LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le preoccupazioni del WWF sulla riconversione dello zuccherificio di Castiglion Fiorentino
04-07-2007
redazione@arezzonotizie.it

Nei giorni scorsi si occupata della riconversione dello zuccherificio ex-Sadam di Castiglion Fiorentino la Presidente nazionale del FAI G.M. Crespi, che risponde alle preoccupazioni del Sindaco, ma anche di gran parte dei cittadini, dando la benedizione alloperazione nel suo insieme, ma senza tuttavia esprimere il minimo dubbio, neanche sulla questione centrale della sua sostenibilit ambientale.

Invece noi di perplessit, e preoccupazioni, ne abbiamo molte, pur condividendo la necessit di trovare alternative economiche e rinnovabili al petrolio ed ai combustibili fossili in genere, una soluzione ormai urgente per fare fronte al riscaldamento globale. Potremmo essere daccordo nel valutare che la sostituzione attenta e cauta delle coltivazioni agricole attuali, cariche di inquinanti chimici, con coltivazioni dedicate a biomasse a scopo energetico, a pi basso uso di fertilizzanti e pesticidi, potrebbe rappresentare un miglioramento significativo per la qualit ambientale delle nostre campagne. Ma risaputo che per rendere sostenibile, anche economicamente, un apparato di questo tipo, necessario procurarsi la materia prima il pi possibile vicino, per risparmiare sui costi anche ambientali del trasporto. E dunque, come fare fronte alle inaudite quantit di biomassa agroforestale richiesta da una centrale di quelle dimensioni, attingendo alle risorse presenti nel raggio di qualche decina di kilometri?

Stando alle informazioni diffuse dai proponenti, in questo modo si dovrebbe procurare la met del fabbisogno previsto, laltro 50 % dovrebbe provenire dallolio vegetale di palma, importato da migliaia di km di distanza. Dal 2002, nellUnione Europea, stimolate anche da sovvenzioni, le importazioni di olio di palma sono aumentate del 65%, si tratta di un combustibile relativamente abbondante, che costa solo 550 dollari a tonnellata e richiede poche modifiche agli impianti per poterlo utilizzare (Greenreport,02.04.07). Il prezzo estremamente basso e competitivo comporta un alto prezzo ambientale in Indonesia e Malesia, dove si disboscano paludi e torbiere per coltivare un quarto delle palme da olio del mondo. Questi disboscamenti, insieme agli incendi delle foreste pluviali comportano ogni anno 2 miliardi di tonnellate di CO2, la seconda causa di emissioni di gas serra dopo le emissioni da combustibili fossili! Dunque, per procurarci olio vegetale a basso costo e rendere sostenibile il nostro consumo di energia, faremmo pagare un prezzo altissimo allecosistema mondiale: ma vera sostenibilit, o una finzione da salotto?

In questi giorni poi una dalla relazione dalla commissione Onu Sustainable Energy mette in relazione laccresciuta richiesta di olii vegetali con laumento a livello mondiale dei prezzi dei cibi. Lo stesso fa il FAO Food Outlook, secondo il quale la spesa per le importazioni alimentari gi in
aumento a livello globale proprio a causa dellaccresciuta domanda di biocarburanti.
Con la produzione globale di bioenergie in crescita, c il pericolo che risorse come acqua e terreni siano sottratte alla produzione alimentare e dirottate a quella dei biocombustibili.

Secondo gli esperti Onu, i rincari del mais registrati nel 2006 e 2007 sono dovuti a questo meccanismo: Pi aumenta la domanda di biocombustibili, maggiore la quantit di risorse (terra, acqua, ecc.) destinate alla produzione di olii vegetali e tolte a quella alimentare, tanto maggiori saranno i rincari sui prezzi dei cibi.

A questo punto noi diciamo: cautela, e attenzione. LItalia tuttora una grande potenza economica, le conseguenze delle scelte che facciamo qua possono avere effetti tremendi in parti del mondo che non ci immaginiamo nemmeno, e tutti ne portiamo la responsabilit, come consumatori e come cittadini.

redazione@arezzonotizie.it - u.s.

http://www.arezzonotizie.it/Servizi/Notiziario/lista.asp?IDN=47722&IDT=Attualit%E0


news

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

22-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 agosto 2019

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

Archivio news