LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VIA COL VENTO
22-11-2007
Antonio V. GELORMINI

Lo hanno tenuto nascosto a lungo, tuttal pi lo bisbigliavano appena. Ma da quando grandi dellenergia come Moratti, Api, Erg, Enel/Endesa o International Power e colossi della finanza del calibro di Falk, De Benedetti, Garrone o le mega banche daffari internazionali, non nascondono pi i loro ingenti investimenti nel settore, diventato come il segreto di Pulcinella. Leolico la pi remunerativa delle energie pulite. Lintuizione di Oreste Vigorito, lavvocato di Avellino diventato in breve tempo laccumulatore unico delleolico italiano, oggi un business da cogliere al volo. Proprio come il vento, con forza e agilit. La sua societ, ora acquisita dagli inglesi di IP, pi grande della somma di Edison ed Enel. E dallIrpinia ha aperto la strada ad una forma di investimento a cortissimo tempo di recupero. Le chiamano fattorie del vento. Dispiegano le pale dei loro moderni mulini a vento lungo i crinali e nei tavolieri delle regioni del Sud, dalla Puglia alla Sicilia, dal Molise alla Campania e poi su fino alla Sardegna. Non solo perch il vortice avesse il suo occhio nella provincia di Avellino e non solo perch obiettivamente stiamo parlando di regioni ad alto tasso costante di ventosit. Ma anche, e forse soprattutto, per un fattore imponderabile di primo acchito, ma determinante nello sviluppo del fenomeno. Per capirlo bisogna dotarsi di una cartina del Paese, con la suddivisione per territori demaniali di ogni singolo comune. Sar facile notare la diversa densit, e di conseguenza la differenza numerica degli ambiti demaniali, tra le regioni del Sud (pi alcune del Centro) e quelle del Nord e del restante Centro dItalia. La partita delleolico si gioca sulla rapidit di creazione delle fattorie, che poi saranno vendute alle multinazionali dellenergia. Accordi e contratti con piccoli proprietari e Amministrazioni comunali devono viaggiare come e con il vento. Pi il rapporto contraenti/territorio conveniente e poco dispersivo, maggiore sar linteresse per le societ installatrici. Pi chilometri di vuoto separano un comune dallaltro, migliore sar lazione spazzatrice del vento, per evitare malcontento per lintervento sul paesaggio e meticolosa attenzione alla negoziazione delle royalties. Dove troppi galli cantano non fa mai giorno. Infatti, nel silenzio della desolazione che il sibilo costante delle pale lavora meglio. E cos dopo la risorsa lavoro, la risorsa risparmio e la risorsa grano, ora la volta della risorsa vento ad essere incanalata sui percorsi per altrove. Domani toccher al sole e poi ancora alle biomasse. Per leterna dannazione di un Sud fin troppo silenzioso. (gelormini@katamail.com)



news

24-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 febbraio 2018

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news