LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Difficile il compito di interpretare le opere darte
17-09-2007
Gian Luigi Verzellesi

Il difficile compito interpretativo delle opere darte sempre stato svolto, nel corso del tempo, da una ristretta cerchia di addetti ai lavori. Sono i protagonisti di cui parla la storia della critica darte: persone dotate di
gusto, o talento comprensivo, che riescono a far luce sulle opere determinandone il significato e il valore espressivo o poetico. Senza i loro contributi, o approcci conoscitivi, eseguiti nei secoli con metodi differenziati, le opere resterebbero incomprensibili come oscuri messaggi visivi simili a fatti sfuggenti alla rete delle interpretazioni.
Ma questo modo tradizionale di considerare il rapporto, tra lattivit artistica e quella ermeneutica, stato sconvolto dalla tesi di Nietzsche, secondo la quale non ci sono fatti bens solo interpretazioni. Contro questa conclusioni paradossale sussistono ragionevoli motivi di dissenso: se infatti si perde la nozione di fatto, sfugge ogni possibilit di distinguere le interpretazioni aderenti, o veritiere, delle sovrainterpretazioni arbitrarie, che fanno dire ai testi quello che non dicono (Pascal).
Certamente, si danno diversi gradi daccettabilit delle interpretazioni (Eco). E nel settore della critica darte italiana del Novecento, un maestro come Roberto Longhi arrivato a concludere che il lavoro critico-interpretativo pu conseguire come risultato una verosimiglianza non contradicevole. Pretendere che in critica lidentit raggiungibile con lopera darte sia pi che relativa filosoficamente stolto perch antistorico.
In realt, nel campo vastissimo dellarte contemporanea e specialmente delle ultime tendenze post-moderne, non poche sono le cause che rendono sempre pi difficile un autentico approccio critico veridicamente interpretativo. La prima da individuare nella sdefinizione dellarte per cui gli artisti, procedendo impulsivamente al di fuori di ogni criterio tradizionale, rifiutano la figurazione come rappresentazione naturalistica e offrono al pubblico tanti oggetti ansiosi, che spesso - cos dice Harold Rosemberg, pioniere della critica americana - non consentono di stabilire se si tratta di capolavori misteriosi o di paccottiglia trascurabile.
La seconda causa nel pubblico massificato, che non dispone degli strumenti culturali necessari per orientarsi nel sottobosco ombroso delle mostre, dove sovrabbondano opere ridotte e manufatti sconcertanti. Di fronte ai quali, la caccia al significato recondito induce losservatore a sovrainterpretare attribuendo a ci che vede un senso forzoso, che non emerge dallopera ma si trasferisce dal di fuori (Betti) come una congettura arbitraria e inverificabile.
Sollecitato da ondate di pubblicit travolgente, il pubblico accorre alle mostre, sempre pi accompagnate da cataloghi costosi e di lettura abbastanza disagevole. Spera, il pubblico, di trovare il tempo per leggere le dense considerazioni orientative degli addetti ai lavori, che possano aiutarlo a capire le strane opere in mostra. Ma anche in quei cataloghi grevi, limpostazione apologetica, o pubblicitaria, spunta e rispunta. Cos, in questo clima, lo spazio per le sovrainterpretazioni si dilata. E si restringe quello della critica, che registra le poche ricezioni davvero interpretative.





Gian Luigi Verzellesi membro del Comitato scientifico di VRRC:
VRRC1- VirtualRestoration ResearchCenter - http://vrrc1.splinder.com

http://verzellesi.splinder.com/


news

04-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 4 aprile 2020

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

Archivio news