LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un vaso greco di inestimabile valore, rubato a Gela nel 1973, esposto in un museo tedesco
28-08-2008
Nuccio Mul

A questa scoperta arrivato Nuccio Mul, cultore di patrie memorie e pre-sidente dellArcheoclub di Gela, mentre stava svolgendo una ricerca per indi-viduare i vasi antichi provenienti da Gela che si trovano esposti nei musei na-zionali ed esteri. La peculiarit di questa scoperta, per, consiste nel fatto che il vaso in oggetto, una pelike a figure rosse del V sec. a.C., stata rubata alla famiglia Aldisio di Gela nel febbraio del 1973. Fino ad oggi di tale vaso si era-no perdute le tracce, nonostante che in quellanno il proprietario aveva de-nunziato il furto. Tale casuale ritrovamento, pone tutta una serie di domande; Il museo te-desco di Wurzburg che lo detiene o che lo deteneva, avendolo acquistato o avendolo fatto esporre incautamente ci fa comprendere come possa funzio-nare il mercato clandestino dei reperti antichi dove ai tombaroli senza scrupoli si aggiungono musei, fondazioni e privati che acquistano spudoratamente senza porsi nessun problema sulla provenienza. Purtroppo Gela stata, e lo ancora, la principale citt dItalia che stata massacrata dalla sottrazione clandestina di reperti archeologici di notevole valore; vasi protostorici, vasi greci corinzi e attici di tanti tipi, monete greche e quantaltro trafugati in diver-se epoche e venduti a privati e ai maggiori musei dEuropa, reperti venuti alla luce dalle necropoli arcaiche del Borgo e della Villa Comunale, dal Cimitero, da Via Palazzi e dalle diverse contrade di Capo Soprano, da Piazza Calvario, da Montelungo, da Molino a Vento, da Bitalemi oltre che da i poderi Sola, Lau-ricella, La Paglia, Camarella, Aldisio-Cartia, Di Bartolo, Maugeri, Salerno, Leopardi, Rosso-Russo, Catalano, Tascone, Romano-Lo Bartolo, Jozza, Bentivegna, Bresmes, Riccobene, Moscato, ecc.; ed ancora reperti dai resti di numerosi villaggi e fattorie depoca della campagna e del suburbio di Gela. Il vaso in oggetto una pelike attica a figure rosse databile al V sec. a.C. alta circa 43 centimetri. Negli anni Cinquanta stata studiata e riconosciuta quale opera del Pittore dei Niobidi dal famoso Sir John Beazley (1885-1970), ar-cheologo e professore allUniversit di Oxford che si dedic allo studio della ceramica greca e che fond larchivio omonimo presso lAshmolean Museum, archivio informatizzato nel 1975 e disponibile sul web sin dal 1995. Il 16 dicembre del 1957 la famiglia proprietaria della pelike rubata ricevette un decreto dellallora Sottosegretario alla Pubblica Istruzione Maria Jervolino con cui il vaso venne dichiarato di interesse artistico e storico particolarmen-te importante. La figurazione del vaso si riferisce a due scene, sul lato a un guerriero con corazza e scudo tra due fanciulle e una colonna con capitel-lo dorico, sul lato b due fanciulle in libagione vicino ad un altare assieme ad un uomo barbato che si appoggia ad un bastone. Sopra e sotto le scene il vaso corredato rispettivamente di disegni di palmette oblique e di meandri intervallate da croci. Il vaso, prima di essere rubato, ha subito diversi interventi quali lincollatura delle anse e la perfetta ricomposizione dopo una rottura accidentale. Si spera che il reperto rubato possa rientrare a Gela e, per arrivare a que-sto obbiettivo, si avr cura di informare le competenti istituzioni del ritrova-mento.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news