LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quel che resta dellOdeon
25-09-2007
Comitato Difesa Cinema e Teatri Livornesi

Alla fine lo scempio si consumato. Lex cinema Odeon non c pi. Sventrato e abbattuto. Desolante, davvero. Ma animo cittadini, avremo un bel parcheggio nuovo di zecca! Chi se ne frega dei beni architettonici, della storia, del modernismo, del cinema (a Viareggio hanno fatto una mostra su cinema e architettura in Toscana, e ovviamente si parlava di Odeon e di altri cinema labronici). Tanto siamo a Livorno, mica altrove, dove hanno una tradizione culturale e dove sulla cultura si investe per il futuro (il cinema, ad esempio, potrebbe rappresentare un elemento di richiamo per i turisti), siamo a Livorno, a nessuno interessano queste cose. Bellopinione che hanno gli amministratori della citt, bellimmaginario alimentano nella testa dei cittadini. E comunque cosa si poteva fare: era una propriet privata.. Bel teorema, non c che dire. Peccato non convinca. E noi del Comitato si disse subito, fin dallinizio. E visto il seguito alle nostre iniziative (nel 2005, vedere www.o deonlivorno.tk), non era vero che ai livornesi non interessava la cosa. Interessava eccome, dellOdeon, cos come degli altri cinema che sono chiusi, cos come del proprio patrimonio e territorio. Insomma, non si pu dire che la citt sia stata zitta. Magari qualcuno non si ricorda e non vuole ricordare: ma la storia non si cancella. E la storia va avanti e noi continueremo a farla e raccontarla, non ci fermeranno certo le macerie. Anzi, approfittiamo per chiedere a tutti quelli che piangono lOdeon adesso, dai sensibili giornalisti agli ex assessori, ma anche ai residenti, di fare autocritica per il passato e di essere pi presenti per il futuro: con un poco pi di forza avremmo potuto impedire lo scempio. Le responsabilit della distruzione di un edificio architettonicamente singolare e di alto valore storico, che poteva costituire un vanto per la citt, e la sua sostituzione con un parcheggio (e poi ci si lamenta se i giovani non hanno sensibilit e attenzione per il patr imonio), responsabilit di molti: nessuno si pu chiamare fuori da questo incesto urbanistico. Il giochino pubblico-privato non regge (e comunque esistono, e andrebbero tutelati, i beni privati di interesse pubblico). Un po perch la Spil, societ che ha comprato la struttura e che realizzer i parcheggi, composta prevalentemente da capitale pubblico: ben il 63,454% dal Comune di Livorno, cio, fino a prova contraria, capitale nostro (altri azionisti Comune di Collesalvetti, Provincia di Livorno, Camera di Commercio di Livorno, Monte dei Paschi e Cassa di Risparmio); un po perch gli atti relativi all'Odeon partono nel luglio 03 (deposito progetto): gi nel marzo del 04, mentre chiudeva il Metropolitan, si parlava sulla stampa di offerte per trasformarlo in parcheggio. Insomma inutile cascare dalle nuvole. Cosa resta? Rabbia, delusione, un facciata, un ellisse per il nulla, molti ricordi, foto, immagini, vecchie locandine ingiallite nel tempo. Ombre di un luogo magic o consegnato alla storia. E la storia, prima o poi, dar il suo giudizio.

Comitato Difesa Cinema e Teatri Livornesi

Livorno, 24 settembre 2007



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news