LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le preoccupazioni del WWF sulla riconversione dello zuccherificio di Castiglion Fiorentino
04-07-2007
redazione@arezzonotizie.it

Nei giorni scorsi si occupata della riconversione dello zuccherificio ex-Sadam di Castiglion Fiorentino la Presidente nazionale del FAI G.M. Crespi, che risponde alle preoccupazioni del Sindaco, ma anche di gran parte dei cittadini, dando la benedizione alloperazione nel suo insieme, ma senza tuttavia esprimere il minimo dubbio, neanche sulla questione centrale della sua sostenibilit ambientale.

Invece noi di perplessit, e preoccupazioni, ne abbiamo molte, pur condividendo la necessit di trovare alternative economiche e rinnovabili al petrolio ed ai combustibili fossili in genere, una soluzione ormai urgente per fare fronte al riscaldamento globale. Potremmo essere daccordo nel valutare che la sostituzione attenta e cauta delle coltivazioni agricole attuali, cariche di inquinanti chimici, con coltivazioni dedicate a biomasse a scopo energetico, a pi basso uso di fertilizzanti e pesticidi, potrebbe rappresentare un miglioramento significativo per la qualit ambientale delle nostre campagne. Ma risaputo che per rendere sostenibile, anche economicamente, un apparato di questo tipo, necessario procurarsi la materia prima il pi possibile vicino, per risparmiare sui costi anche ambientali del trasporto. E dunque, come fare fronte alle inaudite quantit di biomassa agroforestale richiesta da una centrale di quelle dimensioni, attingendo alle risorse presenti nel raggio di qualche decina di kilometri?

Stando alle informazioni diffuse dai proponenti, in questo modo si dovrebbe procurare la met del fabbisogno previsto, laltro 50 % dovrebbe provenire dallolio vegetale di palma, importato da migliaia di km di distanza. Dal 2002, nellUnione Europea, stimolate anche da sovvenzioni, le importazioni di olio di palma sono aumentate del 65%, si tratta di un combustibile relativamente abbondante, che costa solo 550 dollari a tonnellata e richiede poche modifiche agli impianti per poterlo utilizzare (Greenreport,02.04.07). Il prezzo estremamente basso e competitivo comporta un alto prezzo ambientale in Indonesia e Malesia, dove si disboscano paludi e torbiere per coltivare un quarto delle palme da olio del mondo. Questi disboscamenti, insieme agli incendi delle foreste pluviali comportano ogni anno 2 miliardi di tonnellate di CO2, la seconda causa di emissioni di gas serra dopo le emissioni da combustibili fossili! Dunque, per procurarci olio vegetale a basso costo e rendere sostenibile il nostro consumo di energia, faremmo pagare un prezzo altissimo allecosistema mondiale: ma vera sostenibilit, o una finzione da salotto?

In questi giorni poi una dalla relazione dalla commissione Onu Sustainable Energy mette in relazione laccresciuta richiesta di olii vegetali con laumento a livello mondiale dei prezzi dei cibi. Lo stesso fa il FAO Food Outlook, secondo il quale la spesa per le importazioni alimentari gi in
aumento a livello globale proprio a causa dellaccresciuta domanda di biocarburanti.
Con la produzione globale di bioenergie in crescita, c il pericolo che risorse come acqua e terreni siano sottratte alla produzione alimentare e dirottate a quella dei biocombustibili.

Secondo gli esperti Onu, i rincari del mais registrati nel 2006 e 2007 sono dovuti a questo meccanismo: Pi aumenta la domanda di biocombustibili, maggiore la quantit di risorse (terra, acqua, ecc.) destinate alla produzione di olii vegetali e tolte a quella alimentare, tanto maggiori saranno i rincari sui prezzi dei cibi.

A questo punto noi diciamo: cautela, e attenzione. LItalia tuttora una grande potenza economica, le conseguenze delle scelte che facciamo qua possono avere effetti tremendi in parti del mondo che non ci immaginiamo nemmeno, e tutti ne portiamo la responsabilit, come consumatori e come cittadini.

redazione@arezzonotizie.it - u.s.

http://www.arezzonotizie.it/Servizi/Notiziario/lista.asp?IDN=47722&IDT=Attualit%E0


news

10-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news