LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Concorso Mibac - preselezione
13-11-2008
Angela Pontrandolfo

Ill.mo Sig. Ministro per i Beni e le Attività Culturali Sen. Sandro Bondi

Roma, 13 novembre 2008

Onorevole Ministro,
la Consulta Universitaria Nazionale per l’Archeologia del Mondo Classico che presiedo si è riunita a Roma il 7 novembre 2008. In quell’occasione l’assemblea ha valutato positivamente che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali abbia bandito in data 14 luglio 2008 un Concorso pubblico per esame a 30 posti di Archeologo – Terza Area Funzionale F1, poiché, nonostante il numero molto limitato di posti disponibili, l’immissione di nuovo personale negli organici dell’Amministrazione Centrale e Periferica può costituire, dopo una prolungata stasi, l’avvio di una strategia volta a colmare le gravi lacune che affliggono gli organici delle Soprintendenze, limitando gravemente la loro effettiva operatività. Tuttavia gravi perplessità sono emerse in merito ai criteri e alle procedure individuate per lo svolgimento del concorso. Un primo elemento di preoccupazione, connesso al carattere regionale del concorso, è l’articolazione del calendario delle prove di preselezione, distribuite in un lasso di tempo compreso tra il 19 novembre e il 19 dicembre, che determina un’obiettiva disparità di trattamento tra i candidati che possono contare su tempi diversi di preparazione. Maggiore sconcerto suscita la natura delle prove di preselezione a quiz, rivolte a verificare il generico possesso di nozioni di ‘cultura generale’, che mortificano la formazione scientifica e professionale conseguita dai concorrenti in un percorso universitario specifico, lungo almeno 7 anni (laurea, diploma di specializzazione/dottorato di ricerca). Della prova di preselezione sfuggono, dunque, la logica e gli obiettivi, ma non il grave stato di disordine e improvvisazione che ancora caratterizza la formulazione dei quesiti a pochi giorni dall’avvio del calendario delle prove. A quanto riportato nello stesso sito web del Ministero, i quesiti sono stati sottoposti a continue procedure di correzione: al primo avviso del 23 ottobre che comunicava l’eliminazione dei quesiti di lingua inglese, integrati con altri di diverso argomento solo il 4 novembre, sono seguiti ulteriori correzioni e aggiornamenti dei quesiti sbagliati in data 24, 27, 29 ottobre e 7 novembre. I concorrenti sono stati invitati “a consultare tale lista giornalmente e a tenerne conto”. Tuttavia, a una settimana dall’inizio delle prime prove, permangono quesiti confusi nella formulazione e errati nella sostanza. Un esempio, a nostro giudizio eclatante, è costituito dal quesito Consulta Universitaria Nazionale per l’Archeologia del Mondo Classico n. 37 del raggruppamento Storia che chiede di indicare il “centro della civiltà etrusca” tra le seguenti regioni: A) Toscana, B) Emilia Romagna, C) Umbria D) Lazio. La risposta indicata come esatta (A: Toscana) rivela con chiarezza la scarsa competenza e lo stato di confusione di chi ha formulato il quesito in quanto, seppure si vogliano escludere dal “cuore dell’Etruria” - solo per citare alcuni esempi - siti come Bologna e Marzabotto in Emilia o Orvieto in Umbria, diventa impossibile eliminare realtà come Veio, Cerveteri, Tarquinia, Vulci oggetto, peraltro, della splendida mostra Etruschi. Le antiche metropoli del Lazio (!) allestita e visitabile nel Palazzo delle Esposizioni di Roma, cui la stampa ha dedicato grande attenzione. Il perdurare di una simile confusione rende impossibile garantire la serena preparazione dei concorrenti e un efficiente svolgimento delle prove, con grave detrimento degli interessi del Ministero e delle attese dei candidati. La Consulta si rivolge all’autorità politica, ma soprattutto all’elevata sensibilità culturale della S. V., pregandoLa di volere adottare correttivi indispensabili a non vanificare la qualità di un concorso finalizzato a selezionare con criteri efficaci, coerenti e trasparenti giovani di elevata qualità professionale. Di queste figure, delle quali rivendichiamo con orgoglio di docenti e ricercatori la qualità del percorso formativo, la Pubblica Amministrazione ha assoluto bisogno per rinnovarsi e innovare, ma ad essi occorre infondere certezze e fiducia nel futuro. Certi di un Suo intervento Le porgiamo distinti saluti.

Angela Pontrandolfo
Presidente Consulta Universitaria Nazionale per l’Archeologia del Mondo Classico



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news