LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GLI ARTEFICI DEL GRAN RIFIUTO
14-01-2008
Antonio V. GELORMINI

Esseri maestri del gran rifiuto non sempre significa vestire il saio nobile e dignitoso di Pietro da Morrone, meglio conosciuto come Papa Celestino V. Una volta presa labitudine a dire sempre e comunque NO, il rischio di storpiare ogni buona intenzione e di vestire il mantello vanitoso del censore, ad ogni approccio risolutivo, diventa deriva inevitabile e perigliosa. Di rifiuti si pu soccombere, al meglio soffocare. Oggi ne sanno qualcosa in Campania, ma se lostinazione persiste, ben presto sar lintero Paese a dover rimodulare le proprie ambizioni di crescita e le proprie speranze di permanenza nel gruppo di testa dei Paesi economicamente pi avanzati. Continuare pervicacemente ad opporre rifiuti al nucleare, ai termovalorizzatori, alla raccolta differenziata, alla TAV o al passante di valico. E poi ancora ai rigassificatori, alleolico offshore, al carbone e via dicendo, alla lunga genera posizioni di stallo degne della botte piena e la moglie ubriaca o della mandria sazia e il fienile colmo. Ma per rimanere sulla scia della saggezza popolare, anche vero che di buone intenzioni sono lastricate le strade dellInferno. In queste ore, mentre sul teatro campano in scena il dramma della monnezza, in Germania non solo continuano a far profitti con i rifiuti di gran parte del Sud Italia, ma raccolgono applausi per lentrata in funzione del terzo impianto di biometano. Solo sei mesi per la sua costruzione, a Muelhaker (Baden-Weurttemberg), la cui produzione coprir un terzo del fabbisogno della locale municipalizzata del gas. Il biometano una fonte di energia pulita. Ha le stesse caratteristiche del gas naturale, ma non di origine fossile. Viene prodotto partendo da mais, erba e cereali non adatti allalimentazione umana, tutte materie prime rinnovabili. Macerate e lavorate in assenza di ossigeno, queste subiscono un processo di fermentazione, durante il quale i batteri anaerobi rendono disponibile lenergia contenuta nelle piante sotto forma di metano. Un processo messo a punto nei laboratori bavaresi della Schmack Biogas, unazienda leader del settore, presente anche in Italia a Bolzano. A differenza del biogas (che composto per circa il 55% da metano) anzich essere bruciato sul posto, per produrre elettricit e calore, il biometano viene trattato per eliminare la CO2 e il vapore acqueo, portando cos la percentuale di metano al 95%. Che immesso in rete, risulta indistinguibile da quello fossile. Rifiuti, in senso lato, ed approvvigionamento energetico restano ambiti strettamente correlati. Purtroppo le esitazioni e la mancanza di decisione istituzionale (ad ogni livello, locale e nazionale) sono diventati catalizzatori di unanomala trasformazione della stentata pianificazione pubblica in un allettante business per le aziende private, che ne hanno condizionato le involuzioni e reso insostenibili le applicazioni territorio per territorio. Non resta che ritorcere contro larma letale. Impedire lutilizzo del NO e favorire lapproccio pro-attivo, invitando ad usare sempre il S, ma in questo modo o il Secondo me, si pu fare cos. Il processo perderebbe le sue caratteristiche viziose e inconcludenti, per assumere evidenti tagli virtuosi fortemente risolutori. (gelormini@katamail.com)



news

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

15-10-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 OTTOBRE 2017

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

26-07-2017
Franceschini in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini domani in audizione alla Commissione Cultura del Senato

25-07-2017
Franceschini: Musei italiani verso il record di 50 milioni di ingressi

25-07-2017
COLOSSEO, oggi conferenza stampa di Franceschini

20-07-2017
Questa legge contro i parchi e le aree protette, fermatela: appello di Italia Nostra alla Commissione Ambiente del Senato

18-07-2017
CAMERA DEI DEPUTATI - COMMISSIONE PERIFERIE - Audizione esperti (Bovini e Settis)

15-07-2017
Ricordo di Giovanni Pieraccini, di Vittorio Emiliani

12-07-2017
Comunicato di API-MIBACT sui Responsbili d'Area nelle Soprintendenze Archeologia, Belle Arti, Paesaggio

11-07-2017
Rassegna Stampa di TERRITORIALMENTE sul patrimonio territoriale della Toscana

10-07-2017
Il tradimento della Regione Toscana nella politica sui fiumi

06-07-2017
Per aderire all'appello sul Parco delle Alpi Apuane

05-07-2017
Appello al Presidente Enrico Rossi per la nomina del Presidente Parco regionale delle Alpi Apuane

Archivio news