LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

AUREA A FOGGIA, BUONSENSO E IMPEGNO
04-06-2008
Antonio V. Gelormini

Il buonsenso alla fine ha avuto la meglio. AUREA, la Borsa del Turismo Religioso e delle Aree protette nata a San Giovanni Rotondo, resterà in Capitanata e vedrà le prossime edizioni svolgersi nei padiglioni e negli spazi della Fiera di Foggia. Nella cittadina di S. Pio sarà comunque prevista l’inaugurazione della manifestazione, che quest’anno si svolgerà dal 20 al 22 novembre e taglierà il traguardo della sua quinta edizione. Una scelta suggerita agli organizzatori, primo fra tutti il Cotup, oltre due anni fa all’indomani del secondo appuntamento di Aurea. Quando erano già emersi i limiti di una location suggestiva, ma chiaramente insufficiente alle potenzialità di un evento, che riguarda i viaggi di 14 milioni di pellegrini verso 2058 santuari italiani. Un fiume in piena che raggiunge i 35 milioni di visitatori, se oltre ai motivi devozionali si considerano quelli di natura culturale. Un settore decisamente in crescita, quello dei pellegrinaggi, che aumenta del 20% all’anno. Un traffico di 40 milioni di presenze, che aveva spinto prima Napoli e la Campania e poi lo stesso capoluogo pugliese a provare a mettere il cappello sulla felice intuizione della Borsa del Turismo Religioso. Merito dell’Assessorato Regionale al Turismo e all’Industria alberghiera, delle autorità locali e dei soggetti economici di Capitanata, nonché della disponibilità della stessa Fiera di Foggia, se l’evento ha conservato la sua stretta relazione con la Daunia. Un territorio che, nel suo complesso, ora dovrà dimostrare di aver meritato e di saper ripagare la considerevole iniezione di fiducia ricevuta. L’ostensione delle spoglie di S. Pio a San Giovanni Rotondo, oltre a consolidare la forza di una destinazione seconda in Italia solo a S. Pietro in Vaticano, darà nuovo vigore alla carica emozionale di un’incontenibile moltitudine di fedeli. L’occasione non va perduta, per tornare ad essere protagonisti attivi e principali dei propri destini. Pertanto, sono chiamati ad investire sul futuro non solo le istituzioni territoriali, ma le stesse diocesi pugliesi. Attrattori come i santuari di San Giovanni Rotondo o Monte Sant’Angelo, possono diventare “pietra angolare” di sistema, nel rispetto di un’attenta e controllata catechesi, per una penetrazione capillare dei flussi anche verso i percorsi meno conosciuti dei santuari minori. E’ tempo di pensare alle Diocesi di Puglia protagoniste propositive e regolatrici, nonché interlocutrici di riferimento, per i pellegrini in arrivo nella nostra regione e per i fedeli in partenza verso mete altrettanto suggestive. Penso alla nascita di un Tour Operator, come quelli a suo tempo costituiti dalle Diocesi lombarde o in Campania (Brevivet e Opera Campana Pontificia), capace di connotare offerta e servizi più in sintonia con il territorio, le tradizioni che lo identificano e le persone che lo animano. E di creare, nel contempo, una serie di opportunità finora inesplorate. Un modo anche per far fronte allo straripare di visite fugaci, lunghe solo il tempo di una preghiera. Discutiamone in forma propositiva e proviamo a segnare il punto già a novembre a Foggia. (gelormini@katamail.com)



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news