LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il parere di
16-10-2002
Carlo Bertelli, Professore di storia dell'arte antica, Accademia di Architettura, Universit della Svizzera Italiana

Stupisce sempre il pensiero di ci che l Italia, uscita dal tremendo salasso economico delle guerre d indipendenza e delle sciagurate avventure coloniali, riuscita a fare per mantenere il proprio patrimonio artistico, malgrado la fortissima pressione del mercato internazionale. Stupisce ancora di pi da quando, e non da ieri, i ceti di governo hanno incominciato a guardare con sospetto al patrocinio culturale della nazione come un peso. Un peso da rendere immediatamente redditizio, oppure da cedere a chi lo potrebbe sopportare meglio.
Il confronto mette in luce l atteggiamento propositivo di ieri al confronto con quello del tutto negativo di oggi. Ieri si trattava di fondare la nazione, ossia assicurarle quel contesto storico in cui si era immedesimata per secoli e collocarlo in una prospettiva di societ e di stato moderni.
Oggi l idea stessa di Patrimonio S.p.A. denuncia una situazione di gravissimo smarrimento.
Possiamo anche ammettere che la realt faccia giustizia di tante illusioni. Non cos facile vendere, non cos pacifico svendere senza incorrere nel codice penale. Ma ammettiamo che tutto sia in regola, che altri acquistino parte dei beni e li gestiscano con le stesse finalit, lo stesso sentimento pubblico,lo stesso disinteresse con cui li ha gestiti, bene o male, lo Stato.
Il fatto che tutto ci avviene nel quadro di una disgregazione del quadro tecnico professionale che lo Stato ha formato nel corso di oltre un secolo.
Lo spoils system sta assoggettando l autonomia scientifica e la responsabilit pubblica dei funzionari all arbitrio del potere politico. La stessa decisione di attuare una rotazione dei soprintendenti regionali dimostra una sbalorditiva superficialit, se non la volont dimpedire che gli stessi soprintendenti approfondiscano la propria conoscenza della regione, avviino e concludano restauri, acuiti, donazioni.
Ci significa non avere garanzie e anzi avviarsi sul mercato abolendo ogni cautela.
Il disprezzo verso il proprio tessuto tecnico scientifico si rivela poi disprezzo anche verso il cittadino che dovrebbe essere invogliato a partecipare come privato alla gestione del patrimonio culturale.
E il caso delle decisioni prese a proposito dell 8 per mille a favore dello Stato.
Una breve parentesi storica. Quando si mise mano alla revisione del concordato, con un appello firmato da Cesare Gnudi e altri studiosi fu chiesto all onorevole Craxi di non mettere mano all assetto risorgimentale che considerava la conservazione della globalit delle opere d arte, monumenti etc. del paese come un compito dello Stato, indipendentemente dalla loro appartenenza alla Chiesa. Come noto, l appello fu inascoltato.
Oggi il governo si appresta a prendere quell 8 per mille che i contribuenti non hanno voluto dare alla Chiesa cattolica al restauro di opere d arte etc. appartenenti ad edifici religiosi. Non si discute sulla necessit di restauri e altre opere, ma sulla mancanza di rispetto di una precisa volont espressa al momento di versare allo Stato una tassa. Tanta leggerezza e tanta malafede non promettono nulla di buono.



news

16-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news