LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nota sul referendum
07-10-2008
Gian Valerio Sanna

Cagliari, 7 ottobre 2008

Nota

Governare gli interessi dei cittadini cosa troppo seria per concedersi a trionfalismi o a tifoserie sugli esiti dellespressione pi diretta della volont popolare. Tuttavia i risultati dei Referendum devono aprire squarci di saggezza e di riflessione in tutti coloro che con umilt, ascoltano e orientano le scelte della comunit.
I referendum erano inutili nel merito e mi pare ci sia stato largamente confermato dai Sardi che, come vado sostenendo da tempo, sono persone capaci di decidere e capire le dinamiche della societ pi di quanto alcune parti della politica non creda.
Il risultato per altro, se spolpato da alcuni elementi condizionanti come la pluralit dei quesiti (in molti paesi dove vi sono le pi consistenti risorse idriche laffluenza stata alta), la consistenza dei no e ladulterazione dellinformazione svolta da alcuni organi, al limite della decenza, dice chiaramente che le politiche del territorio e della sua conservazione sono maggioritarie in Sardegna.
I seguaci del liberismo edilizio ed edificatorio si riducono cos ai soliti, pochi, interessati ed a coloro che a causa della tempesta mediatica, hanno creduto che dietro questo appuntamento ci fossedavvero una crociata di liberazione.
La verit pesante di questa tornata di consultazioni popolari che i cittadini sono assai pi avanti dei propri dirigenti politici e se volete questo un monito importante anche per noi che oggi, siamo chiamati alla responsabilit di governare e che dovremo dismettere le lotte intestine per raccogliere tutte le energie possibili nellascolto ed il rilancio di una proposta riformista per le prossime elezioni regionali.
Lastensionismo , come spesso accade, una censura allinadeguatezza dei mezzi come dei fini che il richiamo alle urne spesso contiene.
I cittadini sanno bene che noi siamo stati investiti da loro di una responsabilit di governo e di scelta e dunque non sempre accettano, su temi inconsistenti come questi, la strumentalizzazione e il declinare delle responsabilit.
Dentro questo referendum vi ancora una resa dei conti dentro la destra sarda, tenuta in scacco dalle aspirazioni di un ex Presidente che vorrebbe riprendere il filo illogico del suo mal governare e che facendosi scudo del Piano Paesaggistico da anni cerca di riprendere una scena che ha perso da tempo.
Il centro sinistra dovr fare tesoro di questo evento, riflettere sul fatto che troppo spesso le divisioni interne si arroccano intorno alle fissazioni ed ai giudizi frettolosi di qualche suo dirigente e che invece, come dimostrano i fatti di oggi, i Sardi la pensano in maniera del tutto diversa. Sono cadute le vecchie cattedrali dei cosiddetti riferimenti sociali di un tempo, che trasmettevano fedelmente una condizione sociale e conseguentemente, orientavano le scelte.
La Sardegna ha una societ che cresciuta in questi anni e che si secolarizzata anche nella capacit di discernere e di scegliere ed per questo che alla politica chiesto un pi consistente bagno di umilt e di ascolto dei cittadini.
Siamo contenti tuttavia di una cosa, la Sardegna p continuare la strada intrapresa per risorgere ad una nuova condizione ambientale e paesaggistica. Pu ancora sperare di far sognare e lasciare in coloro che labiteranno, il ricordo dell infinit generosit del Creatore.





news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news