LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rettifica articolo sulla tutela a Gela
20-12-2007
Nuccio Mulè

Alla cortese attenzione dell’Assessore Regionale ai BB.CC.
On.le Lino Leanza

Al Presidente nazionale dell’Archeoclub d’Italia Avv. Walter Mazzitti

Ai responsabili di Gela dei quotidiani “La Sicilia” e “Giornale di Sicilia” con preghiera di pubblicazione per diritto di rettifica

In merito all’articolo, relativo ad una lettera della Soprintendente ai BB.CC.AA. di Caltanissetta R. Panvini all’indirizzo del sottoscritto, apparso sulla pagina di Gela in data 6 novembre c.a., prego la S.V. di pubblicare o sintetizzare su stessa pagina la seguente: Non nascondo l’amarezza di aver subito un attacco personale, peraltro gratuito e con considerazioni che lasciano il tempo che trovano, da parte della dirigente della Soprinte-denza ai BB.CC. di Caltanissetta. Non voglio andare dietro la Panvini nelle sue elucubrazioni mentali né tantomeno rispondere per le rime alle considerazioni che ha fatto sul mio conto che dimostrano solamente la volontà di screditare e di offendere, come se cercasse volutamente di ricevere risposte offensive, ma per educazione certamente non lo farò. D’altro canto, la caduta verticale nei toni e nello stile della Panvini, dirigente di una istituzione pubblica, si commenta da sola. Una cosa è certa: che il sottoscritto, per niente scalfito dal dileggio operato nell’articolo, continuerà a svolgere il proprio compito di tutela e di valorizzazione del territorio e del pa-trimonio culturale di Gela così come ha fatto in precedenza dandone anche notizia, sempre e comunque, ai mass-media. Che cosa ha spinto la Panvini a perdere le staffe e inveire nervosamente nei miei confronti, forse il fatto di non essere stata accontentata dal presidente nazionale dell’Archeoclub d’Italia a cui si è rivolta pretendendo la mia destituzione da responsabile della sede locale? Oppure il fatto che l’unica a parlare di archeologia e di temi ad essa legati deve essere la dottoressa e solo la dottoressa! Ribadisco solo una cosa peraltro ampiamente dimostrabile: il sottoscritto ha empre operato nel rispetto delle persone e delle istituzioni mettendo in primo piano l’interesse per la città di Gela e della sua struttura museale, venendo meno, spesso, a quel motto latino “prima caritas amor sui”. In merito alla inconsistenza di alcune mie affermazioni in ambito archeologico, a parte il fatto che sono semplicemente un cultore di patrie memorie e mai mi sono dichiarato archeologo, vorrei solamente precisare che lo scrivente ha sempre fatto fedele riferimento ai dati forniti dagli archeologi e dalla stessa Soprintendenza, se poi i dati risultano errati l’errore non è mio. Ma a proposito di risibilità a cui si riferisce la Panvini nei miei confronti, è proprio lei che dovrebbe preoccuparsi della risibilità che suscitano certi suoi strafalcioni. Come quello ad esempio, carta canta, di pag. 60 della pubblicazione “Ceramiche attiche figurate del Museo Archeologico di Gela” in cui la archeologa Panvini, trattando la figura-zione di “Eracle nel giardino delle Esperidi” su una lekythos, scrive testualmente di un guerriero “… che regge con la mano sinistra due arance”, arance che, purtroppo per lei, nell’antica Grecia ma anche in Sicilia non erano conosciute, furono infatti importate dagli arabi almeno mille anni dopo; inoltre, è bene sapere che l’albero e i frutti del Giardino delle Esperidi si riferiscono solamente ai pomi. Per brevità mi riservo di documentare, se la Panvini lo desidera, tutti gli altri strafalcioni compresi nelle sue pubblicazioni. In merito al mio appello dei giorni scorsi sulle pagine di questo giornale per la donazione dei reperti, insisto e non cambio nulla su quanto affermato, in quanto confortato dalla nor-mativa vigente (art. 92 del D.L. 22 gennaio 2004, n.42). Infine, considero indecoroso per il direttore del Museo di Gela dover ricevere gratuite esortazioni sui suoi doveri proprio dalla Panvini. Spero che lo stesso dia un’adeguata ri-sposta.

Gela, 7 novembre 2007
Nuccio Mulè, presidente della sede locale di Gela dell’Archeoclub d’Italia



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news