LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LAVORI A BAIA CADDINAS, QUALCOSA NON TORNA !
05-05-2007


La Soprintendenza per i beni architettonici ed il paesaggio di Sassari ha svolto i suoi accertamenti in relazione alla richiesta di informazioni a carattere ambientale ed adozione di opportuni provvedimenti (esposto del 15 marzo 2007) inoltrata dalle associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d'Intervento Giuridico riguardo i lavori in corso a Baia Caddinas, a Golfo Aranci (OT) da parte della S.T.U. Golfo Aranci s.p.a.
Il responso stato chiaro: "relativamente alla concessione edilizia n. 34/05 .. relativa a lavori di sbancamento e recinzione in loc. Baia Caddinas e rilasciata dal Comune di Golfo Aranci alla STU di Golfo Aranci - secondo quanto riportato dal cartello di cantiere - non risulta alcuna autorizzazione paesaggistica. .
L'autorizzazione paesistica costituisce atto distinto e presupposto della concessione edilizia ed i lavori non possono essere iniziati in difetto di essa"


Secondo il Comune di Golfo Aranci, invece, le opere sarebbero legittime e regolari (nota prot. n. 45230 del 17 aprile 2007).
Le associazioni ecologiste Amici della Terra e Gruppo d'Intervento Giuridico avevano inoltrato l'esposto del 15 marzo scorso alle amministrazioni pubbliche (Ministero per i beni e attivit culturali, Ministero dell'ambiente, Assessorati regionali dell'urbanistica, dei beni culturali, della difesa dell'ambiente, Comune di Golfo Aranci, Soprintendenza ai beni ambientali di Sassari), al Corpo forestale e di vigilanza ambientale ed alla Magistratura competenti in relazione ai lavori in corso per la realizzazione di un complesso di interventi edilizi di carattere residenziale e ricettivo da parte della societ di trasformazione urbana - S.T.U. (artt. 17, comma 59, della legge n. 127/1997 e 120 del decreto legislativo n. 267/2000 e successive modifiche ed integrazioni) Golfo Aranci s.p.a. (Pirelli Real Estate s.p.a., capofila, Pirelli Project management s.p.a., Centrale Immobiliare s.p.a., Silec s.p.a., Mec s.r.l., Comune di Golfo Aranci) in un'area di circa 48 ettari in loc. Baia Caddinas, in Comune di Golfo Aranci (OT)
Tale intervento immobiliare risulterebbe fornito di concessione edilizia n. n. 34/2005.
Le societ di trasformazione urbana - S.T.U. sono societ immobiliari a capitale misto pubblico-privato previste dagli articoli. 17, comma 59, della legge n. 127/1997 e 120 del decreto legislativo n. 267/2000 e successive modifiche ed integrazioni (testo unico degli Enti locali) per la realizzazione di comparti previsti dagli strumenti urbanistici, nel caso di Golfo Aranci dal piano urbanistico comunale - P.U.C. Golfo Aranci ha anche acquisito un finanziamento ai sensi della legge n. 21/2001 pari a 284.825,98 euro per l'avvio della S.T.U.

La S.T.U. di Golfo Aranci vede il 99,99 % di capitale in mano alla Pirelli Real Estate s.p.a. ed alle sue controllate Pirelli Project management s.p.a., Centrale Immobiliare s.p.a., Silec s.p.a., Mec s.r.l.
Lo 0,01 % in mano al Comune di Golfo Aranci, che, per, ha facolt di aumentare la sua quota fino al 30 %.
L'area tutelata con specifico vincolo paesaggistico (decreto legislativo n. 42/2004 e successive modifiche ed integrazioni), in quanto fascia costiera con ambiti dunali e macchia mediterranea evoluta (ginepro fenicio, lentischio, la rara Anchusa litorea, ecc.), mentre la fascia dei mt. 300 dalla battigia marina tutelata anche con vincolo di conservazione integrale (legge regionale n. 23/1993).
Nel piano paesaggistico regionale - P.P.R., recentemente approvato con deliberazione Giunta regionale n. 36/7 del 5 settembre 2006, l'area appare ricompresa nell'ambito di paesaggio costiero n. 18 "Golfo di Olbia" (art. 14 delle norme tecniche di attuazione) ed classificata, pro parte, "area naturale e sub naturale" e "insediamenti turistici".
Pur essendo il Comune di Golfo Aranci provvisto di P.U.C. definitivamente approvato ed in vigore, si applicano per tale ambito di paesaggio costiero le disposizioni cautelari provvisorie (art. 1 della legge n. 1902/1952 e successive modifiche ed integrazioni) di cui all'art. 15, comma 3, delle norme tecniche di attuazione del P.P.R. In particolare sembrerebbe che nella zona sia stata approvata una specifica variante al P.U.C. sotto la vigenza della legge regionale n. 8/2004.
Si rimane, quindi, in attesa degli sviluppi della vicenda e, soprattutto, dei conseguenti provvedimenti da parte della Soprintendenza sassarese in quanto emergono diversi aspetti legali ed ambientali che necessitano dei doverosi accertamenti, necessari per salvaguardare un patrimonio ambientale continuamente a rischio a causa di una trasformazione immobiliare arrembante.

p. Gruppo d'Intervento Giuridico e Amici della Terra
Stefano Deliperi

ulteriori informazioni su http://gruppodinterventogiuridico.blog.tiscali.it/ Scarica come file



news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news