LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tav e Tramvia fiorentina
06-08-2008
Giovanni Pirrera

Cari fiorentini,
vorrei capire insieme a voi perch questa amministrazione continua a distruggere la nostra citt con scelte assurde per la viabilit, vedi la tramvia e la TAV. La famigerata tramvia fu scelta con le scusanti che sotto Firenze, non si poteva scavare per fare la Metropolitana, perch oltre alle falde acquifere (neanche fosse una citt lagunare come Venezia), piena i reperti archeologici, ma la metropolitana passa mediamente 20 metri ed oltre sotto terra. Si tiene conto dei reperti archeologici, ma ci si dimentica che le vibrazioni dei 2 treni di 34 metri danneggerebbero i nostri gioielli, agognati in tutto il mondo, come il battistero che verrebbe fiorato come anche il Duomo. Stranamente per si decide di scavare sotto Firenze per lattraversamento della TAV, che per costruirla nella zona Macelli e via Gordigiani e viale Redi, falcidieranno altri secolari alberi, come gi stato fatto nei pi bei viali fiorentini, come viale Talenti, Morgagni,Rosselli e via di Novoli, tanti altri ancora saranno distrutti come intorno alla Fortezza da Basso, lato vasca dei cigni, come se non bastassero quelli secolari abbattuti sulle rampe del Romito e quelli a ridosso delle mura della Fortezza, dove volevano costruire perfino un supermarket, con sotto il parcheggio, oggi esistente e non utilizzato come gli altri dai fiorentini, per lelevato costo di permanenza, altra deprecabile scelta per far cassa. Ma quello che mi fa riflettere e non riesco a spiegarmi che per la TAV, che per costruire il sottoattraversamento di Firenze, occorreranno circa 9 anni (se vengono rispettati i tempi previsti), con i conseguenti disagi per i cittadini e la probabilit che Firenze venga esclusa dallalta velocit e dal conseguente apporto di sviluppo economico, linea indispensabile di rete ferroviaria per renderci raggiungibili da tutta lEuropa; quando a breve e con costi limitati, si potrebbe utilizzare la linea ferroviaria esistente, utilizzando la gi capiente ed idonea stazione del Campo di Marte, perch i treni dellalta velocit non devono stazionare, come in quella di S.Maria Novella, ma solo fermarsi in stazioni di scorrimento. Tale scelta farebbe, oltre a tutto, risparmiare tanti milioni di euro, visto che per il progetto sotterraneo sono stati preventivati 47,5 milioni di euro e tutti sanno che i preventivi non vengono rispettati. La stranezza e che sono stati monitorati tutti gli edifici, dove sotto scaveranno ivi incluso la monumentale Fortezza da Basso e se si dovessero verificare lesioni per i lavori di scavo della Talpa, verrebbero interrotti, magari non proseguiti con il derivante inutile, enorme spreco di tempo e denaro. Ma quello che maggiormente non riesco a capire sono i costi della Tranvia, che messi a confronto di altre importanti opere mi fanno sbalordire. Infatti qualche giorno addietro, ho appreso dalla TV, che la galleria TAV, che ci collegher alla Francia, scavata sotto le montagne delle Alpi piemontesi, lunga ben 57 chilometri coster 400 milioni di euro, circa 7 milioni a chilometro, ma la linea 1 della tramvia, per i suoi soli 7,5 km ci coster ben oltre 600 di milioni di euro, cio circa 80 milioni a chilometro; che messi a confronto anche ai costi della costruenda 2 mari, mi fa trasecolare per gli evidenti lauti ingiustificati costi della Trenia, perch il tratto pi impervio da Siena a Grosseto, che inizia alle risaie, che poi sale verso le Terme di Petriolo, dove vi il ponte megagalattico, lungo oltre 1 chilometro, con piloni cosi alti, che se guardi di sotto credi di essere in cielo, che ci porta alla lunghissima galleria di oltre 2 chilometri e proseguendo ci trovi altre 3 gallerie, ebbene con le aziende scelte dal passato Governo del Berlusca, costa, sbalordite, 1 milione a chilometro, contro gli 80 della novella Transiberiana che attraverser Firenze. Ma Domenici e compagni, continuano ad affermare, che la Trenia salver i Fiorentini dallo smog del traffico, ma abbattono alberi secolari, ma sani, che Firenze va modernizzata, (cosi i nostri turisti invece dei antichi monumenti, ammireranno la novella Transiberiana) insistendo nel dire che va riqualificata. In questo gli do pienamente ragione, dopo i 10 anni della gestione Domenici e altre precedenti della sinistra, Firenze scivolata in una indecenza che impallidisce, perfino davanti alla Bella Napoli salvata dal Berlusca, sommersa dalle tonnellate di monnezza depositate in ogni strada. Speriamo che non accada anche a noi, gi ammirando i nostri coreografici, lindi cassonetti e gli accatastamenti di rifiuti che li contornano, se ne intravedono i sintomi, nonostante che Firenze sia semivuota per il periodo vacanziero.



news

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

15-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 DICEMBRE 2017

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

Archivio news