LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

demolizioni immobili industriali dismessi in Busto Arsizio in via Bezzecca via V. Monti via Dante
25-11-2008
Giovanni Ferrario

Spett. Soprintendenza Archivistica

Via Magenta n. 24

20123, Milano



Spett. Soprintendenza Beni Architettonici e Paesaggio

Palazzo Reale

Piazza del Duomo n. 14

20122, Milano

Allattenzione Arch. Stolfi



E p.c. al sig. Sindaco del Comune

di Busto Arsizio (Varese)



E p.c. Assessore allUrbanistica

del Comune di Busto Arsizio (Varese)



E p.c. Assessore alla Cultura

del Comune di Busto Arsizio (Varese)



E p.c. alla Giunta Comunale

di Busto Arsizio (Varese)



E p.c. ai sigg. Consiglieri Comunali

di Busto Arsizio (Varese)



OGGETTO: demolizioni immobili industriali dismessi in Busto Arsizio in via Bezzecca via V. Monti via Dante



Sono in corso i lavori di demolizione delledificio in oggetto; avverso tale intervento (che fa purtroppo seguito ad una serie rilevante di cancellazioni di un patrimonio storico artistico ambientale che caratterizza il recente passato di Busto Arsizio), si fa presente quanto segue:

1) ledificio, costruito agli inizi del Novecento, opera di un architetto che ha operato sul territorio con qualit professionale indiscussa.

2) La facciata delledificio su via Dante ed il suo risvolto sullo spazio delle FF.N.M. si completano in una situazione ambientale consolidata e che ben ha caratterizzato (per chi arriva a Busto Arsizio dalla limitrofa stazione, ormai metropolitana) una tranche di storia cittadina (una volta
capitale del tessile ). Anche per la rilevanza ambientale che il complesso riveste nel contesto di cui fa parte anche il Cinema Sociale, della frontistante ex Tessitura Vignati.

Lo evidenziano le foto allegate.

3) Una seria e ben meditata progettazione potrebbe, accanto alla previsione del nuovo anche audace, prevedere il mantenimento delle facciate ed anche di parte dei volumi e degli edifici esistenti trasformati nelluso (loft terziario commerciale ). E ci soprattutto in prossimit
dello storico Cinema Sociale di cui resta a testimonianza linvolucro.

4) Si fa presente che e singolare permettere la demolizione di un bene con notevole impatto ambientale senza avere conosciuto e valutato il risultato finale.

La demolizione riguarda solo una parte del complesso o totale? Come sar il nuovo intervento? Sono domande a cui ritengo non possa essere negata risposta previo il rilascio di qualsiasi autorizzazione ad operare sul territorio.

Quantomeno si sarebbe dovuto approvare un planivolumetrico, se non una progettazione di dettaglio, per poter giudicare la valenza del nuovo impatto ambientale anche ai sensi della L.R. 12/2005.

Si chiede che codeste Soprintendenze intervengano con gli strumenti in proprio possesso per fare finire una strategia perversa nelluso del territorio Bustese.





Busto Arsizio, 21.11.2008





Dott. Arch. Giovanni Ferrario



news

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

08-12-2017
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 08 DICEMBRE 2017

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

06-08-2017
L'appello al Presidente Mattarella: i beni culturali non sono commerciali. Come aderire

04-08-2017
Istat: mappa rischi naturali in Italia

03-08-2017
APPELLO - COSA SI NASCONDE NELLA LEGGE ANNUALE PER IL MERCATO E LA CONCORRENZA

31-07-2017
Su eddyburg intervento di Maria Pia Guermandi sulle sentenze del Consiglio di Stato e su Bagnoli- Stadio di Roma

31-07-2017
Comunicato EC Il Colosseo senza tutela: sulle recenti sentenze del Consiglio di Stato

30-07-2017
Dal blog di Giuliano Volpe: alcuni interventi recenti

27-07-2017
MiBACT, presto protocollo di collaborazione con le citt darte per gestione flussi turistici

Archivio news