LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Al Congresso Mondiale d'Architettura di Torino si impone l'ecologia
16-07-2008
Leandro Janni

11 Luglio 2008

Si concluso, a Torino, il XXIII Congresso Mondiale d'Architettura. Grande soddisfazione, da parte degli organizzatori, per i contenuti emersi nelle giornate di lavoro e per la notevole partecipazione di pubblico: oltre 10.140 iscritti, di cui la met stranieri, provenienti in particolare da Brasile, Colombia, Giappone, Nigeria, Cina e India. Il manifesto conclusivo ha una forte impronta ecologista. Nel documento sono sintetizzati i problemi dell'architettura di oggi e le principali sfide di domani: "Per un nuovo modello di sviluppo che si riconcili con la natura e la tuteli in una nuova alleanza; per una societ post consumistica che rimetta al centro dell'attenzione i valori primari dell'umanit. Per ridefinire i contorni della modernit affinch ristabilisca l'armonia con i cicli della natura. Per un'architettura che si faccia interprete della natura, che difenda e valorizzi la biodiversit declinata a tutti i livelli: estetica, etica e politica". Questo, in sintesi, l'impegno futuro del mondo dell'architettura nell'incipit del Manifesto di Torino, in cui sintetizzato il lavoro di questo congresso. "Perch gli architetti si fanno carico di queste problematiche? - recita ancora il Manifesto - Perch questa professione profondamente connessa ai processi di trasformazione del territorio e il loro ruolo, assieme ad altre figure, pu essere decisivo nella rega di una complessit di saperi da mettere in gioco. E perch nessuno deve delegare le proprie responsabilit". Come dice Barry Commoner, "Se si deve fare pace con il Pianeta, siamo noi a doverla fare".
Tra le dichiarazioni conclusive, quella di Raffaele Sirica, presidente del Consiglio nazionale degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori italiani, particolarmente significativa per le sue implicazioni ambientali: "L'architettura dell'era elettronica - ha affermato - deve contribuire a neutralizzare le patologie delle grandi aree urbane, andare oltre i linguaggi, sia accademici che sperimentali, ormai in fase involutiva, che ignorano la crisi ambientale e sociale. Ci pu avvenire solo attraverso un processo, quello della "Democrazia urbana per la qualit", ovvero attraverso consultazioni nelle comunit e l'intreccio virtuoso tra architettura sostenibile e urbanistica, per realizzare trasformazioni condivise".

Cos'altro dire? Noi cosiddetti "ambientalisti", ovviamente, non possiamo che essere soddisfatti degli esiti del congresso di Torino. Una volta tanto.

















news

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

20-07-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 luglio 2018

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news