LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

demolizioni immobili industriali dismessi in Busto Arsizio in via Bezzecca – via V. Monti – via Dante
25-11-2008
Giovanni Ferrario

Spett. Soprintendenza Archivistica

Via Magenta n.° 24

20123, Milano



Spett. Soprintendenza Beni Architettonici e Paesaggio

Palazzo Reale

Piazza del Duomo n.° 14

20122, Milano

All’attenzione Arch. Stolfi



E p.c. al sig. Sindaco del Comune

di Busto Arsizio (Varese)



E p.c. Assessore all’Urbanistica

del Comune di Busto Arsizio (Varese)



E p.c. Assessore alla Cultura

del Comune di Busto Arsizio (Varese)



E p.c. alla Giunta Comunale

di Busto Arsizio (Varese)



E p.c. ai sigg. Consiglieri Comunali

di Busto Arsizio (Varese)



OGGETTO: demolizioni immobili industriali dismessi in Busto Arsizio in via Bezzecca – via V. Monti – via Dante



Sono in corso i lavori di demolizione dell’edificio in oggetto; avverso tale intervento (che fa purtroppo seguito ad una serie rilevante di cancellazioni di un patrimonio storico – artistico – ambientale che caratterizza il recente passato di Busto Arsizio), si fa presente quanto segue:

1) l’edificio, costruito agli inizi del Novecento, è opera di un architetto che ha operato sul territorio con qualità professionale indiscussa.

2) La facciata dell’edificio su via Dante ed il suo risvolto sullo spazio delle FF.N.M. si completano in una situazione ambientale consolidata e che ben ha caratterizzato (per chi arriva a Busto Arsizio dalla limitrofa stazione, ormai metropolitana) una tranche di storia cittadina (una volta
capitale del tessile …). Anche per la rilevanza ambientale che il complesso riveste nel contesto di cui fa parte anche il Cinema Sociale, della frontistante ex Tessitura Vignati.

Lo evidenziano le foto allegate.

3) Una seria e ben meditata progettazione potrebbe, accanto alla “previsione del nuovo” anche “audace”, prevedere il mantenimento delle facciate ed anche di parte dei volumi e degli edifici esistenti trasformati nell’uso (loft – terziario – commerciale …). E ciò soprattutto in prossimità
dello “storico” Cinema Sociale di cui resta a testimonianza l’involucro.

4) Si fa presente che e’ singolare permettere la demolizione di un bene con notevole impatto ambientale senza avere conosciuto e valutato il risultato finale.

La demolizione riguarda solo una parte del complesso o è totale? Come sarà il nuovo intervento? Sono domande a cui ritengo non possa essere negata risposta previo il rilascio di qualsiasi autorizzazione ad operare sul territorio.

Quantomeno si sarebbe dovuto approvare un planivolumetrico, se non una progettazione di dettaglio, per poter giudicare la valenza del nuovo impatto ambientale anche ai sensi della L.R. 12/2005.

Si chiede che codeste Soprintendenze intervengano con gli strumenti in proprio possesso per fare finire una “strategia” perversa nell’uso del territorio Bustese.





Busto Arsizio, 21.11.2008





Dott. Arch. Giovanni Ferrario



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news