LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ancora sul Museo di Cuneo e il suo bando
16-07-2008
Fulvio Cervini

Prendo atto delle precisazioni fornite dalla Sig.ra Brignone Anna
Maria - Comune di Cuneo - in merito al bando di concorso per un posto di conservatore del locale Museo Civico, che tuttavia non fanno che confermare il giudizio di perplessità del mio precedente intervento.
Da un lato mi rallegro nel constatare che il concorso non sia
riservato in senso stretto a militari ed ex militari - cosa che
favorisce una partecipazione sicuramente larga di giovani
meritevoli - perché la riserva scatta se vi sono militari nella
graduatoria degli idonei. Il che tuttavia significa, se non ho male inteso, che se in una graduatoria di venti idonei c'è un militare o ex militare al ventesimo posto, questi passa davanti agli altri diciannove per il solo fatto di essere un militare o ex militare. Come se si intendesse non già selezionare il migliore, ma uno qualsiasi degli idonei (fosse anche
l'ultimo, con idoneità risicata), purché militare. Non propriamente una gara leale, insomma, e col sapore della beffa. La cosa mi sembra assai grave: specie quando è in gioco un solo posto che richiede un'alta qualificazione tecnico-scientifica, e dunque l'applicazione in sede concorsuale di una deontologia meritocratica ancor più rigorosa: laddove, cosa non meno discutible, non si valutano né titoli scientifici, né pubblicazioni. Del perché di questa anomalia discriminatoria la Sig.ra Brignone nulla dice, aggiungendo però che nessun militare ha presentato domanda di partecipazione. Naturalmente le crediamo; ma, allora, perché inserire una riserva così mirata e
così poco pertinente alla tipologia del posto messo a bando? Che
bisogno c'era di "riservare" il concorso? Per inciso, il concetto della riserva etc. si sarebbe potuto esprimere con altra chiarezza ed altra efficacia. Un bando di concorso deve risultare inequivocabile, come una legge o qualsiasi altro atto ufficiale. Se ha bisogno di telefonate chiarificatrici, è un cattivo bando (o una cattiva legge, o un cattivo atto) perché è scritto male. Forse chi ha scritto quel bando avrebbe fatto meglio, prima di pubblicarlo, a rileggerlo e a farselo rileggere. Magari si sarebbe accorto per tempo di quanto sia illogico (e controproducente per l'ente pubblico, che rischia così di
mandare a casa il candidato migliore).



Fulvio Cervini
Università di Firenze



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news