LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TURISMO, FEDERALISMO ADRIATICO
16-05-2008
Antonio V. Gelormini

Da qualche settimana, nel bene o nel male, c un intenso scambio di attenzioni tra il Veneto e la Puglia. Tra le due sponde agli antipodi dellAdriatico. Tra le due terre tradizionalmente pi rivolte verso lOriente. Un trittico, Puglia, Adriatico e Veneto, gelosamente difeso a suo tempo anche da Federico II. Per lImperatore Svevo un prezioso percorso alternativo, sicuro e protetto, utile per aggirare le minacciose imboscate dei liberi Comuni lombardi. Dai cori blasfemi su S. Pio dei tifosi veronesi nello stadio di Manfredonia, alla vittoria del Treviso al San Nicola di Bari. Dal successo dei neri o rossi di Puglia al Vinitaly di Verona, ai progetti del nuovo soprintendente ai Beni artistici pugliesi, Fabrizio Vona, che auspica una grande mostra su Lorenzo Lotto ed unaltra sulla pittura veneta di Puglia dal Trecento al Settecento. E tutto un susseguirsi di riferimenti reciproci, come forse non era accaduto in precedenza. Da ultimo lappuntamento al Castello Svevo di Bari su I tesori dellAdriatico, per presentare il progetto dellAssociazione Ville Venete, che intende allargare la proposta turistica di qualit alle dimore storiche di tutte le regioni adriatiche, fino alla Puglia su questa sponda, e comprendendo Serbia, Croazia, Montenegro ed Albania, su quella di fronte. Lidea di un network transnazionale, per unofferta turistica interregionale ad alto livello qualitativo, senza dubbio valida e per certi aspetti decisamente affascinante, rischia per di evidenziare i suoi limiti nel paradosso contestuale di una macroarea, forse eccessivamente vasta. Lindistinta catalogazione di Ville Venete, Palazzi Pontifici marchigiani e abruzzesi, Dimore Rurali molisane, Residenze Asburgiche di Serbia, Montenegro, Croazia e Albania, Castelli Rinascimentali dellEmilia Romagna o Manieri imponenti del Friuli Venezia Giulia, per finire con le tipiche Masserie di Puglia, presta il fianco ad una percezione dispersiva e alquanto confusa dellofferta e della tipologia di prodotto. Pi attrattiva e pi rispettosa dei patrimoni intangibili, racchiusi in ciascuno di questi forzieri di storia, di vicende familiari e di cultura, potrebbe risultare una segmentazione federale delladesione al progetto. Capace, questa s, di tutelare le peculiarit identitarie delle varie dimore storiche e dei loro territori; dove sorsero, per soddisfare negli anni esigenze totalmente diverse le une dalle altre. Lo stesso marchio de I tesori dellAdriatico presenta una connotazione palladiana, che rimanda certo alle Ville Venete, ma poco richiama sia il contesto rurale che quello tipicamente slavo. Tanto meno rende merito allaffascinante immaginario rupestre delle Masserie meridionali. Meglio sarebbe, allora, che ognuna di queste realt aderisse al progetto e si relazionasse con lintera proposta adriatica, con un proprio marchio specifico. Moltiplicando il valore aggiunto apportato e dando forza alla variegata offerta turistica, anzich disperderlo in una enciclopedica e generica proposta di dimore storiche. Ai greci e ai romani, a cui Andrea Palladio ispir le sue soluzioni architettoniche, nel corso dei secoli e nei diversi ambiti regionali dellItalia in generale e dellAdriatico in particolare, si sovrapposero in alcuni di essi gli effetti rinascimentali (antitetici alle linee dellarchitetto padovano), ed in altri, come al Sud, le contaminazioni normanne, arabe, angioine, borboniche e aragonesi. Sar bene tutelarne la ricchezza e sfruttarne la carica attrattiva. Dopotutto, la bellezza e loriginalit del costume di Arlecchino proprio nella quantit e nella fantasmagoria delle toppe e dei colori che lo compongono. (gelormini@katamail.com)



news

16-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news