LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tav e Tramvia fiorentina
06-08-2008
Giovanni Pirrera

Cari fiorentini,
vorrei capire insieme a voi perch questa amministrazione continua a distruggere la nostra citt con scelte assurde per la viabilit, vedi la tramvia e la TAV. La famigerata tramvia fu scelta con le scusanti che sotto Firenze, non si poteva scavare per fare la Metropolitana, perch oltre alle falde acquifere (neanche fosse una citt lagunare come Venezia), piena i reperti archeologici, ma la metropolitana passa mediamente 20 metri ed oltre sotto terra. Si tiene conto dei reperti archeologici, ma ci si dimentica che le vibrazioni dei 2 treni di 34 metri danneggerebbero i nostri gioielli, agognati in tutto il mondo, come il battistero che verrebbe fiorato come anche il Duomo. Stranamente per si decide di scavare sotto Firenze per lattraversamento della TAV, che per costruirla nella zona Macelli e via Gordigiani e viale Redi, falcidieranno altri secolari alberi, come gi stato fatto nei pi bei viali fiorentini, come viale Talenti, Morgagni,Rosselli e via di Novoli, tanti altri ancora saranno distrutti come intorno alla Fortezza da Basso, lato vasca dei cigni, come se non bastassero quelli secolari abbattuti sulle rampe del Romito e quelli a ridosso delle mura della Fortezza, dove volevano costruire perfino un supermarket, con sotto il parcheggio, oggi esistente e non utilizzato come gli altri dai fiorentini, per lelevato costo di permanenza, altra deprecabile scelta per far cassa. Ma quello che mi fa riflettere e non riesco a spiegarmi che per la TAV, che per costruire il sottoattraversamento di Firenze, occorreranno circa 9 anni (se vengono rispettati i tempi previsti), con i conseguenti disagi per i cittadini e la probabilit che Firenze venga esclusa dallalta velocit e dal conseguente apporto di sviluppo economico, linea indispensabile di rete ferroviaria per renderci raggiungibili da tutta lEuropa; quando a breve e con costi limitati, si potrebbe utilizzare la linea ferroviaria esistente, utilizzando la gi capiente ed idonea stazione del Campo di Marte, perch i treni dellalta velocit non devono stazionare, come in quella di S.Maria Novella, ma solo fermarsi in stazioni di scorrimento. Tale scelta farebbe, oltre a tutto, risparmiare tanti milioni di euro, visto che per il progetto sotterraneo sono stati preventivati 47,5 milioni di euro e tutti sanno che i preventivi non vengono rispettati. La stranezza e che sono stati monitorati tutti gli edifici, dove sotto scaveranno ivi incluso la monumentale Fortezza da Basso e se si dovessero verificare lesioni per i lavori di scavo della Talpa, verrebbero interrotti, magari non proseguiti con il derivante inutile, enorme spreco di tempo e denaro. Ma quello che maggiormente non riesco a capire sono i costi della Tranvia, che messi a confronto di altre importanti opere mi fanno sbalordire. Infatti qualche giorno addietro, ho appreso dalla TV, che la galleria TAV, che ci collegher alla Francia, scavata sotto le montagne delle Alpi piemontesi, lunga ben 57 chilometri coster 400 milioni di euro, circa 7 milioni a chilometro, ma la linea 1 della tramvia, per i suoi soli 7,5 km ci coster ben oltre 600 di milioni di euro, cio circa 80 milioni a chilometro; che messi a confronto anche ai costi della costruenda 2 mari, mi fa trasecolare per gli evidenti lauti ingiustificati costi della Trenia, perch il tratto pi impervio da Siena a Grosseto, che inizia alle risaie, che poi sale verso le Terme di Petriolo, dove vi il ponte megagalattico, lungo oltre 1 chilometro, con piloni cosi alti, che se guardi di sotto credi di essere in cielo, che ci porta alla lunghissima galleria di oltre 2 chilometri e proseguendo ci trovi altre 3 gallerie, ebbene con le aziende scelte dal passato Governo del Berlusca, costa, sbalordite, 1 milione a chilometro, contro gli 80 della novella Transiberiana che attraverser Firenze. Ma Domenici e compagni, continuano ad affermare, che la Trenia salver i Fiorentini dallo smog del traffico, ma abbattono alberi secolari, ma sani, che Firenze va modernizzata, (cosi i nostri turisti invece dei antichi monumenti, ammireranno la novella Transiberiana) insistendo nel dire che va riqualificata. In questo gli do pienamente ragione, dopo i 10 anni della gestione Domenici e altre precedenti della sinistra, Firenze scivolata in una indecenza che impallidisce, perfino davanti alla Bella Napoli salvata dal Berlusca, sommersa dalle tonnellate di monnezza depositate in ogni strada. Speriamo che non accada anche a noi, gi ammirando i nostri coreografici, lindi cassonetti e gli accatastamenti di rifiuti che li contornano, se ne intravedono i sintomi, nonostante che Firenze sia semivuota per il periodo vacanziero.



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news