LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lettera aperta alla direttrice del Museo di storia naturale di Terrasini (Pa)
02-07-2007
Adriano Varrica, Veronica Varrica, Chiara Guglielmini

Egregia dott.ssa Valeria Patrizia Li Vigni Tusa,

siamo tre giovani palermitani amanti dei beni culturali e sempre alla smaniosa scoperta del patrimonio culturale della nostra isola.
Un paio di giorni fa siamo venuti a conoscenza mediante internet della mostra itinerante internazionale dal titolo "Le vie del mare" inaugurata a Terrasini durante la seconda decade di giugno del 2007 presso il museo da Lei diretto.
La presentazione della mostra affascinante: oltre 50 istituzioni museali internazionali che creano un network mettendo a disposizione le proprie collezioni per una esposizione itinerante sul legame uomo - mare.
Il comunicato stampa da Voi diffuso indica la presenza di ben quattro sezioni e citando testualmente: "La Mostra attraverso una inesauribile esposizione documentaria, delle oltre 50 Istituzioni museali che hanno aderito, e una sintesi virtuale della storia del Mediterraneo (analizzato in chiave interdisciplinare sotto laspetto naturalistico, etnoantropologico, storico artistico e archeologico) rappresenter la Rete dei Musei del Mare, cio la tangibile cooperazione europea concretizzatasi con questa iniziativa".
Sapendo che la mostra si sarebbe trasferita ad Atene gioved 5 luglio ci rendiamo immediatamente conto che non possiamo mancare un simile appuntamento.
Perdoni questa lunga prefazione ma funzionale a chiarire bene la dinamica dei fatti sui quali noi visitatori chiediamo una spiegazione.
In data 1 luglio 2007 (domenica) ci siamo recati al Museo da Lei diretto per visitare la mostra. Scopriamo che la mostra visitabile, il Museo no. Ma a noi non interessa, siamo venuti per "Le vie del mare" che gioved partir verso altri lidi mediterranei.
I nomi dell'allestimento e della direzione scientifica dell'evento, ben evidenti all'ingresso, ci entusiasmano ulteriormente.
Veniamo accompagnati cos in una sala nella quale esposto il rostro di Levanzo; poco pi in l sono installati 5 teleproiettori e uno schermo al plasma.
Desiderosi di seguire ogni singola parola delle sei differenti proiezioni ci avviciniamo.
Purtoppo dopo circa venti minuti di prove dobbiamo rinunciare: i filmati (tutti) vanno ad una velocit tale che non permette di seguire gli schemi e le varie slides testuali. Peraltro, per quel poco che siamo riusciti a carpire, i prodotti erano interessantissimi.
Alla fine di ciascun filmato notiamo i ringraziamenti per il "lettore dei commenti e per le musiche" il che sta a significare che sono stati pensati e prodotti con un audio, quanto mai necessario per un filmato a fini didattici.
Domandiamo ai custodi se possibile alzare il volume ma purtroppo questo tentativo del tutto vano. Essi stessi non ricordano di aver sentito dell'audio.
Passiamo cos ad una seconda sala, quella delle conferenze.
Visitiamo il sito web della rete di musei: il progetto appare molto interessante.
A seguire, sempre nello stesso ambiente, quattro lavorazioni artigianali in corallo e altrettanti quadri, tra cui un emozionante Lo Iacono, con tema centrale il mare.
A questo punto veniamo condotti dall'altra parte del palazzo.
Anche qui troviamo cinque schermi a cristalli liquidi che mandano filmati (privi del volume anche questi e dunque non seguibili) relativi, tra gli altri argomenti,alla mattanza e alle saline.
Qualche riproduzione in miniatura di barche da pesca e qualche rete completano la visita alla sala.
Infine la sala conclusiva, poco illuminata e cosparsa di pinne per terra e di un sub a grandezza naturale con una installazione video (senza audio anche questa).
Con immenso stupore la mostra finisce qui.
Nella presentazione si parlava di un incredibile esposizione documentaria proveniente da 50 musei internazionali, di quattro sezioni, di numerosi reperti.
Noi purtroppo non abbiamo visto niente di tutto ci e siamo usciti increduli dallo stupendo Palazzo D'Aumale.
Le sottoponiamo la nostra esperienza di visita al fine di comprendere se qualcosa domenica 1 luglio 2007 andato storto e dunque esiste una spiegazione a ci che abbiamo visto e qui descritto.
Se cos non fosse Le anticipiamo la nostra profonda delusione per un allestimento tanto atteso quanto non fruibile e, per quel che abbiamo visto noi, praticamente inesistente.
Le comunichiamo che tale lettera aperta stata inviata alla redazione del portale web wwww.patrimoniosos.it e a quella del sito web www.embc.it in modo che i chiarimenti che speriamo di ricevere da un'Istituzione importante quale il Museo Regionale di storia naturale di Terrasini possano essere adeguatamente diffusi.
In attesa di un Suo gentile riscontro Le porgiamo i nostri pi distinti saluti.

Adriano Varrica
Veronica Varrica
Chiara Guglielmini

http://www.embc.it/modules/news/


news

16-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news