associazione di categoria dei librai pi rappresentativa in ambito nazionale; due rappresentanti dell'associazione professionale dei bibliotecari pi rappresentativa in ambito nazionale; tre rappresentanti dei sindacati degli scrittori pi rappresentativi in ambito nazionale; due rappresentanti delle associazioni di categoria dei traduttori e degli interpreti pi rappresentative in ambito nazionale; tre esperti scelti dal Ministro per i beni e le attivit culturali; presso il Centro costituito un comitato di indirizzo, presieduto da un presidente e da sette membri -: se la costituzione di un organismo a detta dell'interrogante pletorico, in quanto costituito - tra consiglio, comitato di indirizzo, osservatorio e revisori dei conti - di oltre 50 persone non si ponga in contrasto con gli indirizzi dalla legge n. 286 del 24 novembre 2006, di conversione del decreto-legge 3 ottobre 2006, n. 262, recante disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria; se nella scelta del direttore del Centro il Ministro non ritenga di privilegiare la scelta di una professionalit tecnico scientifica appartenente al ruolo dei bibliotecari; se non sia opportuno ricondurre la creazione di un simile Istituto all'interno del disegno complessivo di riordino del Ministero per i beni e le attivit culturali. (4-03329) GIOACCHINO ALFANO. - Al Ministro per i beni e le attivit culturali. - Per sapere - premesso che: in data 1 marzo stato insediato il Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici; in relazione alla composizione del Consiglio Superiore e dei Comitati tecnico scientifici, il decreto del Presidente della Repubblica n. 2 del 12 gennaio 2007, all'articolo 2 stabilisce che i componenti non possono esercitare le attivit di impresa previste dall'articolo 2195 del codice civile quando esse attengono a materie di competenza del Ministero, n essere amministratori o sindaci di societ che svolgono le medesime attivit; non possono essere titolari di rapporti di collaborazione professionale con il Ministero; non possono essere presidenti o membri del Consiglio di amministrazione di istituzioni o enti destinatari di contributi o altre forme di finanziamento da parte del Ministero n assumere incarichi professionali in progetti o iniziative il cui finanziamento, anche parziale, soggetto a parere del Consiglio superiore; L'Indipendente nell'edizione del 6 marzo 2007, ha pubblicato i nomi di una serie di componenti dei Comitati tecnico scientifici e del Consiglio Superiore, quali gli architetti Paolo Rocchi e Paolo Portoghesi, quest'ultimo addirittura Presidente del comitato tecnico scientifico per l'Architettura e l'Arte contemporanea, che si trovano, a detta dell'interrogante, in palese conflitto d'interesse -: se risulti al Ministro interrogato che componenti dei Comitati tecnico scientifici e del Consiglio Superiore si trovino nelle condizioni di incompatibilit rispetto a quanto previsto dal decreto del Presidente della Repubblica n. 2 del 12 gennaio 2007; se le nomine effettuate dal Ministro per i beni e le attivit culturali nei 6 comitati tecnico scientifici nonch le elezioni dei Presidenti dei Comitati tecnico scientifici tenutesi lo scorso 1 marzo sono da ritenersi non valide in tutti quei casi in cui vi incompatibilit; quali iniziative intenda assumere il Ministro per i beni e le attivit culturali per evitare l'annullamento o l'invalidamento di tutte le decisioni sino ad ora assunte dai Comitati tecnici scientifici. (4-03331)



news

16-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news