LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DISINFORMAZIONE E RIGASSIFICATORE NELLA VALLE DEI TEMPLI
30-10-2007
Gaetano Gaziano

Gli articoli apparsi sul Sole 24 Ore di oggi (a pagg. 8 e 11) a proposito del rigassificatore a Porto Empedocle sono un capolavoro di disinformazione.
I giornalisti hanno descritto il sindaco di Porto Empedocle, Lillo Firetto, come un Lord Brummel di provincia che, sponsorizzando l'impianto industriale da 8 miliardi di metri cubi di gas, porter vantaggi considerevoli alla cittadina che ha dato i natali a Luigi Pirandello e ad Andrea Camilleri.
Peccato che abbiano omesso di ricordare alcune cose essenziali. Ne ricordo le pi importanti:
1. Il sindaco Firetto dipendente dell'Enel che dovrebbe costruire l'impianto industriale di rigassificazione. Quindi siamo in presenza di un evidente conflitto di interessi. Motivi di opportunit o quanto meno di stile (cui pure tanto tiene) avrebbero dovuto sconsigliarlo dal diventare il pi determinato paladino dell'opera.
2. Il sindaco Firetto ha respinto ufficialmente la richiesta di referendum popolare avanzata da un comitato di elettori empedoclini, pur essendo lo strumento referendario previsto dalla normativa Seveso che, in presenza di realizzazioni di impianti industriali definiti a rischio di incidente rilevante (e il rigassificatore rientra in questa fattispecie), ne impone l'effettuazione.
3. Non stato evidenziato negli articoli che l'impianto dovrebbe sorgere in zona Caos, al confine territoriale tra Agrigento e Porto Empedocle, proprio sotto la casa natale di Pirandello e a 1 km dal confine sud occidentale del parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento e non a 8 km, come stato erroneamente scritto. L'impatto paesaggistico, che ne deriverebbe, considerato che la citt di Agrigento e la collina dei Templi si affacciano sul porto sarebbe devastante. Ci stato mostrato chiaramente in una trasmissione televisiva di Ambiente Italia, ripresa da un servizio di Primo Piano di Rai 3. Non stato ricordato infine che anche la zona Caos, oltre che il parco archeologico della Valle dei templi di Agrigento, sottoposta a vincolo paesaggistico.
4. Da Porto Empedocle non parte la nave traghetto per Pantelleria, ma quella per Lampedusa; n tanto meno parte la nave cisterna per Lampedusa. Ci per evidenziare anche le grossolane inesattezze che potevano essere facilmente evitate
Queste e altre inesattezze non fanno altro che tradire la preoccupazione dell'Enel per le perplessit espresse dal mondo della cultura con appelli vari a istituzioni italiane ed europee e, soprattutto, per il netto parere contrario dell'Ente Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento.
Attila desistette dal proposito di arrivare a Roma e saccheggiarla, rispettoso secondo la leggenda della sacralit del luogo. I nuovi barbari che siedono nel consiglio di amministrazione della multinazionale italiana dell'energia non hanno di questi valori. Per loro conta poco che il rigassificatore a Porto Empedocle distruggerebbe uno dei paesaggi pi belli al mondo, quello della Valle dei Templi, inserita nella World Heritage List dell'UNESCO, pregiudicando l'unica vera fonte di ricchezza di Agrigento e del suo comprensorio, il turismo.
A questo punto risultano incomprensibili le prese di posizione di certi giornalisti che, pur scrivendo per il giornale della Confindustria, hanno tuttavia il dovere deontologico di fare corretta informazione, altrimenti si riducono a meri strumenti di propaganda, consapevoli o inconsapevoli che siano.

Gaetano Gaziano

Comitato Salviamo la Valle dei Templi di Agrigento





news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news