LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Piano di riordino del Ministero per i Beni e le Attivit culturali
13-12-2007
Il Personale della Sezione PSAE della Soprintendenza BAP.PSAE di Napoli e Provincia

Condividendo pienamente la protesta dei colleghi della soprintendenza di Lucca in relazione al piano di riordino del ministero , si precisa quanto segue:
Con lentrata in vigore del D.P.R. di riordino del Ministero spariscono le Soprintendenze miste in tutta Italia e vengono costituite in Campania la Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per le province di Napoli, (con esclusione della citt) Caserta e Benevento con sede a Caserta, e la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano, che assume le competenze sui beni mobili della citt di Napoli denominandosi Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citt di Napoli.
Diversamente che in altre regioni la Soprintendenza per il patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico non regionale, ma frammentata in due (Provincia di Napoli,Caserta,Benevento e Salerno,Avellino) e tutta loperazione, pi che piano di riordino, pu definirsi unazione di scardinamento di strutture di tutela che esistono da diversi anni (in Campania dal 1980) ed hanno conseguito risultati positivi.
A Napoli la Soprintendenza mista, costituita nel settembre 2002, in un quinquennio di attivit ha condotto una tutela integrata che non sar pi possibile attuare, e si verificher inoltre la separazione tra capoluogo e provincia, che non ha alcuna giustificazione culturale se non, forse, quella di generiche opportunit politiche.
I funzionari Storici dellarte distaccati dallattuale Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Napoletano in servizio presso la Soprintendenza BAP PSAE, ritengono pertanto che i criteri con i quali stato realizzato questo piano di riordino non rispondono a requisiti di organicit ed ottimizzazione delle funzioni di tutela e valorizzazione del PSAE; inoltre tale operazione, definita a costo zero, deve, al contrario, prevedere la copertura economica necessaria a garantire la dignit del lavoro al personale, e cio sede e attrezzature; infine, non sono in alcun modo chiare le scelte con le quali sar costituito lorganico delle due Soprintendenze sopra dette.
E pertanto, da parte del personale tutto interessato al piano di riordino si ribadisce il totale dissenso per lintero progetto, nel quale, peraltro, a fronte della nascita di nuove Soprintendenze per il PSAE corrisponde labolizione della Direzione Generale competente; si sottolinea inoltre la totale indisponibilit allo spostamento della propria sede di servizio fuori da Napoli; infine, si chiede di conoscere le modalit relative al passaggio dalla Soprintendenza BAP-PSAE ad altro Ufficio e, contestualmente, si chiede la pi piena assicurazione che le competenze acquisite nel settore della tutela e valorizzazione del patrimonio vengano conservate ed in alcun modo penalizzate da strategie non condivisibili.




Il Personale della Sezione PSAE della Soprintendenza BAP.PSAE di Napoli e Provincia.



news

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

07-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 7 aprile 2020

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

Archivio news