LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nota sul referendum
07-10-2008
Gian Valerio Sanna

Cagliari, 7 ottobre 2008

Nota

Governare gli interessi dei cittadini è cosa troppo seria per concedersi a trionfalismi o a tifoserie sugli esiti dell’espressione più diretta della volontà popolare. Tuttavia i risultati dei Referendum devono aprire squarci di saggezza e di riflessione in tutti coloro che con umiltà, ascoltano e orientano le scelte della comunità.
I referendum erano inutili nel merito e mi pare ciò sia stato largamente confermato dai Sardi che, come vado sostenendo da tempo, sono persone capaci di decidere e capire le dinamiche della società più di quanto alcune parti della politica non creda.
Il risultato per altro, se spolpato da alcuni elementi condizionanti come la pluralità dei quesiti (in molti paesi dove vi sono le più consistenti risorse idriche l’affluenza è stata alta), la consistenza dei “no” e l’adulterazione dell’informazione svolta da alcuni organi, al limite della decenza, dice chiaramente che le politiche del territorio e della sua conservazione sono maggioritarie in Sardegna.
I seguaci del “liberismo” edilizio ed edificatorio si riducono così ai soliti, pochi, interessati ed a coloro che a causa della tempesta mediatica, hanno creduto che dietro questo appuntamento ci fossedavvero una “crociata di liberazione”.
La verità pesante di questa tornata di consultazioni popolari è che i cittadini sono assai più avanti dei propri dirigenti politici e se volete questo è un monito importante anche per noi che oggi, siamo chiamati alla responsabilità di governare e che dovremo dismettere le lotte intestine per raccogliere tutte le energie possibili nell’ascolto ed il rilancio di una proposta riformista per le prossime elezioni regionali.
L’astensionismo è, come spesso accade, una censura all’inadeguatezza dei mezzi come dei fini che il richiamo alle urne spesso contiene.
I cittadini sanno bene che noi siamo stati investiti da loro di una responsabilità di governo e di scelta e dunque non sempre accettano, su temi inconsistenti come questi, la strumentalizzazione e il declinare delle responsabilità.
Dentro questo referendum vi è ancora una resa dei conti dentro la destra sarda, tenuta in scacco dalle aspirazioni di un ex Presidente che vorrebbe riprendere il filo “illogico” del suo mal governare e che facendosi scudo del Piano Paesaggistico da anni cerca di riprendere una scena che ha perso da tempo.
Il centro sinistra dovrà fare tesoro di questo evento, riflettere sul fatto che troppo spesso le divisioni interne si arroccano intorno alle ”fissazioni” ed ai giudizi frettolosi di qualche suo dirigente e che invece, come dimostrano i fatti di oggi, i Sardi la pensano in maniera del tutto diversa. Sono cadute le vecchie cattedrali dei cosiddetti ”riferimenti sociali” di un tempo, che trasmettevano fedelmente una condizione sociale e conseguentemente, orientavano le scelte.
La Sardegna ha una società che è cresciuta in questi anni e che si è secolarizzata anche nella capacità di discernere e di scegliere ed è per questo che alla politica è chiesto un più consistente bagno di umiltà e di ascolto dei cittadini.
Siamo contenti tuttavia di una cosa, la Sardegna pùò continuare la strada intrapresa per risorgere ad una nuova condizione ambientale e paesaggistica. Può ancora sperare di far sognare e lasciare in coloro che l’abiteranno, il ricordo dell’ infinità generosità del Creatore.





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news