LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lettera aperta alla direttrice del Museo di storia naturale di Terrasini (Pa)
02-07-2007
Adriano Varrica, Veronica Varrica, Chiara Guglielmini

Egregia dott.ssa Valeria Patrizia Li Vigni Tusa,

siamo tre giovani palermitani amanti dei beni culturali e sempre alla smaniosa scoperta del patrimonio culturale della nostra isola.
Un paio di giorni fa siamo venuti a conoscenza mediante internet della mostra itinerante internazionale dal titolo "Le vie del mare" inaugurata a Terrasini durante la seconda decade di giugno del 2007 presso il museo da Lei diretto.
La presentazione della mostra affascinante: oltre 50 istituzioni museali internazionali che creano un network mettendo a disposizione le proprie collezioni per una esposizione itinerante sul legame uomo - mare.
Il comunicato stampa da Voi diffuso indica la presenza di ben quattro sezioni e citando testualmente: "La Mostra attraverso una inesauribile esposizione documentaria, delle oltre 50 Istituzioni museali che hanno aderito, e una sintesi virtuale della storia del Mediterraneo (analizzato in chiave interdisciplinare sotto laspetto naturalistico, etnoantropologico, storico artistico e archeologico) rappresenter la Rete dei Musei del Mare, cio la tangibile cooperazione europea concretizzatasi con questa iniziativa".
Sapendo che la mostra si sarebbe trasferita ad Atene gioved 5 luglio ci rendiamo immediatamente conto che non possiamo mancare un simile appuntamento.
Perdoni questa lunga prefazione ma funzionale a chiarire bene la dinamica dei fatti sui quali noi visitatori chiediamo una spiegazione.
In data 1 luglio 2007 (domenica) ci siamo recati al Museo da Lei diretto per visitare la mostra. Scopriamo che la mostra visitabile, il Museo no. Ma a noi non interessa, siamo venuti per "Le vie del mare" che gioved partir verso altri lidi mediterranei.
I nomi dell'allestimento e della direzione scientifica dell'evento, ben evidenti all'ingresso, ci entusiasmano ulteriormente.
Veniamo accompagnati cos in una sala nella quale esposto il rostro di Levanzo; poco pi in l sono installati 5 teleproiettori e uno schermo al plasma.
Desiderosi di seguire ogni singola parola delle sei differenti proiezioni ci avviciniamo.
Purtoppo dopo circa venti minuti di prove dobbiamo rinunciare: i filmati (tutti) vanno ad una velocit tale che non permette di seguire gli schemi e le varie slides testuali. Peraltro, per quel poco che siamo riusciti a carpire, i prodotti erano interessantissimi.
Alla fine di ciascun filmato notiamo i ringraziamenti per il "lettore dei commenti e per le musiche" il che sta a significare che sono stati pensati e prodotti con un audio, quanto mai necessario per un filmato a fini didattici.
Domandiamo ai custodi se possibile alzare il volume ma purtroppo questo tentativo del tutto vano. Essi stessi non ricordano di aver sentito dell'audio.
Passiamo cos ad una seconda sala, quella delle conferenze.
Visitiamo il sito web della rete di musei: il progetto appare molto interessante.
A seguire, sempre nello stesso ambiente, quattro lavorazioni artigianali in corallo e altrettanti quadri, tra cui un emozionante Lo Iacono, con tema centrale il mare.
A questo punto veniamo condotti dall'altra parte del palazzo.
Anche qui troviamo cinque schermi a cristalli liquidi che mandano filmati (privi del volume anche questi e dunque non seguibili) relativi, tra gli altri argomenti,alla mattanza e alle saline.
Qualche riproduzione in miniatura di barche da pesca e qualche rete completano la visita alla sala.
Infine la sala conclusiva, poco illuminata e cosparsa di pinne per terra e di un sub a grandezza naturale con una installazione video (senza audio anche questa).
Con immenso stupore la mostra finisce qui.
Nella presentazione si parlava di un incredibile esposizione documentaria proveniente da 50 musei internazionali, di quattro sezioni, di numerosi reperti.
Noi purtroppo non abbiamo visto niente di tutto ci e siamo usciti increduli dallo stupendo Palazzo D'Aumale.
Le sottoponiamo la nostra esperienza di visita al fine di comprendere se qualcosa domenica 1 luglio 2007 andato storto e dunque esiste una spiegazione a ci che abbiamo visto e qui descritto.
Se cos non fosse Le anticipiamo la nostra profonda delusione per un allestimento tanto atteso quanto non fruibile e, per quel che abbiamo visto noi, praticamente inesistente.
Le comunichiamo che tale lettera aperta stata inviata alla redazione del portale web wwww.patrimoniosos.it e a quella del sito web www.embc.it in modo che i chiarimenti che speriamo di ricevere da un'Istituzione importante quale il Museo Regionale di storia naturale di Terrasini possano essere adeguatamente diffusi.
In attesa di un Suo gentile riscontro Le porgiamo i nostri pi distinti saluti.

Adriano Varrica
Veronica Varrica
Chiara Guglielmini

http://www.embc.it/modules/news/


news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news