LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TURISMO, FEDERALISMO ADRIATICO
16-05-2008
Antonio V. Gelormini

Da qualche settimana, nel bene o nel male, c un intenso scambio di attenzioni tra il Veneto e la Puglia. Tra le due sponde agli antipodi dellAdriatico. Tra le due terre tradizionalmente pi rivolte verso lOriente. Un trittico, Puglia, Adriatico e Veneto, gelosamente difeso a suo tempo anche da Federico II. Per lImperatore Svevo un prezioso percorso alternativo, sicuro e protetto, utile per aggirare le minacciose imboscate dei liberi Comuni lombardi. Dai cori blasfemi su S. Pio dei tifosi veronesi nello stadio di Manfredonia, alla vittoria del Treviso al San Nicola di Bari. Dal successo dei neri o rossi di Puglia al Vinitaly di Verona, ai progetti del nuovo soprintendente ai Beni artistici pugliesi, Fabrizio Vona, che auspica una grande mostra su Lorenzo Lotto ed unaltra sulla pittura veneta di Puglia dal Trecento al Settecento. E tutto un susseguirsi di riferimenti reciproci, come forse non era accaduto in precedenza. Da ultimo lappuntamento al Castello Svevo di Bari su I tesori dellAdriatico, per presentare il progetto dellAssociazione Ville Venete, che intende allargare la proposta turistica di qualit alle dimore storiche di tutte le regioni adriatiche, fino alla Puglia su questa sponda, e comprendendo Serbia, Croazia, Montenegro ed Albania, su quella di fronte. Lidea di un network transnazionale, per unofferta turistica interregionale ad alto livello qualitativo, senza dubbio valida e per certi aspetti decisamente affascinante, rischia per di evidenziare i suoi limiti nel paradosso contestuale di una macroarea, forse eccessivamente vasta. Lindistinta catalogazione di Ville Venete, Palazzi Pontifici marchigiani e abruzzesi, Dimore Rurali molisane, Residenze Asburgiche di Serbia, Montenegro, Croazia e Albania, Castelli Rinascimentali dellEmilia Romagna o Manieri imponenti del Friuli Venezia Giulia, per finire con le tipiche Masserie di Puglia, presta il fianco ad una percezione dispersiva e alquanto confusa dellofferta e della tipologia di prodotto. Pi attrattiva e pi rispettosa dei patrimoni intangibili, racchiusi in ciascuno di questi forzieri di storia, di vicende familiari e di cultura, potrebbe risultare una segmentazione federale delladesione al progetto. Capace, questa s, di tutelare le peculiarit identitarie delle varie dimore storiche e dei loro territori; dove sorsero, per soddisfare negli anni esigenze totalmente diverse le une dalle altre. Lo stesso marchio de I tesori dellAdriatico presenta una connotazione palladiana, che rimanda certo alle Ville Venete, ma poco richiama sia il contesto rurale che quello tipicamente slavo. Tanto meno rende merito allaffascinante immaginario rupestre delle Masserie meridionali. Meglio sarebbe, allora, che ognuna di queste realt aderisse al progetto e si relazionasse con lintera proposta adriatica, con un proprio marchio specifico. Moltiplicando il valore aggiunto apportato e dando forza alla variegata offerta turistica, anzich disperderlo in una enciclopedica e generica proposta di dimore storiche. Ai greci e ai romani, a cui Andrea Palladio ispir le sue soluzioni architettoniche, nel corso dei secoli e nei diversi ambiti regionali dellItalia in generale e dellAdriatico in particolare, si sovrapposero in alcuni di essi gli effetti rinascimentali (antitetici alle linee dellarchitetto padovano), ed in altri, come al Sud, le contaminazioni normanne, arabe, angioine, borboniche e aragonesi. Sar bene tutelarne la ricchezza e sfruttarne la carica attrattiva. Dopotutto, la bellezza e loriginalit del costume di Arlecchino proprio nella quantit e nella fantasmagoria delle toppe e dei colori che lo compongono. (gelormini@katamail.com)



news

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

15-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 DICEMBRE 2017

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

Archivio news