LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il paesaggio del Monte Soratte è in pericolo
19-06-2007
Luca Bellincioni

Il Monte Soratte, alle cui falde si trova l'abitato di Sant’Oreste, è una delle "montagne mitiche" del Lazio, citata sin da Orazio e narrata da Goethe nel suo celebre "Viaggio in Italia". Fin dai tempi più remoti il Soratte, caratterizzato dalla presenza di numerosi inghiottitoi, grotte e voragini (detti localmente "meri"), creduti come la porta degli Inferi, fu visto dalle popolazioni locali come un monte sacro, tant’è che in epoca sabina pare che vi si praticassero misteriosi riti legati alla natura. Nel corso del Medioevo, sulla montagna si stanziarono alcune comunità monastiche o più spesso singoli eremiti, di cui rimangono copiose tracce.
A ben vedere, il Soratte, con i suoi 691 metri appena, è poco più di una collina, ma il fatto che essa si erga solitaria con il suo profilo inconfondibile al centro della grande pianura, fa sì che l'effetto sia quello di una vera e propria montagna. Protetto da una Riserva Naturale e molto frequentato dagli escursionisti romani, il Monte Soratte offre del resto panorami vastissimi e magnifici sulla Sabina e sull'Appennino Laziale, sulla Valle del Tevere, sull'Agro Falisco, sui Monti Cimini, nonché sulla Campagna Romana, qui nella sua porzione rimasta più intatta. Purtroppo, però, l'integrità di questi luoghi è oggi minacciata dalla speculazione edilizia, particolarmente forte lungo la Via Flaminia e nei paesi circostanti, tutti ormai "centri satellite" di Roma, abitati da rumeni e pendolari. C'è da dire a proposito, che lungo la strada tra dalla Flaminia conduce a Sant'Oreste, oltre a varie ville e villette, sono sorti negli ultimi tempi alcuni osceni ed insensati capannoni industriali bianchi, peraltro totalmente isolati nella campagna, che hanno gravemente deturpato sia il bel paesaggio rurale in sé, sia i panorami che dal Soratte verso la Flaminia.
E non è finita qui: è in progetto l'apertura di un nuovo casello autostradale presso il vicino paese di Castelnuovo di Porto (con lo sventramento di aree pregiate di campagna romana e la possibilità di alterare i piani paesistici, permettendo così nuove edificazioni...) e assieme la creazione dell'ennesimo outlet intorno a Roma, stavolta – pare - in forme “pseudo-medieval-fantasy”, dicono, per limitare i danni al paesaggio... Molti a Sant'Oreste (nonché ovviamente i promotori del progetto) affermano che ciò favorirebbe il turismo alla Riserva del Monte Soratte... Ma davvero? I clienti dell'outlet ce li immaginiamo proprio mettersi le scarpe da trekking alla ricerca di eremi, dopo aver fatto la spesa nel tempio del consumismo demente ed aver fatto a gomitate per fregiarsi - a buon mercato - della marca più in voga! Eppoi – è quasi banale ricordarlo - una delle cose più affascinanti del Soratte sono proprio i paesaggi e i panorami, valori che verrebbero proprio irrimediabilmente alterati dalla costruzione di un insediamento commerciale così impattante come l'outlet: salire sul Soratte per ammirare dall’alto una "capannonopoli", credono possa essere un motivo di attrazione turistica?!?!??!?! Verrebbero cancellati proprio i motivi d’attrazione che spingono i turisti e gli escursionisti a visitare la riserva!
Ma insomma, si può essere più ciechi e cretini? In un’era in cui il turismo culturale ed ambientale mira sempre più all’integrità e alla tipicità dei luoghi, si vuole deturpare uno dei paesaggi più splendidi e rappresentativi del Lazio, rimasto miracolosamente fino ad oggi quasi immacolato? Auspichiamo che chiunque abbia a cuore quest’angolo di paesaggio laziale e italiano si impegni a contrastare il progetto dell’outlet (non potrebbe invece essere realizzato un “centro commerciale naturale” proprio nel borgo di Sant’Oreste sempre più abbandonato e degradato?) e a diffondere la realtà sui danni che tale realizzazione andrebbe a fare al turismo nella riserva. Alle favole degli speculatori non si può più credere.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news