LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Si sposta l'areoplanino?
18-11-2008
Serena Mammini - Mauro Meloni

Apprendiamo con favore che dopo circa 3 anni l’aeroplanino di San Concordio posto nei pressi del casello autostradale “Lucca est” verrà spostato.

Inaugurato nell’ottobre del 2005, quando la città “cresceva e si moltiplicava” (purtroppo solo in relazione alle tonnellate di cemento colate sul territorio) sotto l’egida del sindaco Fazzi, dei suoi consiglieri e della sua Giunta, quel velivolo dovrebbe essere un monumento a Carlo del Prete.

A nostro parere il celebre aviatore lucchese, che ai primi del ’900 compì imprese tali da aver segnato la storia dell’aviazione italiana, meritava qualcosa d’altro dal Piaggio Douglas pd 808, velivolo destinato al trasporto militare, dono dell’aeronautica.

Il monumento piazzato lì a lato dell’enorme spazio tra l’autostrada ed il quartiere, uno degli ingressi principali alla città che certo merita maggiore attenzione, sembra tutto fuorché un monumento a Carlo del Prete cosicché bene ha fatto la Consulta per l’arredo urbano guidata da Marco Chiari (Consulta con la quale, tra l’altro, ci confronteremmo ben volentieri in Commissione Lavori Pubblici – che dovrebbe occuparsi pure di arredo urbano – per indirizzare le esigue energie che ci sono, magari, verso obiettivi condivisi e possibili) che suggerisce di spostare il velivolo nel cosiddetto Polo Tecnologico.

Occorre ricordare che molti cittadini e anche la Circoscrizione 7 espressero più volte perplessità nei confronti di quell’aereo visto da molti più come monumento alla guerra che memoria di importanti aviatori, stridente con l’altro monumento del quartiere posto nell’aiola a corredo degli appartamenti Iffi in via Consani erroneamente denominato “parco” della Pace.

Occorre pure annotare che quel monumento, a parte l’aereo ricevuto in dono, è costato ai cittadini quasi 60 mila euro. Il progetto venne votato dalla Giunta Fazzi il 27 luglio 2005.



- opere murarie
€ 33.700,00
- opere elettriche
€ 4.200,00
- opere in ferro
€ 10.600,00
Sommano
€ 48.500,00
- IVA 20%
€ 9.700,00
- art. 18 L. 109/1994
€ 776,00
Totale
€ 58.976,00



Questa breve nota può sembrare una piccolezza però vuole sottolineare che troppo spesso in questa città ci sono rubinetti chiusi per la realizzazione di lavori essenziali (come per esempio i marciapiedi) e si spende invece in opere che dopo pochi anni vengono demolite e rifatte, come è avvenuto per la pista ciclabile di San Concordio o come nel caso dell’aeroplanino. Tutto questo a dimostrazione di una scarsa attenzione per la gestione pubblica, tema tra l’altro tradizionalmente caro alla città.

Ci auguriamo che d’ora in avanti le scelte siano più condivise e realizzati secondo criteri di priorità onde evitare imbarazzanti e costosi ripensamenti.



Serena Mammini, consigliere Comunale

Mauro Meloni, consigliere Circoscrizione 7




news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news