LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cuneo. Un conservatore coperto da segreto militare
09-07-2008
Fulvio Cervini

Chi l'avrebbe mai detto che per fare il conservatore di un museo fosse necessario aver fatto per qualche anno l'alpino o il bersagliere? A sconvolgere le nostre certezze giunge ora il Comune di Cuneo, pubblicando un bando - tra i pi bizzarri del gi assai bizzarro mondo concorsuale dei beni culturali italiani - per la copertura di un posto di "istruttore direttivo
amministrativo - conservatore museo", a tempo indeterminato, destinato al locale Museo Civico (scaduto il 30 giugno). Un complesso di tutto rispetto ospitato nell'antico convento di San Francesco, la cui spina dorsale rappresentata dalla collezione archeologica e da quella etnoantropologica, entrambe ricchissime e fondamentali per comprendere criticamente la millenaria cultura del Piemonte sud-occidentale. Giusto, dunque, che al novello conservatore si richieda una laurea quadriennale di vecchio
ordinamento o una laurea magistrale, con un titolo di specializzazione post laurea in archeologia, storia dell'arte o antropologia. Semmai da lamentare che il concorso sia per soli esami, ma non questo il punto. Il punto che si tratta di un concorso riservato. Nel senso, cio, che possono parteciparvi, purch in possesso dei titoli di studio previsti, soltanto i
"volontari in ferma breve o in ferma prefissata di durata di cinque anni delle tre Forze Armate, congedati senza demerito". Insomma: Cuneo cerca un archeologo, uno storico dell'arte o un antropologo con fior di curriculum formativo, ma al tempo stesso lo cerca tra i paracadutisti o i lagunari. Non dubito che in questo modo si possano comunque individuare persone
degnissime. Ma quanti sono i cittadini italiani in possesso di tutti questi requisiti? E, soprattutto, quale logica ha ispirato la scelta di riservare il concorso, tanto pi per un ruolo tecnico cos delicato come quello di conservatore? E di riservarlo proprio a una categoria di professionisti che
in linea di principio non dovrebbe aver molto da spartire con la
conservazione dei beni culturali? Perch il Comune di Cuneo voglia un conservatore ex militare non spiegato nel bando, e non neanche giustificato dalla natura delle collezioni, dove gli oggetti riconducibili alla storia militare sono davvero in minoranza. Evidentemente deve esserci qualcosa pi di un banale omaggio a Tot, che diceva di aver fatto il militare a Cuneo, ma per quanto ci spremiamo le meningi questo qualcosa seguita a sfuggirci. Forse si cerca semplicemente un conservatore capace di
mettere in riga i custodi, a guisa di sergente maggiore. Di sicuro svariate decine di giovani preparatissimi che avrebbero avuto le carte in regola per giocarsi il posto sono stati frustrati nelle loro legittime aspirazioni perch non hanno avuto la luminosa idea di arruolarsi finch erano in tempo.
E di sicuro noi che ci sforziamo quotidianamente di preparare questi giovani abbiamo avuto l'ennesima conferma che la pubblica amministrazione italiana, anche e soprattutto in un campo di potenzialit sterminate come quello dei beni culturali, di tutti costoro non sa che farsene.


Fulvio Cervini
Universit di Firenze



COMUNE DI CUNEO
SETTORE PERSONALE
BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI,
PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO
AMMINISTRATIVO CONSERVATORE MUSEO - CAT. D A TEMPO PIENO ED
INDETERMINATO - PRESSO IL SETTORE CULTURA -

I L D I R I G E N T E
del Settore Personale

vista la propria determinazione n. 104 in data 15 maggio 2008, adottata in esecuzione della deliberazione n.
14 assunta dalla Giunta Comunale il 19.2.2008 e dichiarata immediatamente eseguibile
RENDE NOTO
quanto segue:
indetto un concorso pubblico, per esami, - aperto ai candidati dell'uno e dell'altro sesso (ai sensi della
legge 10.4.1991, n. 125) - a n. 1 posto con profilo professionale di Istruttore Direttivo Amministrativo
Conservatore Museo Cat. D a tempo pieno ed indeterminato - presso il Settore Cultura.
Il posto riservato ai volontari in ferma breve o in ferma prefissata di durata di 5 anni delle tre Forze Armate,
congedati senza demerito, anche al termine o durante le eventuali rafferme contratte (art. 18 del D.lgs.
215/2001), che avranno conseguito lidoneit nella graduatoria dei vincitori.
La figura ricercata svolger, di concerto con il Direttore del Sistema Musei, attivit di tipo tecnicoscientifico:
inventariazione e catalogazione; ordinamento e allestimento delle collezioni;
documentazione, studio e ricerca; progettazione scientifica delle esposizioni temporanee con
responsabilit, anche amministrativo-gestionale, di risultato relative ai processi produttivi. Proporr,
realizzer e coordiner programmi di divulgazione scientifica e di valorizzazione delle collezioni.
Curer, altres, il servizio educativo del Museo, con gestione dellattivit didattica.
TRATTAMENTO ECONOMICO
Il trattamento economico per il posto soggetto a concorso prevede uno stipendio iniziale lordo annuo di
circa 20.400,00, oltre agli altri emolumenti previsti da leggi o norme contrattuali.
Tale trattamento economico da intendersi al lordo delle ritenute di legge e di quelle previdenziali ed
assistenziali.
Quanto sopra corrisponde ad un importo netto in busta paga pari a circa 1.250,00
REQUISITI DI AMMISSIONE
Per l'ammissione al concorso richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
1) cittadinanza italiana od appartenenza ad uno dei Paesi dell'Unione Europea; sono equiparati ai cittadini
gli italiani non appartenenti alla Repubblica.
2) inesistenza di condanne penali o di stato di interdizione o di provvedimenti di prevenzione o di altre
misure che escludono, secondo le leggi vigenti, l'accesso ai pubblici impieghi. Non possono, altres,
accedere agli impieghi coloro che siano stati destituiti o dispensati ovvero licenziati senza preavviso da
precedente impiego presso pubbliche amministrazioni.
3) et non inferiore ad anni 18.
4) godimento dei diritti civili e politici.
5) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari qualora a ci tenuti.
2
6) possesso di un Diploma di laurea rilasciato secondo il vecchio ordinamento oppure di un Diploma di
laurea specialistica (Magistrale) rilasciato secondo il nuovo ordinamento oltre al Master di II livello in
Antropologia culturale o al diploma rilasciato da una delle seguenti scuole di specializzazione:
Archeologia, Storia dellArte, Storia dellArte Medievale e Moderna, Storia dellArte e delle Arti Minori,
Archeologia Classica e Medievale, Archeologia e Territorio, Musealizzazione, tutela e valorizzazione dei
beni archeologici.
7) idoneit psicofisica attitudinale a ricoprire il posto. L'Amministrazione Comunale ha diritto di fare
accertare il possesso da parte del vincitore del concorso del requisito dell'idoneit psico-fisicaattitudinale
a svolgere, continuativamente ed incondizionatamente, le mansioni proprie del profilo
professionale di Istruttore Direttivo Amministrativo Conservatore Museo.
Possono partecipare al concorso anche i cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea i quali devono
essere in possesso dei seguenti requisiti:
1) godimento dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o provenienza;
2) possesso, fatta eccezione per la titolarit della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti
per i cittadini della Repubblica;
3) adeguata conoscenza della lingua italiana.
4) possesso di uno dei suddetti titoli di studio italiani oppure titolo di studio conseguito allestero per il
quale sia stata dichiarata, dallautorit competente, lequipollenza con uno dei titoli di studio italiani
richiesti dal presente bando.
DATA POSSESSO DEI REQUISITI
I requisiti, generali e particolari, prescritti per l'ammissione al concorso debbono essere posseduti
alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione della domanda di
partecipazione al concorso.
PREFERENZE
Le categorie di cittadini che nei pubblici concorsi hanno preferenza a parit di merito e a parit di titoli sono
quelle in appresso elencate.
A parit di merito i titoli di preferenza sono:
1) gli insigniti di medaglia al valor militare;
2) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
3) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
4) i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
5) gli orfani di guerra;
6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
7) gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico o privato;
8) i feriti in combattimento;
9) gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonch i capi di famiglia
numerosa;
10) i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;
12) i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei
caduti in guerra;
14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei
caduti per fatto di guerra;
15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei
caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
16) coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
17) i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
18) gli invalidi ed i mutilati civili;
19) i militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.
A parit di merito e di titoli la preferenza determinata:
a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno;
b) dall'aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni pubbliche;
c) dalla minore et.
CONTENUTO E MODALITA' DI PRESENTAZIONE DOMANDA DI AMMISSIONE
La domanda di ammissione redatta, in carta semplice, sullallegato modulo "A" deve pervenire al
seguente indirizzo: Comune di Cuneo Ufficio Protocollo Generale - Largo Audifreddi - 12100
Cuneo - entro il termine perentorio delle ore 12,00 del 30 giugno 2008.
Nel caso di consegna diretta della domanda all'Ufficio Protocollo far fede la data apposta dall'ufficio
medesimo sullapposito modulo di ricevuta (allegato B).
La domanda potr anche essere spedita via telefax (0171/444211). In questo caso dovr essere allegata,
pena esclusione dal concorso, la fotocopia di un documento di identit del candidato.
Si considera prodotta in tempo utile anche la domanda spedita, entro il predetto termine perentorio, a
mezzo raccomandata, con avviso di ricevimento od assicurata convenzionale. In tal caso far fede il
timbro a data dell'Ufficio Postale della localit di partenza.
Nella domanda di ammissione al concorso, scritta in carattere stampatello o dattiloscritta, l'aspirante
deve dichiarare, sotto la propria personale responsabilit, oltre alla precisa indicazione del concorso cui
intende partecipare, quanto segue:
a) cognome e nome
b) il luogo, la data di nascita e la residenza (con l'esatta indicazione del numero di codice di avviamento
postale)
c) il possesso della cittadinanza italiana oppure l'appartenenza ad uno dei Paesi dell'Unione Europea
d) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione
e) l'inesistenza di condanne penali, di provvedimenti di prevenzione o di altre misure o condizioni che
escludono l'accesso ai pubblici impieghi (la dichiarazione va resa anche se negativa)
f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari qualora a ci tenuti
g) il possesso dei titoli di studio richiesti dal presente bando indicando con precisione gli Istituti presso cui
sono stati conseguiti e l'anno di conseguimento (in caso di titoli dichiarati equipollenti indicare gli estremi
del decreto con il quale stata sancita lequipollenza).
h) i servizi di ruolo prestati presso pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione dei rapporti
medesimi (la dichiarazione va resa anche se negativa)
i) i titoli che danno diritto alla riserva di legge
j) i titoli che danno diritto a preferenza di legge
k) il preciso recapito presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta qualsiasi comunicazione relativa al
concorso con l'indicazione dell'eventuale numero telefonico. Il concorrente tenuto a comunicare,
tempestivamente, a mezzo lettera raccomandata, ogni variazione di tale recapito
l) lidoneit psico-fisica attitudinale alle mansioni proprie del posto da coprire
m) per le persone portatrici di handicaps: leventuale ausilio necessario in relazione al proprio handicap,
nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi per sostenere le prove desame
n) l'accettazione incondizionata di tutte le norme contenute nel presente bando e nel Regolamento Comunale per la disciplina delle procedure di assunzione vigente all'atto dell'indizione del concorso
I candidati che lo riterranno opportuno potranno allegare alla domanda un curriculum professionale, che
non sar, per, valutato.
I candidati che ricoprono posti di ruolo nell'organico del personale di questo Comune debbono dichiararlo e
sono esonerati dalle dichiarazioni previste alle lettere c), d), e), ed f).
La dichiarazione generica del possesso di tutti i requisiti non sar ritenuta valida.
Ai sensi del D. Lgs. 30.6.2003, n. 196, i dati forniti dai candidati saranno raccolti presso il Settore Personale - Segreteria Concorsi, per le finalit di gestione del concorso pubblico di cui trattasi e saranno trattati anche successivamente all'eventuale instaurazione del rapporto di lavoro per le finalit inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena
l'esclusione dal concorso.
Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche
direttamente interessate alla posizione giuridico-economica del candidato.
L'interessato gode dei diritti di cui all'art. 7 del citato Decreto tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che
lo riguardano, nonch alcuni diritti complementari tra cui il diritto di rettificare, aggiornare, completare o
cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonch il diritto di opporsi al
loro trattamento per motivi legittimi.
Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del Dirigente del Settore Personale responsabile del
procedimento di assunzione.
AMMISSIONE/ESCLUSIONE CANDIDATI - REGOLARIZZAZIONE DOMANDE
I candidati potranno essere ammessi dal Dirigente del Settore Personale a regolarizzare la domanda che
presenta imperfezioni formali od omissioni non sostanziali.
Il candidato che entro il termine prefissatogli non abbia provveduto alla regolarizzazione della domanda
escluso dal concorso.
In particolare non sono passibili di regolarizzazione e comportano, quindi, l'esclusione dal concorso:
- l'omissione o l'incompletezza delle dichiarazioni relative alle generalit personali.
- l'omessa od errata indicazione del concorso cui si intende partecipare
- la mancanza del documento di riconoscimento in caso di domanda inviata a mezzo fax.
Il preindicato Dirigente con propria determinazione, dichiarer, poi, l'ammissione delle domande regolari
(ivi comprese quelle regolarizzate) e l'esclusione di quelle non regolari o non regolarizzate.
CONVOCAZIONE CANDIDATI ALLE PROVE DESAME
La convocazione per le prove desame, con lindicazione del calendario delle medesime, verr comunicata ai
candidati, mediante raccomandata con avviso di ricevimento, con un preavviso di almeno 15 giorni rispetto
alla data della prima prova.
PROGRAMMA D'ESAME
Il programma degli esami comprende le seguenti prove:
PROVA SCRITTA
La prova sar finalizzata ad accertare le conoscenze teorico culturali di base e specialistiche dei candidati,
nonch la loro attitudine ad elaborare soluzioni nellambito delle loro competenze a contenuto tecnicoprofessionale.
La prova verter sui seguenti argomenti:
storia di Cuneo, con particolari riferimenti allarcheologia, allarte ed alle tradizioni popolari;
museologia, museografia e museotecnica;
elementi di archivistica;
principi di diritto costituzionale ed amministrativo;
ordinamento degli Enti locali.
PROVA D'INFORMATICA
Predisposizione e redazione di un atto amministrativo, tramite lutilizzo dei programmi informatici del
pacchetto Office della Microsoft Word ed Excel. Conoscenza del programma Power Point.
COLLOQUIO:
Materie della prova scritta. Lingua straniera inglese o francese (a scelta del candidato).
VOTAZIONE MINIMA PER AMMISSIONE CANDIDATI ALLA PROVA D'INFORMATICA ED AL
COLLOQUIO
Sono ammessi alla prova di informatica i concorrenti che abbiano riportato nella prova scritta una
valutazione non inferiore a punti 21 su 30.

Sono, altres, ammessi al colloquio i candidati che abbiano riportato nella prova d'informatica una valutazione non inferiore a punti 21 su 30.
Il colloquio si intender, parimenti, superato con il conseguimento di una votazione di almeno 21/30.
GRADUATORIE DI MERITO E DEI VINCITORI
Ultimata la procedura concorsuale con l'attribuzione del punteggio alle prove d'esame sostenute dai candidati, la Commissione Esaminatrice provveder alla formazione della graduatoria di merito.
I candidati che abbiano superato la prova orale dovranno far pervenire a questo Comune, entro il termine
perentorio di 15 giorni decorrenti dal giorno successivo a quello in cui hanno sostenuto detta prova - al fine
di procedere alla formazione della graduatoria finale dei vincitori - i documenti, in carta semplice,
comprovanti il possesso dei titoli di riserva e di preferenza, gi dichiarati nella domanda, dai quali risulti,
altres, il possesso di detti requisiti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della
domanda di ammissione al concorso.
La graduatoria di merito unitamente a quella dei vincitori sar approvata, contestualmente a tutti gli atti
delle operazioni concorsuali, dal Dirigente del Settore Personale con propria determinazione e pubblicata
all'apposito albo presso il Settore Personale. Tale graduatoria verr, altres, pubblicata sul sito internet del
Comune di Cuneo http://www.comune.cuneo.it -.
Lutilizzo della suddetta graduatoria potr essere consentito anche ad altre Amministrazioni che ne facciano
richiesta.
CONTRATTO INDIVIDUALE DI LAVORO - PRESENTAZIONE DOCUMENTI
L'Amministrazione Comunale provveder a stipulare, con il vincitore del concorso, un contratto individuale di
lavoro a tempo pieno ed indeterminato, regolato dal C.C.N.L. del personale del Comparto Regioni - Autonomie locali, di qualifica non dirigenziale, al momento vigente.
Il vincitore, prima della stipulazione del predetto contratto individuale di lavoro, sar invitato con apposita
lettera a produrre - nel termine di 30 giorni decorrenti da quello successivo al ricevimento della medesima -
a pena di decadenza, i sottoelencati documenti:
1) certificato di cittadinanza italiana o di appartenenza ad uno degli Stati membri dell'Unione Europea
2) certificato di nascita
3) certificato di godimento dei diritti politici
4) certificato medico da rilasciarsi dal Servizio di Medicina Legale dell'Azienda Sanitaria Locale
competente per territorio da cui risulti l'idoneit psico-fisica-attitudinale a svolgere, continuativamente ed
incondizionatamente, le mansioni proprie del posto da coprire. Per gli aspiranti invalidi di guerra, civili
per fatti di guerra, per servizio, civili ed invalidi del lavoro, il certificato medico deve essere rilasciato
dal competente organo dell'Azienda Sanitaria Locale cui fa capo il Comune di residenza del concorrente vincitore e contenere, oltre ad un'esatta descrizione delle condizioni attuali dell'invalido, risultanti da un esame obiettivo, anche la dichiarazione che l'invalido non abbia perduto ogni
capacit lavorativa e, per la natura e il grado della sua invalidit o mutilazione, non riesca di pregiudizio alla salute ed all'incolumit dei compagni di lavoro ed alla sicurezza degli impianti e sia comunque idoneo a disimpegnare le mansioni inerenti al posto a concorso. Per quanti sono gi
impegnati con il Comune di Cuneo con un contratto di lavoro a tempo indeterminato, lidoneit psicofisica
e attitudinale a svolgere le mansioni connesse al diverso profilo professionale da ricoprire,
accertata da parte del medico competente (individuato ai sensi della legge n. 626/94).
5) originale dei titoli di studio o copie notarili o copie autenticate a sensi di legge ovvero i documenti
rilasciate dalle competenti Autorit Scolastiche in sostituzione degli originali ovvero, in caso di
smarrimento, il certificato rilasciato a sensi della legge 7.2.1969 n. 15
6) copia dello stato di servizio o estratto matricolare o copia del foglio matricolare o estratto del foglio
matricolare o certificato di esito di leva attestante la posizione nei riguardi degli obblighi militari.
Per i militari in servizio sufficiente la dichiarazione del Comandante.
Il certificato generale del Casellario Giudiziale sar acquisito d'ufficio.

In luogo dei documenti di cui ai punti 1, 2, 3, 5, e 6 potr essere resa dichiarazione sostitutiva di certificazione, in carta semplice, a sensi dell'art. 46 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445.
LAmministrazione ha, comunque, facolt di verificare la veridicit delle dichiarazioni autocertificate dai
candidati.
Il concorrente vincitore del concorso, se esterno, dovr, altres, dichiarare di non avere altri rapporti di
impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilit di cui all'art. 53 del
D.L.vo n. 165 del 30.3.2001. In caso contrario, unitamente ai documenti, dovr essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per l'Amministrazione del Comune di Cuneo.
Il personale in servizio di ruolo alle dipendenze di questo Comune e' dispensato dal produrre la documentazione di rito se gi acquisita agli atti del Settore Personale.
VALIDITA' GRADUATORIA
La graduatoria dei vincitori rimane efficace per 3 anni - salvo eventuali proroghe stabilite dalla legge - e potr essere utilizzata in conformit alle disposizioni normative vigenti.
PERIODO DI PROVA
Il concorrente vincitore del concorso soggetto ad un periodo di prova la cui durata stabilita in mesi sei.
Decorsa la met del periodo di prova ciascuna delle parti pu recedere dal rapporto in qualsiasi momento senza obbligo di preavviso n di indennit sostitutiva dello stesso. Decorso il periodo di prova senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto, il dipendente si intende confermato in servizio con il riconoscimento dell'anzianit dal giorno dell'assunzione a tutti gli effetti.
DISPOSIZIONI FINALI
L'Amministrazione Comunale non assume alcuna responsabilit per il caso di dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda n per eventuali disguidi postali o telegrafici o ritardi di partecipazione imputabili a fatto di terzi, al caso fortuito od a forza maggiore.
Per quant'altro non espressamente stabilito nel presente bando si fa espresso riferimento alle norme di cui al vigente "Regolamento per la disciplina delle procedure di assunzione" ed alle disposizioni di legge in vigore.
Le attribuzioni, i doveri e i diritti inerenti al posto soggetto a concorso sono determinati dalle disposizioni di
legge, dalle norme contrattuali relative al comparto Regioni - Autonomie Locali, dal contratto individuale di
lavoro nonch dal Regolamento per l'ordinamento degli uffici e dei servizi che sono e saranno in vigore, disposizioni tutte che si intendono incondizionatamente accettate dai candidati con il solo fatto della partecipazione al concorso.
Copia del presente bando cos come qualsiasi informazione o chiarimento potranno essere richiesti al Settore Personale Ufficio Assunzioni/Formazione - (Via Roma n. 28 - Tel. 0171/444234).
Cuneo, l 15 maggio 2008
IL SEGRETARIO GENERALE IL DIRIGENTE DEL SETTORE PERSONALE
F.to: dr. Pietro PANDIANI F.to: Giovanni Franco Luchino



news

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

Archivio news